Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Giordania e Israele, itinerario di 7 giorni low cost

2 minuti di lettura

Petra

Il nostro viaggio tra Giordania e Israele inizia da un volo Milano-Tel Aviv pagato andata e ritorno solo 132€ con EasyJet. Atterrati in tarda serata abbiamo subito affittato un’utilitaria per poterci muovere liberamente nel paese.
I prezzi delle auto sono di circa 250€ a settimana per una Kia Picanto e 3000km presso la Sixt dell’aeroporto. Quindi se si è almeno in quattro sono circa 80€ a testa ed è decisamente accettabile
Il costo della benzina poi è di circa 1,2 € al litro.

Per la prima e l’ultima notte a Tel Aviv siamo stati ospiti di amici.

Tel Aviv – primo giorno

Il primo giorno l’abbiamo dedicato al nord del paese, partendo da Tel Aviv abbiamo visitato:

-Haifa : giardini Bahai
-Nazareth : Basilica dell’Annunciazione
-Lago Tiberiade

In serata siamo arrivati a Gerusalamme passando attraverso i territori palestinesi.
Ci siamo sistemati presso il New Swedish Hostel per una cifra di circa 10€ a notte per persona.
La nostra presenza era in concomitanza del carnevale, festa molto sentita in Israele e sopratutto a Gerusalemme, dove per strada c’era proprio una fiumana di persone a festeggiare e ballare.

Gerusalemme – secondo giorno

Le bellezze di Gerusalemme sono incredibili e tante sono le cose da vedere e da fare. Ma è possibile vedere Gerusalemme senza spendere un solo euro? Sì, è possibile, noi abbiamo visitato:

-Santo Sepolcro
-Via Crucis (Via Dolorosa)
-Visitare e perdersi nel quartiere arabo
-Mangiare shawarma e falafel con pochi euro
-Quartiere ebreo e Western Wall
-Monte degli ulivi

Betlemme – terzo giorno

Con un taxi abbiamo visitato Betlemme accompagnati da una guida fornita dal simpatico tassista. Il tutto alla cifra di circa 30€.
Nel pomeriggio visita allo Yad Vashem, museo dell’olocausto, tappa obbligatoria, entrata gratuita.

Masada – quarto giorno

Il terzo giorno a Gerusalemme è durato il tempo di accorgersi che la coda per entrare in Moschea era così lunga da farci desistere, ci siamo mossi verso Masada, l’abbiamo “conquistata” a piedi pagando un ingresso di circa 8€ con la tessera universitaria. Nel periodo di marzo inoltrato il deserto non era torrido ma vivibile, abbiamo speso diverse ore sulla rocca per poi passare dai suoi +400m ai -450m della depressione del Mar Morto. Qui abbiamo fatto il bagno e usufruito delle docce gratuite sulla spiaggia. Alle 21 circa siamo arrivati ad Eilat presso Corinne Hostel con circa 13€ a persona per notte.
Direttamente in ostello abbiamo prenotato la gita guidata per Petra 170€ tutto compreso (tassa entrata in Giordania, trasporti, guida, entrata, pranzo)

Petra – quinto giorno

Petra tappa obbligatoria nonostante non sia a buon mercato, rimarrete stupiti da questa meraviglia. Per leggere un approfondimento su Petra vi consigliamo il post di Francesca che è appena tornata ;)

Eillat – sesto giorno

Giornata di relax sulle spiagge di Eilat e un po’ di snorkeling, niente immersione siccome il volo di rientro era il giorno dopo, in generale comunque con meno di 40€ si può fare, compresa attrezzatura.
Per Tel Aviv ci sono circa 4 ore di macchina, non illudetevi sulle distanze.
Abbiamo speso la notte in una discoteca nello Rothschild Blvd. Circa 6€ l’entrata

Tel Aviv – settimo giorno

Siccome il volo partiva alle 19 ore locale abbiamo avuto tempo di visitare velocemente la città e nello specifico il lungomare. Andate per tempo all’aeroporto siccome i controlli sono severi, almeno 3 ore prima del decollo.

Nel complesso vacanza diversa dal solito ed indimenticabile, spesa complessiva totale : 700€

Foto, testo e video di Stefano Galleno

480 articoli

Informazioni sull'autore
Tutti i post scritti dai collaboratori di Viaggi Low Cost li trovate qui. Racconti di viaggio, consigli low cost, mete e tour insoliti per un viaggio davvero economico e i consigli degli insider. Segui tutti i canali social per rimanere aggiornato.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricette Tipiche

Ricetta Ramen, icona del Giappone moderno

Non sarà semplicissimo preparare il ramen in casa, ma gustare questa tipica ciotola di brodo caldo vi darà una grande soddisfazione. Ecco le regole e i consigli per preparare un gustoso ramen, il piatto simbolo del Giappone moderno.
Ricette Tipiche

Ricetta Takoyaki: icona dello street food giapponese

Una ricetta simbolo del cibo da strada giapponese, ormai disponibile anche nel nostro paese, ecco come fare per preparare anche a casa…
Dove Mangiare

Ristoranti family friendly in Giappone

Trovare del buon cibo in Giappone non sarà mai un problema, ci sono ovunque ristoranti di tutti i tipi, nel post vi consigliamo tre catene di locali economici e accoglienti, adatti per tutta la famiglia.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *