Chandigarh, nord ovest dell'India: 5 tappe - Viaggi Low Cost

Cosa vedere a Chandigarh: 5 luoghi imperdibili

Cosa vedere a Chandigarh: 5 luoghi imperdibili

Una cittadina turistica ma molto diversa dagli altri centri indiani: un luogo speciale dove vivere lentamente e ammirare meravigliosi giardini, dove armonia e bellezza degli edifici vanno d'accordo.

di , | Cosa Fare

Booking.com

La città Chandigarh si trova nella regione del Punjab a nord ovest dell’India ed è conosciuta come una cittadina turistica, amata dagli indiani per la sua vita lenta, lo sviluppo sorprendente che la rende una città ultra moderna e la possibilità di immergersi in una cultura che ha tanto da offrire. Andiamola a scoprire.

1. Rock Garden: un giardino unico a Chandigarh

Questo giardino è unico nel suo genere perché è totalmente formato da materiali di riciclo che Nek Chand, un impiegato statale che visse a Chandigarh, dedicò la sua vita a recuperare. Materiali di scarto per creare piccoli capolavori all’interno del parco. Il giardino propone una ricca alternanza di statue, mosaici, cascate e piante che sorprendono il visitatore. Un messaggio forte e chiaro: la necessità di porre l’attenzione sul riciclo creativo e l’importanza di non creare rifiuti inutili.

2. Lago Sukhna

Non molto distante dal Rock Garden si trova questo piccolo lago, nato nel 1958 quando sbarrarono il corso del fiume stagionale – appunto chiamato Sukhna – che scende presso le colline Shivalik. Un punto di ritrovo per famiglie e coppie che amano passeggiare o semplicemente sedersi nell’erba. Luogo ideale per chi ama fare jogging o vuole rilassarsi cullato dalla brezza. La natura in questo posto è meravigliosa e vedrete moltissimi scoiattoli correre tra le piante.

3. Zakir Hussein Rose Garden

Per gli amanti del verde è impossibile non recarsi a visitare questo giardino che si estende su ben 30 acri e possiede 1600 varietà di rose. Da febbraio a marzo i visitatori potranno ammirarne tantissime perché in questo periodo avviene la fioritura. Da non dimenticare che in questo giardino vengono organizzate attività culturali e spettacoli musicali.

4. Museo della città di Chandigarh

Include il Museo di Storia Naturale e il Museo di Architettura. Le gallerie d’arte espongono la collezione di sculture Gandhara provenienti dal Pakistan, alcune di esse risalgono al II secolo e raffigurano il Buddha. Ma la collezione vanta anche dipinti originari della zona del Rajasthan. Intorno al museo potrete godere di magnifici giardini che ospitano sculture moderne.

5. Open Hand Monument

Questo monumento molto significativo fu ideato dall’architetto Le Corbusier ed è un simbolo universale di generosità, apertura verso l’altro e rappresenta la pace tra i popoli. Con questo simbolo tanto antico, l’architetto volle lanciare un messaggio di fratellanza. Realizzata nel 1952 in lamiera e calcestruzzo, è alta 26 metri e circondata da un fossato. La leggerezza della lamiera, permette alla mano di ruotare liberamente sospinta dal vento.

Un luogo distante dal caos delle città indiane

Fu proprio l’architetto Le Corbusier a ideare Chandigarh, prospettando di creare una città moderna ed efficiente, in cui l’armonia della natura e la bellezza degli edifici potessero andare d’accordo. Un luogo che accontenta ogni genere di viaggiatore e che differisce molto dal contesto tradizionale delle città indiane, così caotiche e disordinate. Qui l’urbanizzazione ha comunque lasciato il giusto spazio a una vita tranquilla tanto apprezzata dai suoi abitanti, non tralasciando l’efficienza e lo sviluppo che tanto mancano altrove.

Booking.com

© 2020 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mini guida

Tokyo, cosa vedere nella metropoli del Giappone

Mini guida di Tokyo, cosa vedere in 5 giorni

Tokyo è una città che mi ha molto sorpreso, è enorme e comunque funzionale, i mezzi sono puliti e le strade farebbero invidia a qualsiasi altra...