Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Dormire

Dormire in Myanmar: Princess Garden Hotel

3 minuti di lettura
Dove dormire in Birmania, in Myanmar. Ecco dove la nostra autrice ha passato tre delle sue notti in uno dei suoi viaggi più belli e senza dubbio emozionanti: al Princess Garden Hotel.

Alcuni viaggi sono stati per me più importanti di altri: per le persone che ho incontrato, per la loro storia drammatica, per l’impatto che hanno avuto sulla mia vita. Paesi che mi hanno emozionata con tanto di lacrime come davanti a un film romantico. Uno di questi è stato il Myanmar. In questo luogo speciale abbiamo scelto per dormire un alloggio comodo e con piscina: il Princess Garden Hotel.

dormire-myanmar

Viaggio in Myanmar

Cosa si dice a un amico di ritorno da un viaggio in Myanmar? Bello?
No. Usare questo aggettivo è superficile e riduttivo. Il Myanmar ti entra dentro, ti fa ridimensionare la vita occidentale in cui sei sommerso, ti regala sorrisi disarmanti e profumi speziati. Ti fa capire, se ti sei informato sulla storia del paese e la vita di Aung San Suu Kyi, leader birmano della pace, quanto poco hai dovuto lottare per poter esprimere le tue opinioni per strada o a scuola e soprattutto, ti fa capire quanto poco sei consapevole di tutto questo.

Il viaggio in Myanmar mi ha lasciato questo e gli occhi pieni di paesaggi verdi, rilassanti e acquosi. Come il Lago Inle nello stato di Shan. Ci sono stata nel periodo più caldo dell’anno, aprile, in cui le temperature sfiorano i 40° gradi ma la sera si poteva godere di un certo freschetto. Io e la mia compagna di viaggio abbiamo raggiunto Nyaungshwe, la cittadina alle porte del lago, arrivando con bus notturno da Mandalay e pagando una tassa obbligatoria di pochi dollari appena arrivate. Rilasceranno una ricevuta che non va persa, perché potrebbe essere richiesta dalle autorità quando meno ve l’aspettate.

myanmar-dove-dormire

Princess Garden Hotel nel Myanmar

A Nyaungshwe troverete diverse sistemazioni per tutti i budget. Noi abbiamo scelto di coccolarci un po’, vista la temperatura torrida, regalandoci un hotel con la piscina e non ce ne siamo pentite! Un’ovazione dunque al Princess Garden Hotel (prezzi davvero economici). Abbiamo scelto il bungalow e ci siamo state tre notti. È stato senza dubbio l’albergo più caro e confortevole del nostro viaggio. Pulito, colazione abbondante, piscina e noleggio bici.
Il Princess è a gestione famigliare e si trova sul canale Mong Li. Se siete fortunati, vi potrà capitare di vedere le signore del posto che lavano i panni nel lago.

La colazione

La colazione viene servita in un terrazzino sopra la reception dove è preferibile entrare scalzi come lo sono anche le sorridenti cameriere nei loro abiti tradizionali. Ogni mattina ci svegliavamo con l’acquolina in bocca perché non sapevamo se ci aspettava il banana o il chocolate pancake, accompagnato da uova strapazzate o omelette a scelta, succo di frutta, tè o caffè, pane tostato e piattino di frutta fresca.

myanmar

Una struttura confortevole

Cosa aspettarsi dal Princess Garden Hotel Myanmar

Il bungalow è spazioso, le zanzariere fondamentali e ci sono, il bagno con doccia pulito, il balconcino con vista sui campi incantevole… l’unico rumore che sentivamo era quello dei due contadini birmani che cantavano zappando. Ma veniamo a noi… la piscina! Che dire? Pulita, dotata di sdraio e asciugamani per ogni singolo ospite; un vero toccasana quando tornavamo dai nostri giri in bici e ottimo luogo di socializzazione con gli altri ospiti ma soprattutto a metà pomeriggio i proprietari offrono ai clienti un buonissimo frullato di frutta fresca.

Questo trattamento lo riservano anche il giorno del ck/out: si può continuare a usare la piscina e rimangono a disposizione una doccia e un bagno comune. A questo punto, vi sarete dimenticati che l’unica “pecca” era la mancanza del wi-fi ma vorresti comunque farti adottare dai proprietari. Se volete vedere i mercati galleggianti, potete chiedere alla reception.
I mercati sono a turnazione e voi potete scegliere quello che vi interessa di più prenotando con i proprietari del Princess o rivolgendovi direttamente a un’agenzia locale.

birmania

Potrete anche fare una gita in barca sul lago: il giro prevede chiaramente alcune tappe turistiche, tipo la visita alla fabbrica dei tessuti in cui esibiscono le donne
dell’etnia Pdaung, meglio conosciute come “donne giraffa“, mentre tessono. Noi abbiamo chiesto di tralasciare questo tipo di fermate perché il nostro interesse era soprattutto legato alla vita che si svolge lungo i canali.

Le tribù intha

Il lago è disseminato di villaggi rurali su palafitte delle tribù intha. Osservarli è stupefacente… sull’acqua fanno di tutto! La loro particolarità è aver ideato un sistema di orti galleggianti e con la barca potete passare attraverso i filari di pomodori o insalata. Una nota a parte meritano i pescatori intha. L’immagine di questi uomini che remano utilizzando un solo piede e rimanendo in piedi sulla barca è forse la più conosciuta dai viaggiatori, quella che si mette nel cassettino “immaginario comune” del nostro cervello.

birmania-donna-giraffa

Garantisco però che vederlo dal vivo, in silenzio sulla barca, al tramonto, sarà come assistere a uno spettacolo di danza. Il pescatore è tutt’uno con la natura e il lago che lo circonda; la sua eleganza mentre muove il remo fa sbiadire per un attimo l’immagine di Carla Fracci che ti porti in testa da bambina… per me è stato come un incantesimo di cui sono ancora vittima.

Tornare a coccolarvi nel Princess Garden Hotel, dopo aver esplorato le bellezze del Myanmar, ha reso questo viaggio ancora più speciale.

Foto di  eGuide TravelMarc VeraartMark FischerSteve Jurvetson

29 articoli

Informazioni sull'autore
Emanuela, vive e lavora a Lisbona dove si occupa di social media marketing. Ama: sentire la puzza e i profumi delle strade del sud est asiatico, guardare i disegni che fa il latte mentre si mescola al the, sperimentare lo street food anche a costo di reazioni allergiche, andare per mercatini dell'usato e comprare cose inutili. Odia: l'ignoranza, quelli che sui mezzi pubblici non si tolgono lo zaino, le cose lasciate a metà.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricette Tipiche

Ricetta Ramen, icona del Giappone moderno

Non sarà semplicissimo preparare il ramen in casa, ma gustare questa tipica ciotola di brodo caldo vi darà una grande soddisfazione. Ecco le regole e i consigli per preparare un gustoso ramen, il piatto simbolo del Giappone moderno.
Ricette Tipiche

Ricetta Takoyaki: icona dello street food giapponese

Una ricetta simbolo del cibo da strada giapponese, ormai disponibile anche nel nostro paese, ecco come fare per preparare anche a casa…
Dove Dormire

Dormire ad Abano Terme, Hotel Alexander Palace

Imponente e moderno, così appare l’Hotel Alexander Palace, a pochi km dalla città di Padova. Nel post, tutte le informazioni per scegliere e organizzare i vostri giorni all’insegna del benessere psico-fisico ad Abano Terme.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *