Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Mangiare

Bari Vecchia cosa mangiare di tipico: 5 cibi da assaporare

3 minuti di lettura
I migliori posti dove trovare il vero street food di Bari, cinque piatti tipici da mangiare in piedi o nella Bari Vecchia, dalla focaccia, al panzerotto, dalle sgagliozze alla popizza per finire con le orecchiette, immancabili in Puglia.

Questo articolo è stato aggiornato il Novembre 3, 2020

Bari è sicuramente una città che vale la pena visitare, non solo per la Bari Vecchia ma anche per il suo cibo, per lo street food che ho conosciuto durante il mio ultimo viaggio e che mi ha letteralmente conquistata.

Non pensavo di poter mangiare così tante cose buone in una sera sola, e invece grazie ad un tour nel centro storico di Bari, ho avuto la possibilità di scoprire tantissimi posti che qui vi voglio consigliare.

bari-focaccia-pronta

Focaccia al Panificio Fiore

La prima tappa è stata al Panificio Fiore e già questo posto sarebbe bastato, io sarei rimasta lì a mangiare focaccia con i pomodori per tutta la sera fino a sentirmi male. Credo che il Panificio Fiore sia uno dei più rinomati e conosciuti panifici in città, tanto che già un’altra autrice, Carmela, ne aveva parlato qualche post fa parlando delle migliori foraggerei di Bari.

Che dire, al Panificio Fiore non c’è solo la focaccia, con pomodoro o con olive, ma ci sono anche i taralli, al rosmarino e alle cime di rapa ad esempio, e anche tutta la produzione di pasta fatta proprio dal Panificio. Una bontà da mangiare sul posto, al massimo potete uscire dal panificio, ma io sono convinta che non resisterete a lungo senza addentare l’incredibile focaccia di Fiore.

popizze

Sgagliozze e Popizze

Nelle Marche, la mia Regione di nascita, la polenta si mangia su un tagliere lungo lungo, tutti insieme e se ne avanza, al massimo viene grigliata sul camino il giorno dopo e mangiata con qualche salume. La polenta fritta e salata, cioè le sgagliozze, come vengono chiamate a Bari, io non le avevo mai assaggiate. Polenta fritta e salata, da mangiare mentre si passeggia, mentre si sta davanti alla televisione, per finire un pasto.

Buonissime e buonissime anche le popizze, anche se per me un pochino pesanti. Le popizze non sono altro che pasta fritta, salata anche in questo caso – ma c’è anche la versione dolce – che assomiglia a quelle che da me vengono chiamate le castagnole, dolce tipico di carnevale.

panzerotti

Panzerotti

I panzerotti sono un must a Bari e in Puglia e io li avevo già assaggiati, devo essere sincera, ma in Piemonte, a casa di una parente del mio compagno che è pugliese. Certo, mangiarli in Piemonte per quanto ottimi, non è la stessa cosa che consumarli in pieno centro a Bari, caldi fumanti, classici, ripieni di pomodoro e mozzarella. Per assaggiare tra i migliori panzarotti di Bari, siamo andati da Cibò.

La fila non è cortissima anche se la varietà di scelta del ripieno è molto ampia e non si fanno solo panzerotti. Il costo di un panzerotto è di circa 1€, 1.50€ anche in base al ripieno che si sceglie, ma la bontà è indescrivibile. All’interno del locale ci sono alcuni tavoli e sgabelli, ma il mio consiglio è di mangiarlo con calma fuori, all’aperto, e attenzione che i panzarotti scottano tantissimo!

focacce

Orecchiette

In questo caso non parliamo di street food, è vero, ma parlare di Bari e non citare le orecchiette era davvero impossibile. Facendo un giro per Bari Vecchia in un giorno, non si può non passare per Arco Basso, la stradina dove ancora le signore baresi fanno le orecchiette come una volta. Qui Francesca, sua figlia Nunzia, Angela, Rosa, Lenuccia, Vittoria e Benedetta fanno le orecchiette dalla mattina fino alla sera. Preparano orecchiette tutto il giorno con una tecnica incredibile, senza trucchi e anzi, mostrando e spiegando per filo e per segno i loro trucchi.

orecchiette-bari

Sicuramente uno spaccato culturale, di storia e tradizione impossibile da perdere, anche per il folclore delle signore, per la bontà delle orecchiette che potete comprare anche in quantità industriale, perché sono certa, finirete con l’innamorarvi di loro!

Bari non è solo quello che bisogna mangiare quando la si visita, ma è tanto cultura e visite del centro storico, della Bari Vecchia come la chiamano i baresi. Vedere Bari in un giorno solo non basta, ma in mancanza di tempo è sicuramente un ottimo punto di partenza o un’ottima base anche per poi vedere tutti i luoghi più belli della Puglia, partendo proprio da Bari.

orecchiette

Da Bari vi consiglio poi di raggiungere anche altre località come Ostuni, Monopoli, Polignano a Mare e ancora la magnifica Alberobello e Martina Franca. Ogni città della Puglia meriterebbe una settimana, perché sono così belle e caratteristiche e vedere che non si vorrebbe più andare via.

Ultimo appunto, tra le esperienze da fare in Puglia e in particolare modo ad Alberobello e dintorni, c’è quella di dormire in un trullo in Puglia. Un’esperienza unica da fare almeno una volta nella vita anche per capire la cultura di questa regione, le sue tradizioni e come scoprirle vivendole in prima persona.

2044 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è direttrice del giornale e fondatrice di Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. E` stata definita nel 2020 da Lonely Planet "la pioniera dei blog di viaggi in Italia". Nel suo profilo Instagram (@federchicca) e nel suo blog personale www.federicapiersimoni.it tante avventure, non solo di viaggi!
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Sicilia, le località più gettonate: indicazioni per visitarle

Le città più gettonate della Sicilia secondo un recente sondaggio di Holidu. Dove dormire in terra siciliana per vedere le migliori località dell’Isola, dove prenotare per vedere le chiese, assaggiare lo street food e tuffarsi nel miglior mare della Sicilia.
Dove Dormire

Dove dormire a Helsinki, Hotel The Folks

Dove dormire a Helsinki, Hotel The Folks in uno dei quartieri più cool della città finlandese. Hotel ideale per famiglie perché c’è la cucina in comune, ma anche per coppie e amici grazie al bellissimo ristorante. Inoltre sauna finlandese e palestra e tanto altro, leggi qui.
Destinazioni

Casa Batlló, la nuova esperienza immersiva a Barcellona

La nuova visita immersiva del capolavoro di Antonio Gaudi, parliamo di Casa Batlló e dei suoi nuovissimi 2000 mq dove sentirsi parte del genio e del capolavoro dell’artista spagnolo. Vola a Barcellona a vivere questa nuova esperienza e magia.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Destinazioni

Tre giorni in Valle d'Itria tra Trulli, bombette e street food pugliese