Floridita cocktail bar: il locale amato da Ernest Hemingway

Floridita cocktail bar a L’Avana

Floridita cocktail bar a L’Avana

Amanti dei cocktail e in particolare del Daiquiri: ecco un locale imperdibile, ricco di storia e molto amato da Ernest Hemingway.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Se la Bodeguita del Medio è la patria del Mojito, il Floridita è un altro importante simbolo di Cuba, tempio del Daiquiri e altra destinazione amata da Ernest Hemingway.

Dove si trova Floridita cocktail bar

Da Empedrado ci spostiamo a Calle Obispo, rimanendo nell’Habana Vieja, centro storico di L’Avana: chiese, musei, palazzi e ben 4 piazze principali fanno di questo centro un Patrimonio UNESCO. Passeggiando sulle strade di ciottoli, ci si immerge nella musica cubana che viene fuori dai numerosi bar e ristoranti sparsi per le strade del centro.

All’inizio dell’Havana Vieja, a pochi passi dal Capitolio, altro edificio emblematico di Cuba, l’insegna azzurra del Floridita appare a un angolo della via. Entriamo in un locale pieno di turisti, tutti probabilmente accorsi a provare il famoso Daiquiri del Floridita, cocktail rinomato e simbolo del locale. Siamo accolti da un’allegra musica cubana rigorosamente dal vivo, che ci fa entrare immediatamente nell’atmosfera della serata. Anche i turisti provano ad accompagnare la band con maracas e claves.

Il locale amato da Ernest Hemingway

Quello che attira la nostra attenzione è un grande busto in bronzo che ritrae Ernest Hemingway: lo scrittore infatti frequentava con piacere il locale per assaporare l’ottimo Daiquiri: rum bianco, succo di lime e zucchero. Il busto è appoggiato al lungo bancone in legno che percorre la sala in tutta la sua lunghezza. Troviamo una seconda sala che sembra riservata a chi vuole cenare. Noi però ci accomodiamo vicino a Hemingway. Dopo aver mangiato alla Bodeguita è ora di assaggiare uno dei cocktail preferiti dallo scrittore e vogliamo farlo seduti accanto a lui. Il servizio è veloce e il cocktail davvero buono, tanto che ne ordiniamo un secondo. La serata trascorre velocemente, quando la band finisce di suonare ci rendiamo conto che saremmo rimasti ad ascoltarla fino a notte fonda.

Un luogo pieno di storia

Come la Bodeguita anche il Floridita ha la sua storia, per conoscerla bisogna tornare indietro di 200 anni. Nel 1817 venne aperto il Piña de Plata, divenuto Florida quasi un secolo dopo. Nel 1914 il nome venne modificato nell’attuale Floridita. Dopo pochi anni, Costantino Ribalaigua, uomo di origine catalana, prese le redini del locale. A lui si attribuisce l’invenzione del Daiquiri. Non a caso oggi i cubani chiamano la Floridita “La Cuna del Daiquiri” ovvero la culla del Daiquiri.

La musica, la compagnia, la storia e la cultura cubana fanno di questo locale una meta obbligatoria del vostro viaggio, come lo è stata per il mio.

Booking.com

© 2018 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mini guida

Mini guida di New York, seconda parte

Cosa vedere a New York in sette giorni e dieci giorni - seconda parte

Dopo aver girovagato per cinque giorni a New York, prima parte della guida, passiamo subito alla seconda parte con i giorni dal sesto al decimo....