Come viaggiare di più spendendo di meno

Ricetta abbacchio allo scottadito
Ricetta

Ricetta romana dell’abbacchio allo scottadito

2 minuti di lettura
La ricetta tipica dell'abbacchio allo scottadito, uno dei cinque piatti della tradizione romana che sicuramente avrai trovato in qualche trattoria tipica romana. Ecco come si prepara e qualche consiglio in più per una realizzazione perfetta anche a casa.

L’abbacchio allo scottadito è una delle ricette della tradizione romana che incuriosisce di più, per il nome sicuramente, e anche una delle ricette che si incontra più spesso nei men delle trattorie romane. Ma come si prepara a casa l’abbacchio allo scottadito? La ricette non è difficilissima, ma bisogna seguire le indicazioni passo passo e, se possibile, tentare di rubare qualche trucchetto di cottura a qualche bravo cuoco romano (o a qualche parente o amico,  se avete la fortuna di averne uno che abita in quelle zone).

Ricetta abbacchio allo scottadito

L’abbacchio allo scottadito non è ovviamente l’unico piatto della tradizione romana, ce ne sono tanti altri degni di nota, i 5 piatti della tradizione romana per eccellenza li abbiamo riuniti in un unico articolo, ma se ne conosci altri, indicaceli pure.

Informazioni pratiche
Difficoltà: facile

Preparazione: 60 minuti
Cottura: 10 minuti
Dosi: 4 persone

Ricetta abbacchio allo scottadito

Presentazione del piatto: storia e tradizioni

L’abbacchio alla scottadito è un piatto tipico della cucina romana: imprescindibile per ogni tavolo capitolino che si rispetti nel giorno di Pasqua, ideale per un pranzo della domenica in famiglia o fra amici, o per un piatto veloce e gustoso quando si è soli. Ma di cosa si tratta per l’esattezza? Nient’altro che costolette di agnello alla griglia, che come suggerisce il nome, vanno servite bollenti, e mangiate rigorosamente con le mani! Come tutte le pietanze con pochi ingredienti, la qualità di questi è fondamentale, affidatevi dunque al vostro macellaio di fiducia. In alternativa, se siete in gita a Roma per qualche giorno, magari in primavera, potrete gustarlo in una delle tante trattorie tipiche dei Castelli Romani, cotto alla brace, insieme ad un bicchiere di vino rosso autoctono, all’ombra di un pergolato di vite.

Ricetta abbacchio allo scottadito

Ingredienti

Abbacchio, 500 gr.
Sale q.b.
Pepe q.b.
Olio, q.b.
Un rametto di rosmarino fresco
Due Limoni

Preparazione

Iniziamo col battere la carne con un batticarne, questo contribuirà a renderla più tenera. Si procede poi con la marinatura: disponete la carne in un piatto piano largo, ed aiutandovi con i ramoscelli di rosmarino irroratela con l’olio, che poi adageremo sulla carne stessa. Ricopriamo le costolette con la pellicola e riponiamole in frigo per 30 minuti. Una volta trascorsi, lasciamo riposare la carne a temperatura ambiente per altri 20 minuti circa. A questo punto siamo pronti per la cottura: adagiamo le costolette su una griglia bollente (in alternativa una padella antiaderente può andar bene), e cuociamole 4/5 minuti per lato, cambiando lato una volta sola. A cottura ultimata, portiamo in tavola le costolette su un vassoio, precedentemente aggiustate di sale e pepe (quest’ultimo non è indispensabile) e gustiamole bel calde.

Ricetta abbacchio allo scottadito

Consiglio per intenditori

A piacimento, possiamo guarnire il vassoio di portata con delle fette di limone non trattato, qualche goccia centellinata sulla carne aiuterà a pulire il palato fra un boccone e l’altro.
Per la cottura, una griglia di ghisa è l’ideale per questa preparazione, grazie alla sua capacità di trattenere il calore. Come contorno, un’insalata verde condita con abbondante aceto sarà il perfetto accompagnamento a questo piatto ricco di sapore, in alternativa, se nella stagione giusta, dei carciofi alla romana si accoppieranno in maniera altrettanto gradevole.
Infine, se siamo degli amanti della carne di agnello, insieme alle costolette, possiamo aggiungere altri tagli, come ad esempio il cosciotto.

7 articoli

Informazioni sull'autore
Giulio nasce a Roma 32 anni fa, e per i primi 25 anni non combina granchè. Poi, vivendo tra Roma, Londra e Milano, inizia a viaggiare, a cucinare, ad assaggiare; gioca a Lacrosse, si dottora in astrofisica, fa volontariato, lavora come analista finanziario, coltiva l’orto, e continua a viaggiare, e mai smetterà.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Dove vedere i fenicotteri a Comacchio

Se non hai la possibilità di andare all’estero ma vuoi comunque vedere i fenicotteri, a Comacchio potrai vivere questa bellissima esperienza. Attraverso diversi tour infatti potrai vederli in totale libertà e goderti una giornata in questa splendida zona dell’emilia romagna.
Dove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Ricetta

Tortionata di Lodi, la ricetta del dolce di mandorle

La Tortionata è la torta della città di Lodi, famosa in tutta la Provincia con una storia antichissima e un nome curioso. Leggi come preparare la torta e come gustarla, inoltre dove trovarla a Lodi e in Lombardia.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Ricetta

Ricetta della piadina romagnola: l'originale da fare in casa