Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Mangiare

Mangiare all’agriturismo Cà Marcella, a Roncofreddo

1 minuti di lettura

tagliatelle al ragù

Domenica di sole e decidiamo così di dirigerci per pranzo nella zona di Roncofreddo, più precisamente ad Ardiano. Qui é presente un agriturismo gestito dai fratelli Dall’Ara che, un giorno, hanno deciso di dare una svolta alla propria azienda agricola.

Arrivarci non é stato facile, anche perché quando si percorrono le infinite stradine dell’entroterra cesenate i navigatori non servono a nulla. Comunque, seguendo le indicazioni da Rimini sulla via Emilia (SS9) per Calisese e Roncofreddo siamo giunti alla meta. Il paesaggio era uno spettacolo, grazie alla fioritura di ettari ed ettari di pescheti che attorniano la strada fino al bivio per Monteleone e Ardiano.

Cucina del territorio, chiaramente, e vino di propria produzione (ma su questo é meglio stendere un velo). In certi punti la strada si inerpica a tal punto che la pendenza arriva al 15% (i ciclisti sanno cosa voglia dire…), ma nonostante non sia proprio facilissimo arrivarci il locale era decisamente stracolmo. Fuori anche una piscina ed una splendida terrazza per le mangiate estive.

Capiamo perchè andarci. Il panorama é mozzafiato dato che permette di spaziare dal castello di Sorrivoli, di fronte all’agriturismo, fino al mare nelle giornate più terse. Posso solo immaginare cosa possa essere guardare la costa illuminata di notte. Poi il mangiare. Antipasti della casa come salumi nostrani e bruschette farcite, bis di primi con tortellacci ripieni di erbe con formaggio di fossa e tagliatelle al ragù, grigliata di carne mista e faraona, contorni vari (gratin come se piovesse) con l’immancabile piadina, misto di dolci (entusiasmante la zuppa inglese), caffè ed “ammazza caffè” (nocino).

Spesa a testa? 18 euro. Decisamente poco, calcolate le quantità portate a tavola e l’ottima qualità del prodotto. Il vino, lo ripeto, é di loro produzione. Evitate di chiedere la carta dei vini, come ho fatto io. Non c’è.

Un consiglio: prenotate con largo anticipo. Io ho avuto solo fortuna a trovare posto.

[vlcmap]

149 articoli

Informazioni sull'autore
Nelle sue vene scorre anche sangue finlandese, pertanto quando si muove all’estero é come se fosse a casa sua. Riminese, ama profondamente il suo territorio e specialmente il suo entroterra. Appassionato di enogastronomia, é sempre alla ricerca di un evento, una sagra, un ristorante, un vino da poter raccontare. Dopo la laurea Inizia a scrivere come collaboratore di redazione per alcune testate giornalistiche. Oggi é un freelance.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Dove vedere i fenicotteri a Comacchio

Se non hai la possibilità di andare all’estero ma vuoi comunque vedere i fenicotteri, a Comacchio potrai vivere questa bellissima esperienza. Attraverso diversi tour infatti potrai vederli in totale libertà e goderti una giornata in questa splendida zona dell’emilia romagna.
Ricetta

Pissaladière, ricetta della Costa Azzurra arrivata in Liguria

Pissaladière, un piatto del sud della Francia arrivato anche in Liguria. Qui la ricetta con olive e capperi, ma qui anche il metodo di preparazione per un pasto che ricorda un viaggio in Francia o in Liguria!
Dove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.