Dormire in una yurta in Uzbekistan: Ayaz-Kala

Dormire in una Yurta in Uzbekistan

Dormire in una Yurta in Uzbekistan

Una vacanza in Asia, in Uzbekistan e una notte in una Yurta, ti consigliamo di dormire a Ayaz-Kala, per un viaggio low cost e ricco di emozioni.

di , | Dove Dormire

Se state pensando ad un viaggio in Uzbekistan, ecco dove vi consiglio di dormire per una o due notti.

Il viaggio in auto per arrivare è stato piacevole e paesaggisticamente magnifico, attraverso il deserto di steppa e un sole brillante. Abbiamo fatto una sola tappa in un, diciamo, autogrill molto autoctono, in cui non trovi l’Icaro e nemmeno il Camogli ma puoi mangiare l’immancabile pane uzbeko con yogurt, insalata di cetrioli e pomodori.

Ayaz-Kala yurta

Le yurte sono le abitazioni tipiche dei nomadi dell’Asia Centrale, al campo di Ayaz-Kala ne trovate circa 7/8 e ognuna può ospitare da 4 a 6 persone, sono costruite con uno scheletro di legno e una copertura di tappeti di feltro.

L’interno è molto colorato e troverete solo i letti, che servono da sedie durante il giorno, un tavolino basso su cui si posa il cibo e una stufetta. L’unica apertura è la porta d’entrata, sempre rivolta a sud. Le docce e i bagni sono in comune, all’esterno. Tutto è molto spartano, è come essere un po’ in campeggio! Ad accogliervi una famiglia che gestisce il campo di una gentilezza squisita, sempre sorridente.

Ayaz-Kala yurta camp

Siamo arrivate al campo molto presto, verso le tre del pomeriggio perché noi abbiamo scelto di non visitare tutti i forti che ci hanno proposto. Vorrei sottolineare che con la Minzifa Travel sarete molto liberi, potete aggiungere o togliere visite a siti e monumenti in base alle vostre esigenze.

Cosa c’è da fare al campo? Niente, un bellissimo niente. La città più vicina si trova a circa 25 km, il campo è adiacente all’antico forte di Ayaz-Kala, potete andarci a piedi, camminando sulla sabbia finissima del deserto.

Ayaz-Kala interno

Le ore sono trascorse ammirando incredule il paesaggio desertico circostante, leggendo, chiacchierando, sorseggiando the e vodka in attesa della cena, la luce e i colori cambiavano offrendoci uno spettacolo difficile da raccontare.

Considerate che era marzo, per cui il campo non era totalmente attivo a causa della temperatura. Alcune tende non erano completamente montate e i pochi turisti che abbiamo visto erano lì solo per mangiare nella yurta e ripartire dopo qualche ora.

Ayaz-Kala camp

Noi siamo state le uniche a pernottare, dopo una buonissima cena con i piatti della tradizionale cucina karapalka e uzbeka: pane, zucca e patate bollite, frutta secca, insalatine, dolcetti e the caldo a volontà. Chiedete espressamente che vi accendano la stufetta, il tepore durerà pochissimo ma farà la differenza. Noi alle 21 eravamo nascoste dentro i sacchi a pelo (portateli), con l’aria gelida che soffiava sulle nostre teste; io ho sofferto un po’ il freddo quella notte ma lo rifarei mille volte.

© 2015 - Riproduzione riservata

Rispondi

Mappa

Mini guida

Kyoto, cosa fare in tre giorni

Kyoto, mini guida per 3 giorni in Giappone

Dopo aver visitato Kyoto in inverno ho pensato a quanto potrebbe essere incredibilmente meravigliosa in primavera. Kyoto mi è piaciuta da impazzire,...

Meteo

Asia
C
% humidity
wind:
H • L

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!