Come viaggiare di più spendendo di meno

Turcinieddhri
Ricetta

Turcineddhi, ricetta della tradizione contadina salentina

1 minuti di lettura
Turcineddhi, la ricetta salentina facile e veloce di origine contadina. Sei stato in vacanza in Salento e ora ne hai già nostalgia? Replica il piatto facilmente a casa tua.

Cerchi un’assicurazione viaggio che copra le tue spese? (malattia o infortunio all’estero, compreso il Covid-19). Compra direttamente online la polizza viaggio Heymondo o fatti fare un preventivo con il mio codice sconto del 10%! Viaggi con la famiglia? Hai il 10% + il 15% di sconto se a viaggiare siete almeno in tre!

Questo articolo è stato aggiornato il Dicembre 17, 2021

I turcinieddhi sono un piatto della tradizione contadina salentina. Sono piccoli involtini di circa 5 cm a base di interiora di agnello o pecora. Le origini risalgono ai tempi dei latifondi, quando le carni pregiate erano riservate ai ricchi, mentre al popolo e ai contadini rimanevano solo le frattaglie e le interiora.

Cuore, fegato, milza e polmone sono infatti i principali ingredienti di questi succulenti e saporiti turcinieddhi. Rimangono un piatto della tradizione, consumato nelle case salentine in particolare la domenica, ma si possono facilmente trovare nelle trattorie tipiche e nelle bracerie.

Turcinieddhri

Turcinieddhri

Difficoltà: facile

Preparazione: 1 ora
Cottura: 20 minuti
Dosi: 4 persone

Ingredienti

500 gr di interiora di agnello o pecora (cuore, polmone, fegato, milza, peitoneo, budellino)
2 o 3 limoni
Prezzemolo
Alloro
Pecorino grattugiato
Sale
Pepe nero in grani

Preparazione

Lavare bene e ripetutamente le interiora prima con acqua e sale e poi con acqua e limone.
Strofinarle con sale e succo di limone, risciacquare nuovamente e lasciare asciugare e per alcune ore.
Quando la carne sarà asciutta, tagliarla a strisce e di circa 5 cm e avvolgerla per formare dei cilindretti.

Aggiungere una spolverata di pecorino grattugiato, prezzemolo, sale, pepe e chiudere con il budellino o la membrana peritoneale, facendo attenzione a chiudere bene i lembi. Infilzare i turcinieddhi in uno stecchino lungo, intervallati con l’alloro. Cuocere sulla brace per qualche minuto e servire bollenti.

Turcinieddhri

Turcinieddhri

Curiosità e consigli

Ormai la tradizione della preparazione in casa è un po’ in declino, molto più semplice andare a comprarli direttamente in una delle macellerie paesane. Molto facile trovare i turcinieddhi anche nelle numerose sagre che si tengono in particolare nel periodo estivo. Originariamente la ricetta originale prevedeva la cottura nel camino a legna, in un contenitore in creta chiamato “pignata”. Il modo classico più semplice rimane sempre la cottura alla brace.

I turcinieddhi, con molte varianti, sono un piatto che si trova in gran parte del sud Italia, dal Salento al Chietino, fino a Benevento e Avellino, con tracce anche nella Ciociaria. Ovviamente in base alla zona e al dialetto locale vengono chiamati in modo diverso. Solo in Salento sono conosciuti come turcinieddhi, mboti, gnommareddhi e turcinelli.

Questo articolo ti ha messo voglia di viaggiare? Benissimo!
Vai su Booking e trova l’hotel, il b&b o l’appartamento ideale per il tuo viaggio!
Oppure inizia la tua ricerca proprio qui sotto :)

Booking.com

Trova l’Hotel per te!

 

Stai cercando un volo per questa destinazione? Prenota con Skyscanner e trova facilmente il volo più economico secondo le tue date e le tue preferenze di aeroporto. Oppure, inizia la ricerca qui sotto!

Trova il tuo volo!

 

28 articoli

Informazioni sull'autore
Il suo viaggio è iniziato nell’83, il suo anno di nascita. Con uno zaino sempre pronto ad accompagnarlo in viaggio, in cui non manca mai il suo fedele MacBook Air. Viaggi brevi e spesso non organizzati nei dettagli. Amante dell’improvvisazione, delle serie tv e del mare. Online è un blogger freelance e un digital strategist, offline è un animatore e un istruttore di windsurf.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
DestinazioniFederchicca

Space Invaders e dove trovarli nel Mondo

Gli Space Invaders come videogioco negli anni ’70, ma poi un artista francese riporta in auge il videogioco trasformandolo in arte e tappezza, letteralmente, tutte le strade del Mondo, ma soprattutto di Parigi, la sua città. Ecco la storia e come scovare gli Invasori.
Dove Mangiare

Dove mangiare l'anguilla a Comacchio

Mangiare l’anguilla a Comacchio, per provare qualcosa di locale, un sapore forte e deciso che in questa zona dell’Emilia Romagna è considerato un piatto unico. Scopri come e soprattutto dove mangiare l’anguilla a Comacchio.
Come Muoversi

Argine degli Angeli a Comacchio, la ciclabile in Romagna

Circa 5km di ciclabile a sud della Valli di Comacchio, è qui che si sviluppa la nuovissima pista ciclabile Argine degli Angeli. Sembra davvero di pedalare sull’acqua ed è una sensazione bellissima, tutto quello che devi sapere è nell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
News

Viaggi a piedi in Italia: 5 percorsi da nord a sud dello stivale