Come viaggiare di più spendendo di meno

Consigli per cammini a piedi
Come Muoversi

Cosa c’è da sapere sui percorsi a piedi

3 minuti di lettura
Itinerari a piedi, cosa devi sapere se stai pensando di intraprendere il tuo primo trekking. Conosci il tuo itinerari, fai una lista di cose da portare e ricordati di avere sempre un piano B.

Questo articolo è stato aggiornato il Aprile 29, 2022

Una delle tendenze degli ultimi anni, complice anche il Covid, è quella di scoprire gli itinerari a piedi, non solo in Italia ma anche in Europa. Sono sempre di più i cammini presi d’assalto da esperti di trekking e da improvvisati dell’ultima ora ma che desiderano cimentarsi in questi percorsi e vivere un’esperienza diversa.

In questo articolo non parleremo nello specifico di alcuni articoli, anche perché di post come questi ne abbiamo già pubblicati. Abbiamo già scritto dei cammini più belli d’Europa e abbiamo anche già raccontato dei sentieri più affascinanti d’Italia. In questo articolo nello specifico, quello che faremo sarà dare dei consigli su quello che c’è da sapere prima di intraprendere dei cammini che potrebbero sembrare semplici, ma che spesso se non si è abbastanza preparati, non lo sono per niente.

Consigli per cammini a piedi
Consigli per cammini a piedi

Studia l’itinerario nel dettaglio

Il primo step è quello di scegliere l’itinerario. Sembra scontato, ma ogni scelta influirà sulla buona riuscita del viaggio. Sei un camminatore esperto? Puoi osare con i sentieri impervi, con le pendenze e anche con le stagioni, forzando la classica “primavera” per partire. Se d’altro canto sei alle prime armi, ti sei lasciato convincere dal gruppo di amici o stai iniziando a prendere confidenza con questo nuovo tipo di viaggio, parti con qualcosa di semplice.
Se vuoi sentirti più sicuro, parti con un itinerario vicino casa, inizia con un trekking con poche pendenze, molto frequentato magari e che abbia tappe ravvicinate. L’ideale è non sforzare più di tanto la gamba e la testa (che è importante allo stesso modo del piede) e gradualmente salire di livello nei viaggi a piedi a seguire.

Procurati cartina e bussola

Una volta scelto l’itinerario, procurati una cartina (cartacea prima di tutto) per iniziare a stabilire concretamente le tappe. Valuta le pendenze, che sono importantissime, valuta i dislivelli, insomma preparati prima “su carta” letteralmente prima di iniziare il cammino nel concreto.
Oggi come oggi tutti i sentieri sono ben segnati e non è facilissimo perdersi. Se però sei “vecchia scuola” o non vuoi correre ulteriori rischi, sappi che il tuo smartphone non prenderà sempre, soprattutto se ti avventuri in sentieri un po’ più isolati. Per questo motivo oltre alla cartina procurati anche una bussola, e prima di partire assicurati di saperla usare alla perfezione.

Consigli per cammini a piedi
Consigli per cammini a piedi

Attrezzatura tecnica: scarpe, vestiti e tenda (volendo)

L’attrezzatura tecnica è importantissima. Senza un buon abbigliamento tecnico non è possibile mettersi in cammino. Le scarpe innanzitutto, mai mettere scarpe nuove ma più sono usate (certo non rotte), meglio è per i nostri piedi. Oltre alle scarpe pensa ad un abbigliamento che sia leggero, coprente e traspirante. Ci sono ottime marche che producono questo tipo di abbigliamento, ma se pensi che non li riutilizzerai spesso, ci sono anche brand economici.

Formula sempre un piano B

Hai portato il poncho, sei attrezzatissimo in caso di emergenze climatiche e hai anche la cassetta di pronto soccorso con te? Ben fatto, ma devi comunque prendere in considerazione un piano B per ogni evenienza. Trova i numeri di soccorso della zona che percorrerai e, se non ti troverai in Italia, preparati delle frasi in lingua locale o in inglese per chiedere assistenza o aiuto nel più breve tempo possibile.
Il piano B serve sempre per avere un’alternativa, il che non vuol dire che necessariamente qualcuno deve farsi male o devi richiedere assistenza sanitaria, ma può voler dire anche dover rimanere un giorno in più in una destinazione e quindi dover cercare una casa o un appartamento in cui fare tappa per più tempo.

Consigli per cammini a piedi
Consigli per cammini a piedi

Da soli è bello, ma in compagnia lo è di più

Non è solo una questione di sicurezza, è anche e forse soprattutto una questione di condivisione e quindi di di divertimenti. Il viaggio a piedi assieme ad altre persone merita un capitolo a parte. Prima di partire assicurati però che tutti abbiate ben chiare le tappe e la divisione in giorni del viaggio. E` importante per camminare bene insieme che tutti abbiano indicativamente la stessa preparazione atletica o saranno gli seri. Il viaggio da soli è bellissimo, ma a mio parere se la sera è possibile confrontarsi con un gruppo di persone che ha fatto lo stesso cammino, il viaggio risulta più bello.

2035 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è autrice e fondatrice del magazine Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. Per Viaggi Low Cost scrive ogni giorno tutto quello che trova di economico nei suoi numerosi viaggi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Come Muoversi

Campeggio e zaino in spalla: consigli e trucchi

Devi partire per un campeggio e non sai come organizzarti? In questo articolo scoprirai i consigli e trucchi più nascosti su come prepararsi al meglio per il proprio campeggio con lo zaino in spalla.
Curiosità

Viaggiare: come e dove trovare l'ispirazione

Sentire un profumo, ascoltare una canzone, leggere un libro, vedere un film. Queste attività sono comuni a tutti gli individui che, ispirati, decidono di partire per un viaggio. Ecco una lista delle cinque cose che maggiormente ispirano a viaggiare.
Destinazioni

Viaggi a piedi: i sentieri più belli d’Europa

C’è forse qualcosa di più bello che scoprire un paese a piedi? Le giornate sono lunghe e faticose, ma ogni km percorso è una vittoria personale. I cammini sono viaggi lenti e pieni di significato e ti permetteranno di entrare a pieno nella vita di un paese, scoprendolo davvero.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Destinazioni

10 destinazioni dove vedere il foliage in Italia