Come viaggiare di più spendendo di meno

Bosco piemontese
Destinazioni

Le cinque escursioni più belle in provincia di Cuneo

4 minuti di lettura
Siete appassionati di passeggiate tra i boschi, escursioni tra la natura e di favole della tradizione popolare piemontese? Avete mai sentito parlare di trekking terapeutico? In questo articolo potete trovare un elenco delle cinque escursioni più belle da fare in Piemonte, nella provincia di Cuneo.

Questo articolo è stato aggiornato il Dicembre 20, 2021

Ci troviamo in Piemonte, all’estremo occidentale della regione e al confine con la Francia. Si tratta di una di quelle regioni ricche di aree verdi che offrono vaste camminate e sentieri all’interno della natura più misteriosa e fatata, e che meglio si addicono all’idea di trekking terapeutico, poiché permette ai turisti di addentrarsi nei boschi ricchi di mistero, portando l’animo umano a purificarsi dalla vita monotona tipica delle metropoli. In questo articolo andremo a scoprire le cinque escursioni nelle cinque vallate più belle nella provincia di Cuneo, quelle che offrono le escursioni e passeggiate più belle e a stretto contatto con la natura.

Piemonte

Come arrivare a Cuneo in auto, treno ed aereo

Ci sono diversi modi per raggiungere la provincia di Cuneo in auto. Per chi arriva da altre città italiane, si consigliano le seguenti opzioni:

  • A21 Torino-Piacenza, con l’uscita Asti Est, proseguimento sulla A33 Asti-Cuneo ed uscita a Sant’Albano Stura
  • A6 Torino- Savona, con proseguimento sulla A33 Asti-Cuneo ed uscita a Sant’Albano Stura

Per chi arriva dalla Francia in auto, invece:

  • Il Colle dell’Agnello che immette in Valle Varaita e porta a Saluzzo
  • Il Colle della Maddalena e il Colle della Lombarda che immettono in Valle Stura e portano a Borgo San Dalmazzo e Cuneo
  • Il Tunnel del Colle di Tenda che immette in Valle Vermenagna e porta a Borgo San Dalmazzo e Cuneo

In treno, le stazioni principali della provincia sono: Cuneo, Fossano, Savigliano, Mondovì e Saluzzo.

In aereo, le opzioni più convenienti sono: l’Aeroporto di Cuneo Levaldigi, l’Aeroporto Internazionale di Torino Caselle, Milano Malpensa e Linate, l’Aeroporto di Genova Colombo e l’Aéroport Nice Côte d’Azur a Nizza.

Le cinque escursioni più belle nelle valli di Cuneo

1) Valle Maira, il sentiero di Elsa

La Valle Maira è una tra le più frequentate vallate in provincia di Cuneo per la bellezza e diversità del paesaggio. Confina a nord con la valle Varaita, a sud con le valli Stura e Grana e a ovest con la Francia. L’itinerario che più ci si sente di consigliare è il Sentiero di Elsa, soprattutto nelle stagioni primaverili ed autunnali. Il sentiero è dedicato a Elsa Olivero, caposala del reparto di ortopedia all’ospedale Santa Croce di Cuneo. Il sentiero è ad anello, il che significa che lo si può prendere in entrambe le direzioni.

Il percorso inizia poco prima del ponte della cittadina di Lottulo. Si prende un sentiero in salita ben segnalato fino a raggiungere il percorso occitano. Per rendere la camminata più completa, solitamente viene consigliata la deviazione verso il monte Rubbio, ma bisogna tenere conto che questa opzione aggiunge circa due ore in totale tra andata e ritorno. In seguito si scende e si arriva ad un bivio, in cui svoltando a destra si continua per Camoglieres (una frazione di Cuneo), mentre il sentiero Elsa prosegue verso sinistra e, chiudendo il cerchio, in breve si ritorna a Lottulo.

  • Lunghezza percorso: 7 km
  • Adatto a: escursionisti espertiSentiero di Elsa

Foto di: Cuneotrekking

2) Valle Varaita, il Sentiero del filo di Venasca

Con questo concetto del “filo conduttore” a Venasca, uno dei primi comuni della Valle Varaita, è stato realizzato un affascinante sentiero con una trentina di installazioni artigianali fra ragnatele, marionette, altalene, telai, strumenti, vestiti, nodi e giochi per sorprendere e far interagire, attraverso il gioco, i bambini, i ragazzi, le famiglie. Si parte dal centro del paese in piazza Caduti, dove è posta la segnaletica introduttiva. Cinque i chilometri di percorso, ben tracciato e curato, in mezzo alla natura. Si attraversano tratti freschi di bosco fitto e spazi all’aperto regalando alla vista la possibilità di stimolare emozioni attraverso gli innumerevoli giochi realizzati in legno e con i materiali della selva. Le installazioni per fare divertire dai più piccoli ai più grandi sono state interamente costruite a mano dai giovani volontari della Pro Loco del paese.

