Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Nanshi, la città vecchia di Shanghai

2 minuti di lettura

Questo articolo è stato aggiornato il Aprile 5, 2013

shanghai1

Se andate a Shanghai dovrete assolutamente fare un giro della città vecchia, Nanshi. Dal Bund dista circa 1km a piedi ma è raggiungibile facilmente anche con la metro scendendo alla fermata YuYuan Garden.

Ci sono quattro “porte a pagoda” che permettono di accedere al quartiere che è in gran parte ricostruito e strutturato “a misura di turista” ma, non per questo, perde il suo fascino. Inoltrandovi vi troverete immediatamente all’interno del Bazar YuYuan, si tratta di un mercatino dove potrete trovare ogni tipo di cianfrusaglia, gioielli e accessori carini realizzati in giada, collane di perle, nonchè moltissimi negozietti e boutique che vi proporranno sciarpe di seta e cachemere. Contrattare in questa zona è un obbligo (proponete un decimo del prezzo e procedete alzando di poco finchè non giungete al prezzo desiderato) e, se avete il dubbio che in certe boutique non si possa, provate ad uscire ringraziando ma dicendo (a gesti) che il prezzo propostovi è troppo alto, vi fermeranno per farvi uno speciale sconto “solo per voi”. Girando sulla Lao Jie troverete anche il mercato su cinque piani di Cang Bao Lou, meno frequentato dai turisti e dall’aspetto decisamente meno invitante, ma magari riuscite a trovare qualche chicca.

In quest’area ci sono anche molti templi strani, belli e interessanti. Mediamente accedere ad essi ha un costo di 10RMB (circa 1,20€). Subito di fianco al Bazar YuYuan si trova il Temple of the town God, buddista e taoista, il più bello dei templi che ho visitato. Sulla Dajing Lu troverete invece il Tempio Baiyun, taoista, e poco più avanti la Torre Dajing che è l’unico resto originale delle vecchie mura della città. Tornando poi sulla Wenmiao Rd ecco invece l’omonimo Tempio Wen Miao, confuciano. Sulla Jiujxiaochang Jie infine potrete visitare la Englewood Nunnery, un tempio buddista che ospita particolari figure del buddha. La particolarità di questa zona, oltre alle distanze molto più ampie del previsto, risiede nei suoi contrasti. Di fatto si alternano strade apparentemente ultra cittadine e moderne, a templi suggestivi, a bazar, e a vicoli poverissimi.

Vicino alla Renmin Lu ci sono anche il Mercato dell’Antiquariato e subito di fianco anche il Wangshang Bird&Flower Market che come immaginerete ospita animali esotici e fiori.

Tornando poi nel cuore della città vecchia, troverete l’Huxinting Chashi, il Padiglione della casa del tè sul lago. Il lago è artificiale e pienissimo di carpe dorate sguazzanti. Per arrivare alla casa bisogna attraversare un curioso vialetto di pietre rettangolari messe a zigzag (pare siano poste così per confondere gli spiriti maligni che, come è risaputo, vanno solo dritti). Qui potrete osservare la cerimonia del tè e fare una degustazione durante la quale vi proporranno anche degli strani snack cinesi.

Di fianco a questa splendida casa c’è uno degli accessi ai bellissimi Giardini Yu. Vi ricordo che per accedere alla maggior parte delle attrazioni è necessario presentare il passaporto quindi verificate di averlo sempre con voi.

[vlcmap]

99 articoli

Informazioni sull'autore
Ormai 31enne ma si sente ancora un'adolescente. Lacustre di nascita, si divide tra Riva del Garda e Bologna, dove ha vissuto per dieci anni. Ha studiato Cinema e Discipline dello Spettacolo, attualmente lavora nella comunicazione e negli eventi e collabora come redattrice con alcuni magazine online. Ama tutto ciò che è muoversi, vedere, viaggiare e provare. Ironica e talvolta contradditoria, non può fare a meno di scrivere. Ha fatto il primo vero viaggio da sola nel 2012 a New York.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Yakitori, ricetta per preparare lo street food giapponese

Yakitori, la ricetta degli spiedini giapponesi anche per vegetariani. In Giappone sono cibo da passeggio (street food) anche per vegetariani con il tufo invece del pollo. Ecco la ricetta per rifarli a casa durante una cena con gli amici (magari dopo un viaggio in Giappone).
Ricetta

Laddu, ricetta indiana dei dolci delle feste

Laddu, i dolci delle feste per la tradizione indiana. Si preparano in poco tempo, sono gustosi e piacciono tanto ai bambini. Se vi trovate in India e siete invitati a casa di qualcuno, è buona norma portare una scatolina di Laddu.
Ricetta

Samosa, la Ricetta originale indiana anche a casa

La ricetta dei Samosa indiani, snack sfizioso di tanti paesi del mondo. Non solo in India infatti, ma anche in Nepal, in Iran e altre località del Mondo. Nell’articolo tutte le informazioni per prepararli a casa, anche quelli vegetariani.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.