Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Mangiare

Wabi sabi a Pesaro: un giapponese che vale una cena

1 minuti di lettura

Questo articolo è stato aggiornato il Ottobre 4, 2021

Premetto che non sono molto amante della cucina giapponese: non la disdegno, ma una cena di sushi in genere non mi soddisfa molto. Ecco la motivazione per la quale non ero molto entusiasta di andare fino a Pesaro per mangiare al Wabi sabi, decantato da un amico come il migliore ristorante jap della zona. Il locale è davvero minuscolo e dal fuori non lo si noterebbe nemmeno: una piccola insegna e una porticina a vetri senza tante decorazioni anticipano il minimalismo che troveremo all’interno. La zona è quella centrale, appena fuori da una delle vie principali della città, in piazza Matteotti; per questo parcheggiare nei dintorni non è facilissimo, ma nemmeno impossibile.

Appena entrati, ci si rende conto di quanto sia piccolo il Wabi sabi: pochissimi tavoloni in legno e un bancone da bar. I toni sono quelli chiari del legno e del bianco e alle pareti sono appese stampe con paesaggi giapponesi. Vale la pena fare una visita anche al bagno: è zen anche quello! :) Vi si respira un’atmosfera calma e tranquilla, anche se il locale è quasi sempre pieno. Ci hanno dato il benvenuto con un antipastino di fave piccanti, accompagnato da un vassoietto di vimini pieno di asciugamani caldi e profumati per pulirsi le mani. Le bacchette sono di rigore e i piatti e i bicchieri di porcellana dai colori tenui completano un’apparecchiatura elegante e semplice. Abbiamo iniziato con un antipasto misto, mix di sushi e maki giganti. Tutto era davvero molto gustoso e il pesce sembrava freschissimo. Le porzioni sono abbondanti e tutti i piatti presentati con cura. La cameriera poi è stata davvero molto gentile e nonostante fosse tutto pieno, ha portato le nostre ordinazioni senza farci attendere troppo. C’è poi chi ha proseguito con un bis e con ordinazioni di piatti particolarmente piccanti, ma io mi sono fermata: ero davvero sazia! Come dessert ci siamo concessi un gelato al tè verde, che si è rivelato un ottimo digestivo. Nel menù ho letto anche il nome di qualche tè particolare, ma purtroppo non sono riuscita a provarli.

Considerando che avevamo preso anche una bottiglia di vino e una di birra e considerando soprattutto la quantità di cibo ordinata, non abbiamo speso molto: 33 € a testa, un prezzo onesto per una mangiata di sushi di ottima qualità. Viste le dimensioni del locale, è necessario prenotare con anticipo. Ecco uno dei pochi giapponesi di cui conservo il biglietto da visita.

73 articoli

Informazioni sull'autore
Valentina 28 anni, abita a Prato ma solo per dormire. Il resto del tempo lo passa in giro tra Toscana ed Emilia Romagna. Educatrice di asilo nido durante la settimana, viaggiatrice nel week end. In inverno treni e libri sono i gli inseparabili compagni di viaggio; d’estate i piedi rimangono il suo mezzo di trasporto preferito.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Yakitori, ricetta per preparare lo street food giapponese

Yakitori, la ricetta degli spiedini giapponesi anche per vegetariani. In Giappone sono cibo da passeggio (street food) anche per vegetariani con il tufo invece del pollo. Ecco la ricetta per rifarli a casa durante una cena con gli amici (magari dopo un viaggio in Giappone).
Ricetta

Laddu, ricetta indiana dei dolci delle feste

Laddu, i dolci delle feste per la tradizione indiana. Si preparano in poco tempo, sono gustosi e piacciono tanto ai bambini. Se vi trovate in India e siete invitati a casa di qualcuno, è buona norma portare una scatolina di Laddu.
Ricetta

Samosa, la Ricetta originale indiana anche a casa

La ricetta dei Samosa indiani, snack sfizioso di tanti paesi del mondo. Non solo in India infatti, ma anche in Nepal, in Iran e altre località del Mondo. Nell’articolo tutte le informazioni per prepararli a casa, anche quelli vegetariani.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.