Come viaggiare di più spendendo di meno

News

20 borghi in Italia dove viaggiare in sicurezza

7 minuti di lettura
Visitare i piccoli borghi italiani è un modo per viaggiare in sicurezza e scoprire gli angoli più belli e nascosti del nostro paese. Nel post vi consigliamo 20 borghi imperdibili da nord a sud dello stivale.

I borghi italiani sono delle vere e proprie perle, ognuno diverso dall’altro, vantano origini antiche e spesso sono zeppi di magica atmosfera. Che siano a picco sul mare o in cima ad una montagna, vale la pena esplorare queste mete nascoste, che sia per un fine settimana o per un tour italiano alla scoperta delle origini del nostro paese.

Nel post vogliamo dunque suggerirvi 20 borghi in Italia dove fare le vacanze in sicurezza. L’elenco è piuttosto vario, ma naturalmente potrete utilizzarlo anche solo come ispirazione: l’Italia è talmente ricca di mete che non finiremo mai di vederla davvero!

Taggia

20 borghi in Italia dove fare le vacanze in sicurezza

Per queste vacanze 2020 tantissimi italiani hanno scelto di visitare l’Italia. Sia per incrementare il turismo, sia per ragioni di sicurezza. Viaggiare in auto o con il treno, percorrendo lo stivale, rende sicuramente molto più semplice seguire le norme sanitarie e di distanziamento sociale rese necessarie dall’emergenza Covid-19. Seguendo questa direzione è molto più semplice evitare luoghi affollati, lunghe code a piedi, percorsi in aereo non troppo sicuri e, inoltre, l’occasione di approfondire la conoscenza degli angoli nascosti della nostra Italia è davvero ghiotta. Ecco dunque i nostri suggerimenti.

1. Bard (Valle d’Aosta)

Si tratta del borgo più piccolo della Valle d’Aosta, dominato dall’alto da una maestosa fortezza. Decisamente questo borgo sembra uscito dalle fiabe! Dal 2012 è uno dei borghi più belli d’Italia. Sarà bellissimo passeggiare per le cittadine del paese, perdendosi nelle atmosfere medievali e facendo qualche acquisto nei piccoli negozietti di artigiani.

Se la tua idea è quella di visitare questa regione, leggi l’articolo Valle d’Aosta, itinerario di 3 giorni low cost.

Aurano

2. Rivoli (Piemonte)

Rivoli è un paese in provincia di Torino, Piemonte, molto ricco culturalmente. Qui infatti è possibile visitare il Castello di Rivoli che ospita mostre e collezioni davvero interessanti. Consigliato nel periodo natalizio per una visita al Villaggio di Babbo Natale e per un giro a bordo di Rivolzonzo: il trenino turistico della cittadina.

3. Taggia (Liguria)

Taggia è uno dei borghi più belli d’Italia e si trova in provincia d’Imperia, Liguria.
Sul sito del comune troverete tutte le indicazioni per prenotare la spiaggia libera e sugli eventi di questa particolare estate 2020. Splendido anche Arma di Taggia, l’anima marina di Taggia, raggiungibile attraverso la pista ciclabile.

In Liguria, vietato tornare a casa senza aver assaggiato una focaccia alla genovese, un piatto di pasta al pesto o uno dei 10 piatti tipici della Liguria. Oltre a Taggia, ci sono 5 borghi da vedere in autunno in Liguria da non mancare.

Chiesetta Toscana

4. Burano (Veneto)

Burano è un borgo coloratissimo e famoso per la lavorazione del merletto a Venezia, in Veneto. Si trova su una delle isole della Laguna di Venezia ed è il luogo ideale dove perdersi tra i colori delle case, tutte così vivaci e diverse tra loro. Non bisogna abbandonare l’isola senza un buon pasto di pesce: Burano è infatti essenzialmente un paese di pescatori.

A Burano in un giorno non perderti la Casa di Bepi e il campanile storto.

5. Pienza (Toscana)

Ci troviamo nella provincia di Siena, Pienza è un paese dalle radici antiche in Toscana. È il più noto di tutta la Val d’Orcia e merita sicuramente una visita a settembre quando si svolge il Palio del Cacio a fuso. Il borgo è tanto famoso soprattutto perché viene considerato la città ideale del Rinascimento: da non perdere Palazzo Borgia e Palazzo Piccolomini.

Se uno dei tuoi sogni è raggiungere la famosa Cappella della Madonna di Vitaleta, ecco come raggiungerla. La Cappella infatti si trova sulla strada che da Pienza a San Quirico d’Orcia.

