Come viaggiare di più spendendo di meno

Copertina Braies
Curiosità

Curiosità e leggende sul Lago di Braies

3 minuti di lettura
Ogni luogo, soprattutto nella penisola italiana, nasce con addosso un alone di leggende. Il Lago di Braies, a 97 km da Bolzano, fa parte di questi luoghi. Continuate a leggere per scoprire qualche curiosità e leggenda!

Questo articolo è stato aggiornato il Agosto 15, 2022

Il Lago di Braies, che si trova in Trentino Alto-Adige, è forse uno dei laghi più famosi e fotografati della penisola italiana: si tratta di un bacino d’acqua color smeraldo ai piedi delle cime delle Dolomiti. Uno dei luoghi della Val Pusteria che restano nel cuore alla vostra prima visita: acque dalle sfumature verdi e turchesi, piccole barchette di legno che sembrano sospese sulla superficie dell’acqua e, attorno, foreste di abeti e montagne maestose. Ogni luogo nasce con un alone di leggende, in Italia soprattutto. Il Lago di Braies fa parte di questi luoghi.  Continuate a leggere per scoprire qualche curiosità e leggende, oltre che valide informazioni riguardanti il clima e le varie attività da fare.

Copertina Braies

Come arrivare al Lago di Braies

Ci sono diverse modalità per raggiungere il Lago di Braies:

  • In auto: basta percorrere la SS49 in direzione Brunico, fino allo svincolo per Braies. Una volta arrivati, si può lasciare la macchina in uno dei diversi parcheggi presenti nella Valle di Braies.
  • In autobus: sono disponibili dei bus-navetta che dai comuni di Monguelfo e Dobbiaco arrivano al Lago di Braies.
  • In treno: consigliamo di prendere il treno con direzione Monaco di Baviera e scendere alla stazione di Fortezza/Franzensfeste. Poi, prendere il treno regionale in direzione S. Candido Innichen, con il quale si dovrà proseguire fino alla stazione di VillabassaBraies / Niederdorf Prags. Fuori dalla stazione, esiste una linea autobus urbana diretta al lago.
  • In aereo: l’aeroporto più vicino è quello di Bolzano. Da qui si dovrà usufruire di un transfert per raggiungere la stazione della città e, poi, prendere il treno.

Vista su Braies 3

Il periodo migliore per visitare il Lago di Braies

Il Lago di Braies regala con ogni stagione delle emozioni e scenari sempre diversi, rendendolo una meta meravigliosa per le vacanze in ogni momento dell’anno, sia all’alba che al tramonto. In inverno, il Lago di Braies ghiaccia. Le rive sono ingombre di neve, le cime imbiancate, le temperature sotto lo zero. In estate, il clima è perfetto e il lago è al massimo del suo splendore. Ma è anche la stagione più affollata.

Anche se perfetto in ogni stagione, consigliamo di andarci in autunno: i colori del foliage, le nebbie e le rive sgombre dalla folla rendono l’atmosfera veramente magica e suggestiva.

Vista su Braies 2

Curiosità e leggende sul Lago di Braies

La leggenda insolita di cui andremo a parlare oggi è quella del Popolo dei Fanes.

La leggenda narra di un gigante, di nome Baranci (dal quale prende nome il monte Baranci San Candido) che ha minacciato il Popolo dei Fanes, il quale si era stanziato in quelle zone, costringendolo a dargli del cibo e ad essere suo suddito. Gli abitanti si sono ribellati, seguendo le orme omeriche della storia di Ulisse e Polifemo: l’hanno fatto ubriacare per renderlo debole, per guadagnare tempo fino ad attuare il loro piano finale. Infatti, nel frattempo si sono nascosti, dietro al monte: si dice che ci siano delle abitazioni, delle porte che portano giù in caverne sotterranee sotto al monte e sotto al lago.

La leggenda dice tutt’oggi che i Fanes, sopravvissuti allo scontro con il gigante, vivano all’interno del Lago di Braies interno, aspettando la rinascita del loro regno.

In più, esiste un’altra leggenda, legata questa volta ad un popolo di selvaggi che era solito costruire collane, bracciali, anelli con le pietre preziose che ricavano dalle montagne circostanti. Un giorno, arrivarono dei pastori dal luogo che oggi si chiama Braies. I selvaggi iniziarono a offrire loro dei doni, finché un giorno i pastori se ne sono approfittati poiché volevano sempre di più.  Di notte, i pastori saccheggiarono e razziarono le capanne del popolo dei selvaggi che, poi, hanno deciso di riempire d’acqua la valle sommergendo le capanne dei pastori, e con loro i gioielli. Da ciò, si è formato il Lago di Braies.

Per questo motivo oggi il lago ha questo colore così brillante che affascina ogni viaggiatore che si avventura in questo luogo.

Vista sul Lago di Braies

Attività da fare al Lago di Braies

Lunghe passeggiate, escursioni, giri in barca (senza fare il bagno!), fare picnic o avventurarsi tra la natura nel Parco Nazionale Fanes-Senes-Braies: queste sono le attività più gettonate dai turisti  e viaggiatori che trascorrono qualche ora sulle sponde del Lago di Braies.

Una meta adatta a tutte le età, che vi permetterà di godervi dei momenti preziosi con la vostra famiglia, i vostri figli e i vostri amici. Per visitare il lago servono almeno due ore, soprattutto per fare il giro lungo tutto il perimetro del lago.

Camminata Braies

Cosa raggiungere dal Lago di Braies: San Candido

Se avete molto tempo, consigliamo anche la visita della cittadina San Candido, si trova a 25 minuti in auto dal Lago di Braies. È una piccola cittadina, di poco più di 3000 abitanti, con le case tipiche dei paesi di montagna del Südtirol: i balconi in legno, le finestre e le porte rosse o di altri colori. Ci sono piante, fiori colorati ovunque in questo paese e, soprattutto, molte biciclette. Insomma, il tipico paese di montagna dove viversi attimi di tranquillità al fresco.

Vista su Braies 4

Siamo giunti al termine di questo articolo dedicato al Lago di Braies, alle cose da sapere, alle curiosità e alle leggende che si celano dietro a questo spettacolo naturale.

Ne conoscevate qualcuna? Il Lago non aspetta altro che voi!

55 articoli

Informazioni sull'autore
Asia è una viaggiatrice classe '96. Amante di scrittura e studiosa di lingue, non ama stare ferma. Romagnola d'origine e veneziana di formazione, ha vissuto anche in Irlanda. Le piacciono i viaggi di ogni tipo e ama definirsi "cittadina del mondo”.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Sicilia, le località più gettonate: indicazioni per visitarle

Le città più gettonate della Sicilia secondo un recente sondaggio di Holidu. Dove dormire in terra siciliana per vedere le migliori località dell’Isola, dove prenotare per vedere le chiese, assaggiare lo street food e tuffarsi nel miglior mare della Sicilia.
Destinazioni

Winchester, cosa vedere in un giorno

Winchester è una piccola città dell’Hampshire, in Inghilterra, che vale la pena di vedere almeno una volta nella vita. Continuate a leggere per scoprire cosa visitare in un giorno.
Curiosità

Regno Unito low cost: English Heritage Pass

L’English Heritage Pass è ciò che vi permetterà di visitare i siti storici ed archeologici più famosi del Regno Unito completamente low cost. Continuate a leggere per scoprire tutte le informazioni: costi, mappa e tanto altro!
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Destinazioni

Dove andare in vacanza ad agosto in Europa