Come viaggiare di più spendendo di meno

News

Viaggio in Egitto, come chiedere il rimborso

2 minuti di lettura

vacanze-egitto-rimborsi-farnesina

Le destinazioni di Hurghada e di Sharm el Sheikh sono solo alcune delle mete più scelte ogni anno dagli italiani in Egitto. Avendole fatte entrambe so perché vengono scelte. Oltre al mare, alle escursioni, alla barriera corallina, ci sono posti bellissimi da vedere come il Cairo e il Museo Egizio, il primo al mondo, il secondo si trova a Torino, ma anche le Piramidi, Luxor e tantissime altre destinazioni che oltre al mare offrono di più, tanto di più.

I recenti scontri in Egitto e al Cairo hanno fatto sì che molte persone abbiano dovuto rinunciare al proprio viaggio. Parliamoci chiaro, la situazione in Egitto è molto grave, ma qui non parliamo ne di cultura ne di politica, in questo articolo specifico ci dedichiamo ai viaggi in Egitto, questo non vuol dire che non ci stia a cuore la situazione del Paese e del popolo egiziano.

Il sito Viaggiare Sicuri, il sito del Ministero degli Affari Esteri, dichiara quanto segue:

“In ragione del progressivo deterioramento del quadro generale di sicurezza, si sconsigliano i viaggi in tutto il Paese.

Nelle località turistiche del Mar Rosso (Sharm el Sheikh, Marsa Alam, Berenice e Hurgada) ed in quelle della costa nord (Marsa Mathrou, El Alamein), non si registrano al momento incidenti né indicazioni di rischio per l’incolumità dei connazionali presenti, anche se, in ragione del continuo evolvere degli eventi non sono da escludere azioni dimostrative legate alla situazione di generale instabilità del Paese. Al riguardo, si suggerisce fortemente di continuare ad evitare escursioni fuori dalle istallazioni turistiche ed in particolare nelle città, ed attenersi tassativamente alle indicazioni diramate dalle autorità locali. ” potete leggere tutto il comunicato del 19 agosto nel sito ufficiale del Ministero degli Affari esteri.

Nello specifico, cosa vuol dire? Chi ha diritto al rimborso del viaggio?

Se ad annullare il viaggio è il tour operator, annullando i pacchetti di soggiorno, in questo caso il turista ha diritto a un rimborso immediato o al congelamento della quota per acquistare un altro pacchetto oppure a essere riprotetto su altra destinazione più avanti o nello stesso periodo.

Se ad annullare il viaggio siete voi le cose sono due. Il comunicato della Farnesina prima di Ferragosto e proprio a Ferragosto, annunciava che non c’erano pericoli per chi si trovava nei villaggi turistici, ma di non fare escursioni fuori dai villaggi. Ecco, chi ha deciso di annullare il suo viaggio prima e nella data del 14 agosto non ha diritto ad un rimborso, perché la Farnesina non vietava la vacanza.

Se annullate il viaggio o avete annullato il viaggio a partire dal 17 agosto 2013 invece, avete diritto al rimborso, perché?! Perché la Farnesina ha annunciato il pericolo esteso anche ai villaggi turistici, quindi Sharm el Sheikh, Hurghada, Marsa Alam e tanti altri. Hanno diritto al rimborso di quanto pagato i turisti che si vedranno annullare dai tour operator i viaggi in Egitto. Al momento hanno annullato le partenze per l’Egitto quasi tutti i tour operator, anche se tanti altri no, ecco perché dovete informarvi bene prima di fare qualche mossa, la pena è che muovendovi in fretta e senza sapere non avrete diritto al rimborso del viaggio.

L’ultimo caso è quello attuale. Se le autorità, quindi la Farnesina, sconsigliano il viaggio (ricordiamo dal 17 agosto 2013), ma il vostro tour operator non ha annullato il viaggio, potrete essere voi stessi ad annullarlo senza perdere nulla. Ecco come fare: si deve comunicare la rinuncia al viaggio al tour operator e al venditore (agenzia viaggi) tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. Se il contratto non prevede questa possibilità, chi ha sottoscritto una assicurazione per l’annullamento del viaggio, dovra’ leggere attentamente le condizioni contrattuali per capire gli ambiti di copertura. Se nè il contratto di viaggio nè l’assicurazione prevede l’annullamento e il tour operator non annulla il viaggio, il turista in ultima istanza può rinunciare inviandone comunicazione al tour operator e all’agenzia viaggi tramite raccomandata facendo riferimento alla comunicazione del ministero degli Esteri.

Tutto chiaro? Speriamo questo post vi sia stato utile.

2018 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è autrice e fondatrice del magazine Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. Per Viaggi Low Cost scrive ogni giorno tutto quello che trova di economico nei suoi numerosi viaggi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Zanzibar, 5 cose uniche da fare

Cosa fare di caratteristico a Zanzibar, alcuni suggerimenti e consigli per vivere questo Paese dell’Africa nel modo migliore possibile, rispettando gli abitanti locali, la sua natura e le meravigliose spiagge che offre.
Destinazioni

Cosa vedere a Fez in tre giorni

Colore, cultura e bellezza: nel post, tutti i consigli su dove dormire, mangiare e cosa visitare nella splendida Fez, la perla del Marocco. Fez è un luogo che vi emozionerà moltissimo aprendovi ad una cultura diversa dalla nostra.
Dove Dormire

Marrakech, recensione Ostello Amour d'auberge

La recensione di una struttura centralissima e low cost nel cuore pulsante della Medina a Marrakech, storica città imperiale del Marocco. Servizi e comfort e una buona cucina vi aspettano!
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.