Anghiari

6. Anghiari (Toscana)

Siamo in provincia di Arezzo, visitare Anghiari vi permetterà di conoscere uno dei luoghi più nascosti e incantati della Toscana. Si tratta di una cittadina medievale che si presta benissimo a passeggiate suggestive. Salire in cima al borgo vi ricompenserà con una veduta a dir poco spettacolare. Da segnalare La Libera Università dell’Autobiografia, fondata da Duccio Demetrio e Saverio Tutino: un luogo di incontro e di studio immerso nel silenzio.

Non perderti le 5 cose da fare ad Arezzo nel weekend oppure, se sei in cerca di un weekend di natura, le indicazioni sui sentieri toscani vicino ad Arezzo.

7. Spello (Umbria)

Spello è un tranquillo paesino dell’Umbria, pieno di case colorate di rosa. L’ideale per una passeggiata storica e ricca d’atmosfera. La cinta muraria di Spello ha origine romana ed è conservata magnificamente. Assolutamente da non perdere in primavera, quando i vicoli di Spello si riempiono di fiori profumati sui balconi ma anche nei vari angoli del borgo.

Spello

8. Norcia (Umbria)

È l’antica città dei Sabini: Norcia si divide in rioni (guaite), si tratta di una vera e propria città d’arte che vi stupirà. Tante le escursioni, le arrampicate e i trekking da organizzare partendo proprio da Norcia. Qui è, infatti, possibile vivere il borgo in Umbria in completo relax, passeggiando e degustando l’ottima offerta alimentare e vinicola, ma anche muoversi e praticare sport.

Norcia è famosa anche come borgo per le sue fioriture, tra una delle più belle fioriture d’Italia.

9. Calcata (Lazio)

Calcata si trova in provincia di Viterbo, Lazio, ed è un piccolo borgo magico da visitare almeno una volta nella vita. Si entra nel borgo passando dall’unica porta che si apre tra le mura, Calcata è incastonata su una montagna di Tufo e domina la bella Valle del fiume Treja. È anche chiamato il “borgo degli artisti”, qui infatti ci sono molti pittori, scultori e attori. Da segnalare il Museo di Arte nella Natura, un progetto-laboratorio sperimentale all’aperto.

Calcata è un borgo interamente da scoprire, leggi cosa vedere a Calcata in questa guida.

Calcata

10. Vallerano (Lazio)

Vallerano è un piccolo paese del viterbese con un delizioso borgo da scoprire nel silenzio di una passeggiata. La festa più importante di Vallerano è S. Vittore (il patrone del paese), i festeggiamenti, con tanto di processione, rievocazioni storiche, fuochi d’artificio ed eventi, si tengono nel weekend dopo Ferragosto. Per chi ama le castagne, consigliatissimo il periodo tra ottobre e novembre.

11. Vignanello (Lazio)

È un borgo che si trova nella Tuscia di Viterbo, anche qui ci sono eventi e feste da segnalare, in particolare la Festa del vino e la Festa dell’olio e del vino novello. Anche Vignanello è un piccolo borgo di origini medievali dominato storicamente da due importanti famiglie. Il territorio su cui sorge è davvero variegato e ricco di colline e corsi d’acqua.

Passando a Viterbo, non dimenticare di fare una pausa in uno dei più famosi caffè del luogo: il Gran Caffè Schenardi di Viterbo.

Gradara

12. Gradara (Marche)

Gradara è lo splendido borgo che incorniciò la storia d’amore tra Paolo e Francesca. Essendo vicino al mare, oggi è una meta turistica piuttosto antica, pur mantenendo il fascino del paese e della storia antica. Il borgo ha ottenuto vari riconoscimenti negli anni. Visitando il sito del turismo è possibile avere notizie dettagliate sugli eventi in programma anche in relazione alle nuove norme sanitarie.

Gradava si trova a cavallo tra le Marche e l’Emilia Romagna ed è di certo uno dei 5 borghi da scoprire viaggiando in Emilia Romagna. Se sei in cerca di consigli, scoprir le 5 cose da fare low cost in un giorno a Gradara.

13. Tagliacozzo (Abruzzo)

Tagliacozzo, si trova in Abruzzo, nella parte occidentale della Marsica e vi consigliamo di visitarlo perché è ricco di storia, con una piazza armonica e bellissima e tanti vicoli suggestivi da percorrere in sicurezza. La cucina abruzzese poi merita un discorso a parte, nel periodo pasquale non bisogna perdere la Pizza tipica e i biscotti preparati dalle monache di clausura.

Craco

14. Scanno (Abruzzo)

Scanno è un piccolo borgo in provincia dell’Aquila, ideale per una fuga romantica. Si trova proprio all’interno del Parco nazionale d’Abruzzo. Anche passeggiare a piedi per il borgo è sorprendente, sono tanti i palazzi cittadini in stile barocco e rococò. Ha un’ampia tradizione legata alla fotografia: tantissimi fotografi famosi, come ad esempio Henri Cartier-Bresson, sono passati per Scanno immortalando le sue bellezze.

Viaggiando in questa regione, è impossibile non consigliare di vedere i 5 castelli più belli d’Abruzzo.

15. Venosa (Basilicata)

Siamo in provincia di Potenza, Basilicata, in un territorio ricco di bellezze naturali. La tradizione culinaria e artigianale e la produzione di olio d’oliva, miele e salumi, è fondamentale per questo paesino.
Il nome probabilmente arriva dai romani, pare che Venosa fu fondato in onore della dea dell’amore: Venere.

Un altro luogo che consiglio di visitare è il borgo fantasma di Craco in Basilicata.

Ostuni

16. Ostuni (Puglia)

Il borgo di Ostuni, in Puglia, un tempo era completamente dipinto di bianco, si tratta di una perla paradisiaca da visitare almeno una volta nella vita. Ci troviamo nella provincia di Brindisi, viene chiamata la città bianca per il colore delle case, ma soprattutto per il borgo antico. Le spiagge di Ostuni sono meravigliose e diversificate, piene di calette e coste rocciose: una visita da non perdere.

Per un viaggio che comprende anche il borgo di Ostuni, consiglio l’itinerario di 3 giorni in Valle d’Itria.

17. Bosa (Sardegna)

Bosa ha origini molto antiche e si trova nella costa centro-nord della Sardegna. Uno spettacolo di colore e suggestioni, un luogo ricco di storia e di cultura. La Sardegna infatti non è solo mare e spiagge libere! Nel centro storico si può accedere solo a piedi e ciò renderà la vostra visita ancora più suggestiva. Da segnalare lo splendido quartiere medievale, nominato sa Costa (la costa).

Sei affascinato da questa città della Sardegna? Leggi anche Bosa, un borgo da scoprire.

Bosa

18. Campana (Calabria)

Campana viene definito la Stonhenge della Calabria. Perché? Questo perché il paese è famoso per i suoi megaliti situati appena fuori dal centro abitato.
Ci troviamo nell’affascinante territorio della Sila, oggi zona poco abitata, perfettamente a metà tra il mare e la montagna. Un punto ottimale per far visita alle bellezze che la Calabria ha da offrire.

Non ti ho ancora convinto? Ecco 5 motivi per visitare la Calabria e 5 cose da vedere nella Costa degli Dei.

19. Erice (Sicilia)

Erice è un borgo medievale e si trova in provincia di Trapani, in Sicilia. Ha un nome antico e origini mitologiche, sono tante infatti le leggende che ruotano intorno alla storia di questo paese. In qualunque periodo dell’anno deciderete di vistarlo, Erice vi conquisterà con le sue bellezze naturalistiche e architettoniche.

Per visitare questo borgo, ti consiglio di seguire il post le 48 ore tra Trapani, San Vito lo Capo e Erice, inoltre ti suggerisco di non perdere e si assaggiare le genovesi di Maria Grammatico – qui anche la storia.

Erice

20. Montalbano Elicona (Sicilia)

Siamo in provincia di Messina, in Sicilia. Nel 2015 gli è stato assegnato il titolo di Borgo dei borghi! dalla trasmissione Alle falde del Kilimangiaro. Lo scenario naturale è meraviglioso e il paese è pieno di vicoli che sembrano usciti da una favola.
Nel territorio circostante, vi segnaliamo dei boschi da non perdere: la Riserva di Malabotta.

Il viaggio da non perdere qui è l’itinerio tra Nebrodi, Etna e Montalbano Elicona per visitare la vera Sicilia.

482 articoli

Informazioni sull'autore
Tutti i post scritti dai collaboratori di Viaggi Low Cost li trovate qui. Racconti di viaggio, consigli low cost, mete e tour insoliti per un viaggio davvero economico e i consigli degli insider. Segui tutti i canali social per rimanere aggiornato.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Panzerotti pugliesi, la ricetta originale

La ricetta originale dei panzerotti pugliesi, da replicare dopo un viaggio a Bari o per ricordare una vacanza. La ricetta originale dei panzerotti con mozzarella e pomodoro è fritta, non al forno.
Dove Dormire

Casa nella natura, dove andare in vacanza in sicurezza

Casa nella natura è il portale olandese che arriva in Italia. Una selezione di alloggi come baite, case di campagna, yurte, glamping o trulli dove dormire in mezzo alla natura e sentirsi sicuri in vacanza e lontani dai centri abitati.
Ricetta

Fregola sarda, la ricetta con il pesce e i frutti di mare

La ricetta perfetta della Fregola sarda, un piatto tipico della Sardegna. Tutti gli ingredienti e il procedimento spiegato passo dopo passo per realizzare anche a casa un buon piatto di fregola sarda con il pesce o i frutti di mare.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Destinazioni

Un autunno a Felitto: i sapori d’autunno cilentani nel borgo medievale