Come viaggiare di più spendendo di meno

nor
Ricetta

Ricetta Ramen, icona del Giappone moderno

3 minuti di lettura
Non sarà semplicissimo preparare il ramen in casa, ma gustare questa tipica ciotola di brodo caldo vi darà una grande soddisfazione. Ecco le regole e i consigli per preparare un gustoso ramen, il piatto simbolo del Giappone moderno.

Questo articolo è stato aggiornato il Ottobre 20, 2020

Il Ramen è un piatto simbolo del Giappone come lo conosciamo oggi. Lo si trova ovunque e ne esistono tanti tipi diversi. Questo piatto, diventato tanto noto nella terra del Sol Levante, è in realtà originario della Cina. Scopriamo nel post come preparare un ottimo Ramen a casa nostra.

Informazioni pratiche:

Difficoltà: difficile

Preparazione: 1 giorno (preparazione brodo, arrosto, topping e piatto).

Cottura:

Brodo: 2 ore in pentola a pressione o 5/6 ore in pentola (+20 minuti pulizia carne)
Arrosto maiale: 1 ora (+2 ore di marinatura)

Dosi: 4 persone

Presentazione del piatto

Il ramen è uno dei piatti icona del Giappone moderno. In libri, film, anime e manga è impossibile non trovare questa famosissima ciotola di pasta in brodo.

“Ramen” ラーメン viene scritto in katakana (il sillabario utilizzato per traslitterare le parole straniere), quasi ad avvalorare la provenienza estera di questo piatto, originario della Cina.
In Giappone la popolarità del ramen crebbe alla fine della Seconda Guerra Mondiale, a seguito di una massiva carenza di riso e grazie all’importazione della farina nel Paese da parte degli Stati Uniti. Il boom si ebbe poi nel 1958, quando vennero lanciati sul mercato gli “instant noodles”, considerati da alcuni la più grande invenzione del secolo!

Vari tipi di ramen

Esistono diverse tipologie di ramen che variano a seconda della composizione del brodo, dal tipo di spaghetti utilizzati e dai topping di accompagnamento. Ogni regione del Giappone ha la sua versione, e ne esistono anche alcune “occidentalizzate”.

Ingredienti

Vi propongo un brodo che può essere utilizzato come base per creare 3 diverse tipologie di ramen (shoyu, shio e miso). Per la versione “tonkotsu” basterà aggiungere agli ingredienti articolazioni e zampe di maiale (dopo averle fatte spurgare con una prima bollitura).

Per il brodo (circa 2l):
carcassa di 1/2 pollo (pulita e a pezzi)
3,5l di acqua
2 spicchi d’aglio
1 porro
15g zenzero
150ml di sakè (o vino bianco)
1 cucchiaino di sale

Per l’arrosto di maiale:
1kg lonza di maiale
20g miso
2 cucchiai salsa di soia
2 cucchiai saké (o vino bianco)
5g zenzero grattugiato
1 spicchio d’aglio grattugiato
¼ porro grattugiato

Pasta e topping (classici):
Spaghetti per ramen
Olio di sesamo
Arrosto di maiale
2 Uova
Cipollotto
Alga nori
spinaci

Shio ramen: 4 cucchiai brodo dashi.
Shoyu ramen: 2 cucchiai di salsa di soia.
Miso ramen: 1 cucchiaio di pasta di miso

Preparazione brodo:

In una pentola, far bollire la carne per 15-20 minuti, in modo da eliminare il sangue e il midollo in eccesso. Scolare e lavare la carne sotto acqua corrente
in una pentola a pressione, portare ad ebollizione la carne lavata insieme agli altri ingredienti del brodo. Sulla superficie si formerà della schiuma: eliminarla con un colino.
Chiudere la pentola, abbassare il fuoco e far bollire per circa 2 ore dopo il fischio. (Se si dispone di una pentola normale, cuocere per circa 5-6 ore a fiamma bassa, aggiungendo acqua nel caso non ce ne fosse a sufficienza per coprire la carne).
A fine cottura, filtrare il brodo con una garza e un colino.

Preparazione arrosto:

Ricoprire il trancio di lonza con la pasta di miso, salsa di soia, sakè, zenzero, aglio e porro grattugiato. Lasciar marinare per almeno 2 ore e
cuocere in forno (180°) per 50 minuti/1 ora.
Lasciar raffreddare, dopodiché tagliare a fettine.

Preparazione ramen:

Fate bollire le uova per 6 minuti e ½. Scolarle e farle raffreddare in acqua fredda. Sgusciarle e tenerle da parte.
Preparare le ciotole: inserire in ognuna 1 cucchiaio di olio di sesamo. A seconda del tipo di ramen scelto, inserire salsa di soia, miso o brodo dashi nelle quantità indicate. Aggiungere 500ml di brodo e mescolare bene per amalgamare gli ingredienti.
In una pentola, portare l’acqua a bollore (senza salarla) e buttare la pasta
a fine cottura (circa 1 minuto, seguire le istruzioni riportate sulla confezione), scolarla e suddividerla tra le ciotole.
Aggiungere ad ogni ciotola 2 fette di arrosto, mezzo uovo e topping a piacere. Servire caldo.

Curiosità e Consigli

Il bello del ramen è che è un piatto variegato, perciò sbizzarritevi con i topping!

Se volete delle uova più gustose (ajitama), dopo averle sgusciate, marinatele almeno 1 giorno in frigo in una miscela composta da 2 parti di salsa di soia e 1 di mirin.
Carne e brodo possono essere conservati un paio di giorni in frigo. È probabile che sul brodo si formino dei residui di grasso: potete toglierli prima di riutilizzarlo.
Si dice che il ramen vada consumato in meno di 8 minuti affinché i tagliolini non perdano consistenza. Questa regola non scritta è quasi una consuetudine per i giapponesi che lo mangiano ad una velocità impressionante, a volte persino in piedi!

7 articoli

Informazioni sull'autore
Perito chimico di formazione, sognatrice per passione. Ama il Giappone alla follia, tanto che non riesce a starne lontana per troppo tempo. Le piace viaggiare per conoscere nuove culture e approfondire le diversità che ci rendono unici. Ha uno spirito curioso e una pancia sempre vuota! Adora la buona cucina, italiana e del mondo. Spesso la si trova con lo sguardo perso nel vuoto. Non preoccupatevi: sta sicuramente pensando a cosa mangiare per cena!
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Fioriture nel mondo: dall'Olanda al Giappone, le più spettacolari

Le più belle fioriture nel Mondo, dai tulipani dell’Olanda ai ciliegi del Giappone, dai lupini della Nuova Zelanda fino alla lavanda della Provenza. Tutte le più belle fioriture da vedere in ogni periodo dell’anno, per viaggiare “secondo fioritura”.
Ricetta

Yakitori, ricetta per preparare lo street food giapponese

Yakitori, la ricetta degli spiedini giapponesi anche per vegetariani. In Giappone sono cibo da passeggio (street food) anche per vegetariani con il tufo invece del pollo. Ecco la ricetta per rifarli a casa durante una cena con gli amici (magari dopo un viaggio in Giappone).
Ricetta

Laddu, ricetta indiana dei dolci delle feste

Laddu, i dolci delle feste per la tradizione indiana. Si preparano in poco tempo, sono gustosi e piacciono tanto ai bambini. Se vi trovate in India e siete invitati a casa di qualcuno, è buona norma portare una scatolina di Laddu.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Dove Dormire

Dormire a Nagoya, Giappone centrale