  • Lunghezza percorso: 5 km
  • Adatto a: tutte le età

3) Valle Grana, il sentiero dei Frati

Il Sentiero dei Frati è un nuovo percorso di trekking e di mountain bike aperto da poco dal Comune. Si tratta di un itinerario ad anello che parte da Monterosso Grana, sale verso Valgrana, attraversando il paese e ritornando a Monterosso passando dal lato opposto della valle. Il percorso passa attraverso bellissimi boschi fino a raggiungere Case Comino e il solitario Santuario Madonna della Neve. Può essere effettuato in qualsiasi stagione, ma per le zone che attraversa rappresenta un’ottima occasione per ammirare senza grandi difficoltà il foliage in Valle Grana. Il Sentiero dei Frati ha un dislivello di 600 metri ed è percorribile a piedi in circa tre ore. Non presentando particolari difficoltà ed essendo totalmente tracciato e segnalato, può essere adatto a qualsiasi tipo di escursionista. Data la struttura del sentiero ad anello è possibile iniziarlo anche al contrario.

  • Lunghezza percorso: 14 km
  • Adatto a: escursionisti alle prime armi / principianti

Sentiero dei Frati

Foto di: Cuneotrekking

4) Valle Stura

La Valle Stura è una valle che si estende per più di 50 chilometri. Ampia e ricca, è una valle dove l’acqua ha un ruolo fondamentale tra torrenti, cascate, laghi, sorgenti termali naturali e sorgenti. Segnaliamo in particolare la Cascata Pisciai, che sembra essere uscita direttamente da un libro di favole. Non ci si stupirebbe se si scoprisse che questo luogo magico sia abitato da fate e folletti! Si può iniziare ad udire il rumore delle acque già in lontananza. Inoltre, nei mesi invernali è possibile vedere la cascata ricoperta di ghiaccio. La cascata è la porta d’ingresso alla Valle che ospita il secondo santuario più alto d’Europa, il Santuario di Sant’Anna, e il forte di Vinadio.

La passeggiata inizia lungo la strada che da San Marco di Demonte porta a Cornaletto Sottano. Arrivando a San Marco, si troverà un sentiero sulla destra, indicato da una serie di cartelli in legno, che sale su per i boschi. Il sentiero è completamente segnalato ed è molto semplice da percorrere.

  • Lunghezza percorso: 12 km
  • Adatto a: escursionisti alle prime armi e famiglie

Cascata Pisciai

5) Valle Gesso

Nel parco della Valle Gesso si trovano alcuni dei percorsi più severi della provincia di Cuneo. Molto frequentata da alpinisti ed escursionisti per i suoi innumerevoli itinerari, racchiude al suo interno la “regina” delle Alpi Marittime: l’Argentera. Un’escursione poco effettuata è quella del nord dell’Argentera, che sfiora i 3.300 metri. Forse anche a causa del dislivello e dell’impegno fisico è meno frequentata rispetto alla cima sud. Una salita impegnativa che però viene ripagata da un panorama mozzafiato che va dal mare alla Valle d’Aosta. Il percorso parte dalle sponde del Lago della Rovina, passa per il Bacino del Chiotas per poi salire fino alla cima dell’Argentera.

  • Lunghezza percorso: 17 km
  • Adatto a: escursionisti alle prime armi / principianti

Cima Nord Argentera

Foto di: Cuneotrekking

Siamo giunti al termine di questo tour nelle valli più belle della provincia di Cuneo. Segnaliamo il sito ufficiale di Cuneotrekking che vi saprà consigliare altri sentieri oltre a quelli sopracitati (più di 600 escursioni tra le valli piemontesi!). Infine, vi lasciamo un precedente articolo che tratta una delle attrazioni più belle per i turisti che amano perdersi tra i colori tipici dell’autunno: il Treno del Foliage in Piemonte, che passa attraverso gli scenari più belli e colorati dell’autunno piemontese.

La natura non è un posto da visitare. È casa nostra.

41 articoli

Informazioni sull'autore
Asia è una viaggiatrice classe '96. Amante di scrittura e studiosa di lingue, non ama stare ferma. Romagnola d'origine e veneziana di formazione, ha vissuto anche in Irlanda. Le piacciono i viaggi di ogni tipo e ama definirsi "cittadina del mondo”.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Come Muoversi

Perchè scegliere un viaggio on the road

Il viaggio on the road è uno di quei tipi di itinerari che bisognerebbe fare almeno una volta nella vita, poiché permette a chi lo fa di non saltare neanche una tappa e di scoprire ogni singolo angolo di un tour. In questo articolo andremo ad elencare le ragioni per le quali è meglio scegliere un viaggio on the road.
Destinazioni

Dove trovare i templi greci in Italia

Templi greci ne sono rimasti pochi, nel sud d’Italia. Le Valli di Agrigento e Paestum sono le più conosciute a livello internazionale, ma non sono le uniche. Venite a scoprire dove trovare i resti dei templi greci in Italia.
Destinazioni

Zaino o trolley con quale dei due è meglio viaggiare

Se stai organizzando un viaggio e non sai con cosa partire tra lo zaino e il trolley, hai trovato l’articolo giusto per te. Infatti in base al tipo di esperienza che andrai a fare, tra un viaggio in macchina, a piedi ma anche tra un volo per una meta europea o un viaggio intercontinentale, capiremo con cosa è meglio partire.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Destinazioni

I siti migliori in Italia per la Wildlife Photography