Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

10 cose da vedere a Malaga, perla araba dell’Andalucia

4 minuti di lettura
La città che non può mancare durante il vostro soggiorno in Andalucia, piena di storia, attrazioni turistiche e fascino: nel post, i 10 luoghi da non perdere a Malaga!

Malaga è la seconda città per importanza dell’Andalucia dopo Siviglia. Ricca di attrazioni turistiche, è sicuramente una destinazione adatta per un weekend in Europa.
Collegata in modo rapido con l’aeroporto che si trova a soli 8 km e che serve tutta l’area della Costa del Sol.

Per raggiungere infatti il centro città ci sono diverse opzioni:

Con il bus, in partenza ogni 20/25 minuti, con collegamenti dalle 7.00 alle 24.00.

Con un treno locale (carcanias C1) che collega direttamente con le fermate Maria Zambrano e con Alameda corrispondente al centro città.

Cosa vedere a Malaga

Innanzitutto occorre sottolineare che il centro di Malaga è molto raccolto quindi non è necessario utilizzare mezzi di trasporto ma è possibile raggiungere tutte le principali attrazioni a piedi godendosi le caratteristiche vie della città contornate da negozi tipici e locande.

1. Museo e casa di Picasso

Una tappa immancabile per chi visita questa città sono i luoghi
dedicati a Picasso, artista originario di Malaga, tra cui il museo dove è possibile osservare alcune tra la sue opere più importanti e molte altre opere minori. Suggerisco di visitarlo appena aperto in quanto le sale sono piccole ed è molto frequentato. All’ingresso viene fornita gratuitamente anche l’audio guida. La casa natale del pittore è molto piccola, ospita oggetti di vita quotidiana appartenenti alla famiglia, certificati di nascita e la pagella di Pablo. Alcuni pezzi d’arredamento originale e una replica del mantello indossato solitamente dal pittore. È molto caratteristica da visitare più per il fattore emotivo, in quanto non ci sono molte opere o oggetti a lui appartenuti e la visita non dura più di 15 minuti pur ascoltando l’audio guida.

2. Calle Larios

Si tratta del centro città, uno dei luoghi più importanti perché richiama tutti i turisti attraendoli nei suoi negozi e bar o con una sosta a Plaza de la Costitucion.

3. Cattedrale di Malaga

Si tratta di una delle più maestose cattedrali del mondo,
soprannominata anche “ La Manquita” per via della struttura della torre destra che non fu ultimata. Nello stile della struttura domina il periodo del rinascimento mantenendo al suo interno la caratteristica impronta dell’Andalucia.

4. Teatro Romano

Per gli amanti della storia è da visitare assolutamente il Teatro Romano, si tratta di una struttura che risale al I secolo dC e fu scoperto nel 1951 ai piedi dell’Alcazaba. L’ingresso è gratuito.

5. Alcazaba e castello di Gibralfaro

La prima è una fortezza di epoca musulmana, costruita su una fortezza preesistente di origine fenicia alle falde del monte Gibralfaro, sulla cima del quale si trova il castello dello stesso nome. Alcazaba e il castello sono collegati da un passaggio del monte protetto da una doppia muraglia a zig-zag chiamato La Coracha, non visitabile. Degna sicuramente di visita è l’Alcazaba, luogo molto caratteristico che permette di avere una concezione più completa sulla presenza araba in questa città. Meno interessante è il castello dal quale si può invece godere di una bellissima vista sulla città e sul mare.

6. Plaza de Toros e il Museo taurino

Conosciuta anche come “La Malagueta” fu costruita nel 1847 ed è una delle più grandi e famose arene di Spagna. La struttura si trova vicino al Porto, ma la Plaza de Toros è accessibile solamente se è in scena una Corrida. Il costo di uno spettacolo non è sicuramente economico. Da qualche mese è possibile entrare durante il weekend con orari specifici. Il museo adiacente è invece aperto tutti i giorni.

7. Museo Carmen Thyssen

È l’esempio di pittura andalusa del secolo XIX più completo esistente attualmente in Spagna. Ha sede nel Palazzo di Villalón, edificio del XVI secolo situato nel pieno centro della città. La collezione permanente è composta da 230 opere, che percorrono l’arte del secolo XIX spagnola.

