Venezia, dove mangiare kosher nel Ghetto Ebraico

La cucina ebraica, dove mangiare nel Ghetto di Venezia

La cucina ebraica, dove mangiare nel Ghetto di Venezia

di , | Dove Mangiare

cucina-ebraica

Il Ghetto ebraico di Venezia, il primo della storia europea nato ad inizio ‘500, è a mio parere uno dei luoghi più interessanti della città: zona tranquilla ma sempre piena di vita, che racconta una Venezia diversa da quella più tipica caratterizzata dai fasti e dalla ricchezza della nobiltà che si affaccia sul Canal Grande. Quest’area si trova nel sestiere di Cannaregio, tra il Ponte delle Guglie e Fondamenta degli Ormesini. Uno degli elementi più importanti della cultura ebraica è la cucina, strettamente legata alla religione, alle festività e definita anche da caratteristiche particolari e diverse a seconda del luogo in cui la comunità si trova. Gli ebrei veneziani quindi cucinano e mangiano piatti e cibi che nei secoli sono stati fortemente influenzati dalle tradizioni culinarie della città lagunare. Il modo migliore per immergersi nell’atmosfera del Ghetto è quindi provare alcune di queste specialità kosher, parola che significa “adatto”, e quindi conforme alle norme della Torà.

Se passate di qui e volete assaggiare qualcosa di veloce potete fermarvi da Gam Gam Goodies o alla Forneria Volpe: qui troverete in particolare dolci, soprattutto biscotti, fatti a mano e che rispettano ricette antiche. I miei preferiti sono chiamati “le recie de Aman” o “orecchie di Aman”, fagottini fatti di frolla ripieni di marmellata, mandorle, semi di papavero o cioccolato, che sono i dolci della festa di Purìm (ma che si trovano comunque ogni giorno sui banconi delle due fornerie veneziane!). Oltre a questi ci sono anche tante altre prelibatezze da sgranocchiare, magari seduti sulle panchine in Campo del Ghetto Nuovo: impàde ripiene di mandorle, boli con uvetta, azzime dolci, bìse e tanti altre cose buone, dolci e salate. I prodotti della Forneria in particolare, oltre ad essere kasher (“certificati” tali dal Rabbino Capo di Venezia) sono adatti anche per chi ha intolleranze alimentari, infatti non contengono latte, uova e lievito.

Chi invece preferisce sedersi ad un tavolo per un aperitivo o un pasto completo c’è il GAM GAM, un ristorante la cui fama è approdata anche oltreoceano ma che nonostante tutto ha mantenuto prezzi accessibili a chiunque. Il consiglio che posso darvi è di iniziare con l’antipasto israeliano, perfetto per due persone e che permette di assaggiare tante specialità di diverso genere: dai falafel alle carotine speziate, passando per salsine, hummus, verdure e tanto altro. Il resto del menù è una contaminazione di cucina italiana ed ebraica: io ho assaggiato un buonissimo e generoso cous cous al pesce, con pomodoro e salmone. Se siete vegetariani o vegani questo posto è adatto anche a voi, di sicuro nel menù troverete piatti che soddisferanno le vostre preferenze. Per essere sicuri di avere un tavolo è meglio prenotare in anticipo: il locale non è grande ed è sempre pieno.

L’ultima possibilità, che io però non ho ancora provato personalmente, è di fermarsi alla caffetteria del Museo Ebraico, magari dopo averlo visitato o aver fatto il tour delle Sinagoghe, qui vengono serviti pietanze di vario genere e sandwich.

A questo punto non mi rimane che augurarvi bete’ avòn (buon appetito)

© 2014 - Riproduzione riservata

ciao

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riceverai una notifica via email non appena ti risponderemo

Mappa

Ghetto Ebraico

Si trova in:

Cannareggio, 1146, 30121 Venezia , Venezia (Veneto)

Mini guida

48 ore a Venezia, mini guida per un weekend low cost

Cosa vedere a Venezia in 3 giorni

Venezia è una delle città italiane che tutto il Mondo ci invidia. Venezia è la città dell'amore, la città dell'acqua alta, la città degli...

Meteo

Venezia
C
% humidity
wind:
H • L