Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Come fare il visto per la Russia

2 minuti di lettura

Questo articolo è stato aggiornato il Luglio 6, 2014

Visto Russo

Uno dei viaggi “emergenti” che sta interessando tantissimi viaggiatori provetti, ma anche tante persone che vogliono vedere posti nuovi, interessati anche dal recente fenomeno che sta investendo il nostro paese, è quello per la Russia.

Un viaggio in Russia sarebbe da affrontare da maggio a settembre, anche ottobre e aprile se siete persone che amano il freddo, soprattutto perché nei mesi “limite” i prezzi si abbassano. Una cosa importantissima, oltre al prezzo, ai voli e all’hotel, è vedere subito come funziona il visto e quindi l’ingresso nel paese. Per non rischiare di arrivare troppo sotto data infatti è bene informasi in tempo e se avete in previsione, prima o poi di andare, vi consiglio di informarvi subito, così potrete prendere al volo le offerte più ghiotte.

Recentemente i voli per Mosca e San Pietroburgo hanno raggiunto gli aeroporti di Pisa, Milano e Rimini, per non parlare dei voli che erano già attivi prima negli altri aeroporti. Insomma, è proprio ora, non credete?

Esistono due tipi di visto russo, il visto turistico e il visto business. Il secondo è differente dal primo sia per la durata, sia per l’ingresso dato che consente da 2 a più ingressi per il periodo di validità del visto. Il visto turistico russo ha validità di un mese, mentre quello business da la possibilità di rimanere in Russia da 3 mesi fino ad un anno.

Ecco come fare il visto in modo low cost impiegando un pochino di tempo in più. Il visto consolare russo rilasciato da un Consolato della Federazione Russa che in Italia si trova a Roma, Milano, Genova e Palermo, si può prendere un appuntamento e fare il visto di persona. Si deve prendere l’appuntamento on-line a meno che non parliate russo dato che il call center per prenotare è operativo solo in russo al numero 895 898 95 61, tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00. Con 2.70€ potete prendere la prenotazione per l’appuntamento , ogni documento deve essere un appuntamento, così se siete in 5 amici a partire, dovete prendere 5 appuntamenti specificando il perché della visita e il numero del passaporto. Per fare questo passaggio contate di prenotare l’appuntamento circa 40 giorni prima della partenza. Se avete qualsiasi dubbio date uno sguardo al sito ufficiale dell’Ambasciata Russa.

Prima dell’appuntamento dovete munirvi anche della lettera di invito con delle date di arrivo e partenza dalla Russia e dell’itinerario scelto. Gli hotel russi forniscono il voucher ai loro clienti al costo è di 15€.

All’appuntamento è necessario presentarsi con 1 foto tessera, passaporto con validità residua di almeno 6 mesi, lettera d’invito e assicurazione medica, anche se potete farvela fare direttamente dal Consolato. Dopo l’appuntamento avrete circa 10 giorni di tempo per avere il vostro visto in mano. Il costo delle spese consolari è di 35€ per la procedura standard e 70€, il doppio, per la procedura  veloce e ottenere il visto in 3 giorni.

Ricapitolando, per ottenere il visto russo occorre presentare:

– invito russo rilasciato da una organizzazione russa
– polizza di assicurazione sanitaria
– passaporto con validità residua di almeno 6 mesi
– foto formato tessera

Non ci avete capito niente e volete far fare tutto a qualche tour operator al posto vostro? Oppure non abitate nelle città dove ci sono i Consolati della Federazione Russa? Di nuovo, provate con i tour operator. Il costo sarà maggiore, ma avrete il vostro turistico in pochissimo tempo. Un esempio è www.sanpietroburgo.it

2037 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è direttrice del giornale e fondatrice di Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. E` stata definita nel 2020 da Lonely Planet "la pioniera dei blog di viaggi in Italia". Nel suo cane Instagram (@federchicca) e nel suo blog personale, tante avventure quotidiane, non solo di viaggi!
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Yakitori, ricetta per preparare lo street food giapponese

Yakitori, la ricetta degli spiedini giapponesi anche per vegetariani. In Giappone sono cibo da passeggio (street food) anche per vegetariani con il tufo invece del pollo. Ecco la ricetta per rifarli a casa durante una cena con gli amici (magari dopo un viaggio in Giappone).
Ricetta

Laddu, ricetta indiana dei dolci delle feste

Laddu, i dolci delle feste per la tradizione indiana. Si preparano in poco tempo, sono gustosi e piacciono tanto ai bambini. Se vi trovate in India e siete invitati a casa di qualcuno, è buona norma portare una scatolina di Laddu.
Ricetta

Samosa, la Ricetta originale indiana anche a casa

La ricetta dei Samosa indiani, snack sfizioso di tanti paesi del mondo. Non solo in India infatti, ma anche in Nepal, in Iran e altre località del Mondo. Nell’articolo tutte le informazioni per prepararli a casa, anche quelli vegetariani.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

9 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.