Come viaggiare di più spendendo di meno

Piatti Ebraici a Venezia
Dove Mangiare

La cucina ebraica, dove mangiare nel Ghetto di Venezia

2 minuti di lettura
I consigli su dove mangiare kosher nel ghetto ebraico di Venezia, uno dei ghetti più famosi del mondo che si trova proprio in Italia. Scopri qui i piatti ma anche i nomi dei locali più frequentati da chi vive a Venezia e decidi dove sarà la tua prossima pausa a Venezia in mode del kosher food.

Il Ghetto ebraico di Venezia, il primo della storia europea nato ad inizio ‘500, è a mio parere uno dei luoghi più interessanti della città: zona tranquilla ma sempre piena di vita, che racconta una Venezia diversa da quella più tipica caratterizzata dai fasti e dalla ricchezza della nobiltà che si affaccia sul Canal Grande.

Una delle prime cose da fare, ancora prima di capire dove si trova il Ghetto ebraico di Venezia, è capire come muoversi con i vaporetti a Venezia. Inoltre, potrebbe interessarti anche vedere Venezia in 5 dei suoi angoli insoliti. Venezia è una delle città più turistiche del mondo, conoscerla e visitarla anche grazie ad alcuni itinerari alternativi non può essere che un bene. Uno di questi è di certo la Libreria dell’Acqua Alta a Venezia, il nome è già tutto un programma!

Venezia ghetto ebraico

Quest’area si trova nel sestiere di Cannaregio, tra il Ponte delle Guglie e Fondamenta degli Ormesini. Uno degli elementi più importanti della cultura ebraica è la cucina, strettamente legata alla religione, alle festività e definita anche da caratteristiche particolari e diverse a seconda del luogo in cui la comunità si trova. Gli ebrei veneziani quindi cucinano e mangiano piatti e cibi che nei secoli sono stati fortemente influenzati dalle tradizioni culinarie della città lagunare. Il modo migliore per immergersi nell’atmosfera del Ghetto è quindi provare alcune di queste specialità kosher, parola che significa “adatto”, e quindi conforme alle norme della Torà.

Se passate di qui e volete assaggiare qualcosa di veloce potete fermarvi da Gam Gam Goodies o alla Forneria Volpe: qui troverete in particolare dolci, soprattutto biscotti, fatti a mano e che rispettano ricette antiche. I miei preferiti sono chiamati “le recie de Aman” o “orecchie di Aman”, fagottini fatti di frolla ripieni di marmellata, mandorle, semi di papavero o cioccolato, che sono i dolci della festa di Purìm (ma che si trovano comunque ogni giorno sui banconi delle due fornerie veneziane!).

Piatti ebraici a Venezia

Oltre a questi ci sono anche tante altre prelibatezze da sgranocchiare, magari seduti sulle panchine in Campo del Ghetto Nuovo: impàde ripiene di mandorle, boli con uvetta, azzime dolci, bìse e tanti altre cose buone, dolci e salate. I prodotti della Forneria in particolare, oltre ad essere kasher (“certificati” tali dal Rabbino Capo di Venezia) sono adatti anche per chi ha intolleranze alimentari, infatti non contengono latte, uova e lievito.

Chi invece preferisce sedersi ad un tavolo per un aperitivo o un pasto completo c’è il GAM GAM, un ristorante la cui fama è approdata anche oltreoceano ma che nonostante tutto ha mantenuto prezzi accessibili a chiunque. Il consiglio che posso darvi è di iniziare con l’antipasto israeliano, perfetto per due persone e che permette di assaggiare tante specialità di diverso genere: dai falafel alle carotine speziate, passando per salsine, hummus, verdure e tanto altro. Il resto del menù è una contaminazione di cucina italiana ed ebraica: io ho assaggiato un buonissimo e generoso cous cous al pesce, con pomodoro e salmone.

Quartiere ebraico

Se siete vegetariani o vegani questo posto è adatto anche a voi, di sicuro nel menù troverete piatti che soddisferanno le vostre preferenze. Per essere sicuri di avere un tavolo è meglio prenotare in anticipo: il locale non è grande ed è sempre pieno.

L’ultima possibilità, che io però non ho ancora provato personalmente, è di fermarsi alla caffetteria del Museo Ebraico, magari dopo averlo visitato o aver fatto il tour delle Sinagoghe, qui vengono serviti pietanze di vario genere e sandwich.

Piatto ebraico nel quartiere ebraico di venezia

Se le indicazioni di questo articolo ti sono piaciute, tanto che stai pensando di programmare un weekend a Venezia, ti consiglio di esplorare la Guida di Venezia per avere 48 ore di divertimento, scoperta e relax nella laguna veneta. Un’altra cosa che potrebbe piacerti è di vedere le isole venete, non solo Murano e Burano, ma tutte e 5 isole insolite di Venezia. A questo punto non mi rimane che augurarvi bete’ avòn (buon appetito!).

138 articoli

Informazioni sull'autore
Cremonese d’origine ma col cuore tra l’Emilia e Venezia. Dopo due anni in Laguna e una laurea in Turismo ora è alla ricerca della sua strada per il prossimo futuro. Sempre in moto per cercare nuovi stimoli, occasioni e novità, incapace di rimanere ferma e inattiva. Pendolare da una vita ama i viaggi in treno “nonostante tutto”, ha una strana fissazione per i Balcani ed è affascinata dal web e dalle sue potenzialità ma anche da tematiche come il turismo rurale, le tradizioni e l’enogastronomia.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
DestinazioniDove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Ricetta

Tortionata di Lodi, la ricetta del dolce di mandorle

La Tortionata è la torta della città di Lodi, famosa in tutta la Provincia con una storia antichissima e un nome curioso. Leggi come preparare la torta e come gustarla, inoltre dove trovarla a Lodi e in Lombardia.
Destinazioni

Cosa vedere a Saturnia oltre ai centri termali

Sei alla ricerca di attività insolite da fare a Saturnia oltre ai classici centri termali? In questo articolo troverai tutte le informazioni che cerchi per rendere il tuo soggiorno in questo splendido borgo unico e suggestivo. Partiremo dalle attività più comuni ma anche imperdibili, fino a quelle più insolite e di nicchia.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Dove Mangiare

Focaccia di Pasqua a Venezia: 5 pasticcerie