8. La spiaggia della Malagueta

Sicuramente uno dei luoghi più fotografati di Malaga, famosissima per la scritta indicante il nome della spiaggia, un must have per il turista sia in estate che in inverno. Altre spiagge degne di nota sono El Palo, La Caleta e El Candado.

9. Porto di Malaga

È l’area più frequentata di sera, completamente ristrutturata, rappresenta oggi uno dei luoghi più vivi ed animati della città. Due sono le nuove aree create: il Palmeral de las Sorpresas, la passeggiata principale caratterizzata da fontane, giardini, spazi attrezzati al relax ed a giochi per bambini, locali e ristoranti con terrazza, dove ammirare l’intera baia della città. Il Muelle Uno, un’area più movimentata dedicata a concerti ed eventi, mercatini e negozi. Qui si possono ammirare imbarcazioni di lusso ormeggiate, è possibile noleggiare barche a vela e prenotare escursioni di pesca. Nel Porto è presente anche l’Aula del Mar, un museo interattivo dove scoprire il mondo marino dedicato all’educazione ambientale e un percorso sopraelevato dove è situata una sede del celebre museo parigino Centre Pompidou.

10. Giardino botanico e Paseo del Parque

Il Jardin Botanico La Concepciòn è stato realizzato nel 1856 dai Marchesi di Loring, appassionati di botanica. In questa oasi nel cuore della città, ora appartenente al consiglio comunale botanico “Ciudad de Málaga”, si possono ammirare alcune specie di piante esotiche, tropicali e subtropicali, provenienti da tutti i continenti. Nel 1943 il Giardino fu dichiarato Patrimonio storico artistico della città.
Qui è possibile osservare piante e arbusti, alcuni ultracentenari, trasportati nell’Ottocento. Ospita la collezione di palme più spettacolare d’Europa. Ne sono presenti almeno 100 specie, tra cui alcuni esemplari unici. In totale il Giardino ospita oltre 50 mila piante di oltre 2000 specie. Il Paseo del Parque si trova, invece, lungo il porto di Malaga e si estende su 1 Km di strada che costeggia il mare, dal centro storico alla Plaza de Toros.

Questi sono sicuramente le attrazioni principali della città ma se avete a disposizione qualche giorno in più consiglio di addentrarsi anche nelle zone circostanti della città per vivere il vero spirito dell’Andalucia.

2 articoli

Informazioni sull'autore
24 anni, Milanese e laureata in turismo cultura e sviluppo dei territori e ora laureanda in comunicazione pubblica e d'impresa. Appassionata di social media e di arte contemporanea. Innamorata di Parigi e delle sue atmosfere ma sogna di visitare l'America. Ama organizzare viaggi per se e per familiari e amici ed è sempre con la fotocamera in mano pronta a immortalare ricordi di viaggio.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Dove Mangiare

5 posti dove andare a mangiare tartufo in Italia

Degustare il tartufo bianco è una di quelle esperienze imperdibili della vita, in Italia non abbiamo che l’imbarazzo della scelta: sono tantissimi i ristoranti, le osterie, gli agriturismo dove è possibile ordinare un gustoso e pregiato piatto a base di tartufo. Nel post vi consigliamo 5 luoghi per fare la conoscenza di questa famosa e pregiata pietanza.
Destinazioni

Italia, 5 posti sul mare da scoprire in inverno

Se amate il mare d’inverno, non perdete questo articolo con alcuni consigli per una vacanza originale alla scoperta di panorami mozzafiato e di tempo trascorso in lentezza. Da nord a sud Italia, non esiste luogo più affascinante del mare d’inverno: provare per credere!
News

10 consigli per viaggiare sicuri post Covid

Per viaggiare sicuri dopo l’emergenza sanitaria, una buona idea potrebbe essere evitare i luoghi affollati, quelli del turismo di massa: nel post vi diamo 10 consigli per non rinunciare alla felicità del viaggio mantenendo la sicurezza.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *