Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Working holiday visa: cos’è e come funziona

2 minuti di lettura
Vorresti fare un'esperienza all'estero ma allo stesso tempo lavorare per non consumare tutti i tuoi risparmi?! Il working holiday visa è il visto giusto per te! Scopri per quali paese puoi applicare, per quanto puoi rimanerci e tanto altro. Non perderti questo articolo.

Questo articolo è stato aggiornato il Maggio 25, 2022

Il working holiday visa è un tipo di visto lavorativo emesso solo da alcuni stati che permette di vivere e lavorare legalmente in un paese. Non tutti danno questa opportunità, infatti lo stato di residenza incide molto sulla possibilità di applicare per un visto come questo e noi italiani abbiamo la fortuna di poter fare richiesta per l’Australia,  la Nuova Zelanda,  la Corea del Sud e il Canada.

In questo articolo quindi ti spiegherò come applicare, come funziona e perché dovresti decidere di partire con un working holiday visa.

working holiday visa

Come funziona il working holiday visa

Fare richiesta non è difficile, ti basta andare sul sito del governo del paese in questione, e applicare per il visto.
Dovrai successivamente compilare diversi moduli personali e riempire tutti i campi contrassegnati dall’asterisco.
Una volta terminata questa fase, dovrai pagare per il visto, che varia dai 70€ ai 300€ in base al paese scelto.

In certi casi come per l’Australia, il visto è molto rapido ad arrivare, a volte si fa richiesta e qualche ora dopo si riceve già la risposta dal governo con il visto in formato pdf.

Mentre in altri casi, come per il Canada, la procedura è più lunga perchè sono richiesti diversi certificati da richiedere presso il tribunale della tua città. Io per esempio ho dovuto aspettare circa due mesi prima di ottenere il visto. Inoltre per il Canada essendo i posti per noi italiani limitati, c’è anche rischio di non venire accettati.

Ad ogni modo una volta ottenuto il visto, è fondamentale stipulare un’assicurazione sanitaria che ti progetta in caso di incidenti o problemi. Soprattutto quando si va fuori Europa, è indispensabile farla.

Una volta quindi ottenuto il visto e fatta l’assicurazione, non ti resta che organizzare tutto il resto. Puoi prenotare ll volo e l’ostello per le prime notti.

working holiday visa

Come lavorare con il working holiday visa

Grazie al working holiday visa potrai quindi lavorare e vivere legalmente in uno dei paesi sopra citati. Questo significa che potrai portare curriculum e lavorare in regola per tutta la durata del tuo visto. Si tratta infatti di una delle migliori opportunità, perché ti permette di guadagnare soldi e poi goderti un paese come un locale, senza viaggiare con la fretta di un turista.
Tra l’altro in Australia come in Nuova Zelanda, questo visto ti permetterà di vivere fino ad un anno, con possibilità di estendere la tua esperienza, a patto di fare un periodo di lavoro nei campi.

Dimostrando infatti di aver lavorato per 88 giorni in aree rurali, contribuendo quindi alla comunità, potrai ottenere un altro anno in Australia e 3 mesi in Nuova Zelanda.

Questi due paesi, sono infatti ricchi di campi e di aree agricole, dove la manodopera è molto richiesta. Per questo motivo tanti giovani decidono di partire verso l’entroterra, per poter lavorare seguendo i ritmi della natura.

In Canada invece non c’è questa possibilità, perchè a prescindere dalla tipologia di lavoro che farai, il visto lavorativo durerà purtroppo solo sei mesi.
C’è però la possibilità di estendere la propria permanenza attraverso un visto turistico di 6 mesi.

Perché scegliere il working holiday visa

Sono esperienze che non capitano ovviamente tutti i giorni e sopratutto sono limiate nel tempo, attualmente infatti è possibile richiedere questi visti fino ad un massimo di 35 anni.

Se quindi hai voglia di partire e di farti un’esperienza diversa dal solito ed estremamente formativa a livello personale, questo visto ti darà la libertà che cerchi.

Aver la possibilità di vivere in un altro paese e di conoscerlo a fondo è un privilegio enorme, che non tutti hanno. Il passaporto italiano ha un’enorme potere, ed è una fortuna, che spesso viene sottovalutata. Per questo è importante cogliere queste occasioni, partire e mettersi in gioco per un periodo di tempo, scoprendo nuovi paesi come un vero locale.

41 articoli

Informazioni sull'autore
Alice ama definirsi una viaggiatrice local, perché le piace entrare nel vivo di ogni paese che visita. E’ una grande amante dei roadtrip e dei viaggi zaino in spalla soprattutto oltre oceano.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

I luoghi iconici de "Il Signore degli Anelli" in Nuova Zelanda

Siete curiosi di sapere quali sono i luoghi più iconici della saga più famosa del mondo? Continuate a leggere!
Destinazioni

Lago Muskoka, vero paradiso naturale nell'Ontario

Una provincia ricca di specchi d’acqua da visitare per chiunque cerchi bellissimi panorami e tanto relax. Il Lago Muskoka si trova a due ore di automobile da Toronto ed è un vero paradiso naturale.
Destinazioni

10 cosa da fare imperdibili a North Stradbroke Island

Un’isola meravigliosa dove animali, natura e uomo convivono in perfetta armonia: se siete amanti di paesaggi naturali e sport, non perdete questo articolo. North Stradbroke Island vi aspetta!
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Destinazioni

Brisbane South Bank: il mare nel centro della city