Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Indonesia: quando visitarla e guida all’ottenimento del visto

2 minuti di lettura
Uno dei sogni dei viaggiatori low cost è quello di visitare l'Indonesia. Hai già pensato a quando partire? Qui una guida sul clima indonesiano e su quando è più conveniente andare, ma soprattutto come procurarsi un visto indonesiano pre partenza.

Cerchi un’assicurazione viaggio che copra le tue spese? (malattia o infortunio all’estero, compreso il Covid-19). Compra direttamente online la polizza viaggio Heymondo o fatti fare un preventivo con il mio codice sconto del 10%! Viaggi con la famiglia? Hai il 10% + il 15% di sconto se a viaggiare siete almeno in tre!

Questo articolo è stato aggiornato il Maggio 10, 2024

Con oltre 17.000 isole, lo stato insulare dell’Indonesia è uno dei Paesi più visitati del Sudest asiatico, insieme a Thailandia, Malesia e Vietnam. A dire la verità, il Sudest asiatico nella sua interezza costituisce un’area di particolare interesse, sia per i viaggiatori “zaino in spalla” che per i turisti alla ricerca di tranquillità.

A rendere unici i Paesi di questa zona del mondo sono le spiagge, le vaste aree naturali verdeggianti e i luoghi culturali, tra cui gli innumerevoli templi buddisti. Tutto ciò è reso ancora più speciale dalla popolazione locale, che ha la reputazione di essere tra le più ospitali al mondo, e dal clima, che offre belle giornate in tutte le stagioni. A proposito di stagioni, c’è da tenere conto che in Indonesia funzionano diversamente rispetto all’Italia, e che determinati periodi dell’anno sono più indicati per un viaggio in questo Paese. Continua a leggere per scoprire quali sono questi periodi e per ulteriori informazioni sul visto obbligatorio per l’Indonesia.

Stagioni in Indonesia: quando partire?

L’arcipelago indonesiano gode di un clima di tipo tropicale, con temperature calde durante tutto l’anno. Inoltre, le stagioni in Indonesia funzionano diversamente: nel corso dell’anno le temperature restano più o meno stabili, mentre cambia la quantità e l’intensità delle precipitazioni. Per questo motivo, in Indonesia non esistono inverno, primavera, estate e autunno. L’anno viene infatti diviso in due macrostagioni: la stagione secca e la stagione delle piogge. Generalmente, si consiglia ai viaggiatori di visitare l’Indonesia durante la stagione secca, ovvero tra aprile e ottobre, per evitare le abbondanti precipitazioni e l’alto tasso di umidità della stagione delle piogge.

C’è da dire che il clima varia notevolmente da una zona all’altra dell’Indonesia. Ad esempio, le regioni montuose di Sulawesi e Papua godono di temperature più miti tutto l’anno. Al contrario, in alcune zone dell’isola di Sumatra e nella parte indonesiana del Borneo, talvolta si possono trovare temperature più elevate e un’umidità maggiore.

La richiesta di visto per l’Indonesia

Prima di partire per un viaggio intercontinentale, è fondamentale informarsi in merito alle politiche in materia di visti del Paese che si andrà a visitare. Anche nel caso dell’Indonesia, i viaggiatori italiani sono tenuti a richiedere il visto, ma per fortuna la procedura di richiesta è semplice e veloce.

Molti viaggiatori scelgono di acquistare il proprio visto subito dopo il loro arrivo in Indonesia. Nei principali punti di ingresso nel Paese, ovvero alcuni valichi di frontiera, porti e aeroporti internazionali, è possibile acquistare un cosiddetto “visa on arrival” (visto all’arrivo) presso gli appositi sportelli, presentando un passaporto valido per almeno sei mesi dal momento dell’ingresso in Indonesia e una conferma di prenotazione del viaggio di ritorno.

Il “visa on arrival” è sicuramente un’ottima opzione se non riesci a richiedere per tempo un visto Indonesia, ma c’è sempre il rischio che la tua richiesta di visto venga rifiutata allo sportello.
Se vuoi metterti in viaggio già con la sicurezza di disporre di tutti i documenti necessari, puoi anche richiedere un visto per l’Indonesia online prima della partenza. La procedura di richiesta è piuttosto semplice: basta compilare l’apposito modulo e fornire i documenti necessari (una fototessera digitale del viaggiatore e una foto o scansione del passaporto del richiedente). In tal modo, eviterai lunghe code e potrai preparare il tuo viaggio in Indonesia con tranquillità.

Questo articolo ti ha messo voglia di viaggiare? Benissimo!
Vai su Booking e trova l’hotel, il b&b o l’appartamento ideale per il tuo viaggio!
Oppure inizia la tua ricerca proprio qui sotto :)

Booking.com

Trova l’Hotel per te!

 

Stai cercando un volo per questa destinazione? Prenota con Skyscanner e trova facilmente il volo più economico secondo le tue date e le tue preferenze di aeroporto. Oppure, inizia la ricerca qui sotto!

Trova il tuo volo!

 

2080 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è direttrice del giornale e fondatrice di Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. E` stata definita nel 2020 da Lonely Planet "la pioniera dei blog di viaggi in Italia". Nel suo profilo Instagram (@federchicca) e nel suo blog personale www.federicapiersimoni.it tante avventure, non solo di viaggi!
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Yakitori, ricetta per preparare lo street food giapponese

Yakitori, la ricetta degli spiedini giapponesi anche per vegetariani. In Giappone sono cibo da passeggio (street food) anche per vegetariani con il tufo invece del pollo. Ecco la ricetta per rifarli a casa durante una cena con gli amici (magari dopo un viaggio in Giappone).
Ricetta

Laddu, ricetta indiana dei dolci delle feste

Laddu, i dolci delle feste per la tradizione indiana. Si preparano in poco tempo, sono gustosi e piacciono tanto ai bambini. Se vi trovate in India e siete invitati a casa di qualcuno, è buona norma portare una scatolina di Laddu.
Ricetta

Samosa, la Ricetta originale indiana anche a casa

La ricetta dei Samosa indiani, snack sfizioso di tanti paesi del mondo. Non solo in India infatti, ma anche in Nepal, in Iran e altre località del Mondo. Nell’articolo tutte le informazioni per prepararli a casa, anche quelli vegetariani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Destinazioni

Mete spirituali per un soggiorno yoga