Capodanno a Salvador de Bahia, ecco il racconto

Capodanno in Brasile a Salvador de Bahia

Capodanno in Brasile a Salvador de Bahia

di , | Eventi

Booking.com

Il migliore capodanno di sempre l’ho passato sulla spiaggia di Salvador De Bahia. Scalza, con al collo una collana di perle bianco-blu e vestita di bianco, come vuole la tradizione brasiliana! Quest’anno non ho ancora fatto programmi per salutare il 2012, certamente niente mete latine, ma con il cuore e la mente sarò con chi potrà permettersi questa splendida esperienza ed ecco qui qualche piccola dritta a chi visiterà questa città sorprendente e complessa, dove musica, sole e divertimento si mescolano a povertà e criminalità, esprimendo tutto lo spirito contraddittorio di Salvador.

Da visitare in città:
Pelourinho. La parte antica di Salvador dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Un groviglio di stradine dove si affacciano coloratissime abitazioni dall’inconfondibile stile coloniale. Sconsiglio di andarci la domenica perché gran parte dei negozi sono chiusi e quindi non si può assaporare in pieno il divertente caos che la regna.

Elevador Lacerda. Questo ascensore in stile decò collega la città alta (dove si trova il Pelourinho e la città bassa che si affaccia direttamente sul mare) effettuando in pochi secondi la discesa di 72 metri. Da provare, vi regalerà una bella vista sul mare, ma non aspettatevi niente di straordinario, si tratta pur sempre di un ascensore.

Mercado Modelo. Il coloratissimo mercato che si trova nella parte bassa della città, di fronte al mare e dal lato opposto dell’uscita dell’Elevador Lacerda. Qui si trovano un’infinità di articoli di artigianato locale e tante idee per riportare a casa qualche souvenir che tra l’altro, qui, sono venduti a prezzi inferiori.

Lagoa do Abaetè. Meta meno turistica. Un’oasi a pochi km dal cuore della città. Dune di sabbia finissima e bianca, palme, danno l’illusione di essere in una spiaggia caraibica e invece si tratta di un lago.

Praia de Rio Flamengo. Poco fuori la città, si raggiunge in circa 40 minuti con un autobus di linea, ma vale la pena andare. Spiagge infinite e chioschetti dove mangiare aragoste e granchi appena pescati. I più sportivi possono anche fare surf, qui ci sono delle belle onde. Io ci ho provato, ma diciamo che non è il mio sport!

Praia do Forte. A circa due ore da Salvador si raggiunge in autobus dalla Rododiaria, la Stazione Centrale degli Autobus. Chi soggiorna nello stato di Bahia spesso passa qualche giorno qui, io invece consiglio una breve puntata (un giorno, massimo due). Il posto è delizioso e ben curato, ma un po’ finto e molto turistico. Da non perdere però una visita al centro del Progetto Tamar per la salvaguardia delle tartarughe marine. I più fortunati potranno ammirare, alle prime luci dell’alba, schiudersi le uova e accompagnare con lo sguardo le tartarughe appena nate mentre s tuffano in mare. Fantastico!

Infine, per quanto riguarda la notte dell’ultimo dell’anno il mio consiglio è quello di non fare programmi, ma di scendere in strada (magari lungo mare) e lasciarsi travolgere dalla carica e l’allegria bahiana. Non ci sarà che l’imbarazzo della scelta tra le varie bancarelle che propongono street food eccezionali a pochi reais (non fatevi intimorire dalle condizioni igieniche non proprio… impeccabili dei venditori ambulanti, la maggior parte dei quali sono improvvisati!). Neanche la musica mancherà. Tutti gli anni viene allestito un grande palco proprio a fianco del faro da Barra… e poi tutti in spiaggia a lanciare fiori in mare con in mano un buon bicchiere di mojito.

Parlarne, mi fa venire voglia di ripartire!

Booking.com

© 2012 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com

Mini guida

Mini guida di New York, seconda parte

Cosa vedere a New York in sette giorni e dieci giorni - seconda parte

Dopo aver girovagato per cinque giorni a New York, prima parte della guida, passiamo subito alla seconda parte con i giorni dal sesto al decimo....