Come viaggiare di più spendendo di meno

Viaggiare con PLF
Come Muoversi

Passenger Locator Form: a chi serve e quando si usa il PLF per viaggiare in tempo di Covid

2 minuti di lettura
Viaggiare in tempo di Covid non è affatto semplice con tutte le informazioni che cambiano rapidamente. Qui trovi le notizie sul PLF, Passenger Locator Form, a cosa serve e a chi serve, ma anche una serie di informazioni per sapere come viaggiare da Paese a Paese in tempo reale, cosa serve, quali sono le pratiche di viaggio e a cosa prestare attenzione.

Siamo tutti alle prese con i viaggi in tempo di Covid, e siamo tutti alle prese con un nuovo tipo di documentazione, dal Green Pass fino al Passenger Locator Form.  Cos’è il PLF, come si usa, quando si deve compilare e come vengono usati i dati raccolti? Vediamolo insieme.

Viaggiare con PLF

I Passenger Locator Forms sono moduli utilizzati dalle Autorità Sanitarie nel caso in cui i passeggeri siano stati esposti ad una malattia infettiva durante un viaggio a bordo di qualsiasi mezzo di trasporto (nave, aereo, treno, autobus o automobile) al fine di facilitare il tracciamento dei contatti. Le informazioni fornite nei PLF possono essere utilizzate dall’Autorità Sanitarie dei Paesi di destinazione al fine di poter contattare rapidamente i passeggeri, con l’obiettivo di proteggere la loro salute e quella dei loro contatti, oltre che a prevenire l’ulteriore diffusione di malattie. I PLF sono quindi uno fondamentale strumento a tutela della salute sia individuale che collettiva.

I Paesi che richiedono la compilazione dei PLF, attualmente utilizzano moduli cartacei o PLF digitali online. Al fine di fronteggiare la pandemia da COVID-19, è stato sviluppato un sito web per promuovere l’utilizzo di un unico modulo digitale europeo – EU digital Passenger Locator Form (dPLF). Questo formato digitale permetterà, infatti, una più facile e rapida raccolta e scambio di dati, rendendo la ricerca di contatti più efficace ed efficiente a contrastare la diffusione del COVID-19.

Viaggiare con PLF

Ogni Paese ha la propria politica riguardo a chi deve compilare il PLF (alcuni Paesi richiedono un unico PLF nel caso in cui una famiglia viaggia insieme, mentre altri Paesi richiedono che ogni persona adulta compili un PLF individuale).

Se vuoi avere tutte le informazioni che ti servono per viaggiare da un Paese all’altro, i documenti, quali vaccini e dopo quanto puoi viaggiare e in che condizioni (età, numero di dosi ad esempio) consulta questo sito https://reopen.europa.eu/ e inserisci il tuo Paese di origine e il Paese di arrivo. Avrai in elenco (e nel dettaglio) chiariti tutti i punti tra documenti da portare, da compilare, cosa avere e cosa fare prima di prenotare o partire per un viaggio. E` un sito utilissimo che dice una cosa super importante.

Viaggiare con PLF

Al momento infatti, è necessario per tutti quelli che rientrano in Italia compilare un PLF. Le cose cambiano in fretta ed è bene sempre guardare il sito e capire per quale Paese è necessario il Passenger Locator Form. 

Sempre nello stesso sito è possibile scegliere il Paese di arrivo del proprio viaggio e capire quali sono attualmente le misure di sicurezza da adottare. Ad esempio se ci sono coprifuoco attivi, se e quando bisogna indossare le mascherine chirurgiche, quando bisogna indossarle (solitamente i bambini sotto una certa età – dipende dal Paese –  non devono indossarla), ma sono presenti anche tutte quelle informazioni pratiche per contattare i siti ufficiali, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per avere maggiori informazioni.

Viaggiare con PLF

Due siti, quello del Passenger Locator Form e quello del Re-Open Eu incredibilmente utili per diversi motivi. Innanzitutto per non farsi sopraffare dalla mole di informazioni, poi per non farsi sopraffare dalla mole di informazioni sbagliate o poco complete e infine per avere siti sempre aggiornati dai Paesi stessi sulle norme di comportamento e di ingresso con qualsiasi mezzo e in qualsiasi condizione.

Viaggiare è meraviglioso ed è quanto di più bello abbiamo conosciuto ad oggi (se sei su questo sito è perché lo pensi anche tu), ma bisogna permettere a tutti di viaggiare in assoluta sicurezza per la salute non solo nostra.

2017 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è autrice e fondatrice del magazine Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. Per Viaggi Low Cost scrive ogni giorno tutto quello che trova di economico nei suoi numerosi viaggi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
News

Assicurazione viaggio in tempo di Covid, quanto conta

Quanto conta l’assicurazione di viaggio in tempo di Covid? Come stipularla a cosa prestare attenzione e perché viaggiare sicuri rimane ancora un imperativo categorico se amiamo l’avventura e vogliamo visitare il Mondo? Leggi tutto qui.
News

Green Pass, come funziona e come ottenerlo per viaggiare

Come ottenere il Green Pass in Italia, a cosa serve e come ci permetterà di viaggiare sia in Italia che in tutta Europa e negli stati membri dell’Unione Europea. Tutte le informazioni sul certificato verde anti covid qui.
News

Come viaggiare alle Canarie in tempo di Covid

Le Canarie in tempo di Covid si possono raggiungere con un biglietto aereo, un tampone negativo (no test rapido), effettuato 72 ore prima e la compilazione di un modulo richiesta dal Paese spagnolo: e la vacanza è servita!
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!
[sibwp_form id=2]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
News

Come viaggiare alle Canarie in tempo di Covid