Gnocco Fritto a Parma: 5 posti dove mangiarlo

Cinque posti dove mangiare lo gnocco fritto a Parma

Cinque posti dove mangiare lo gnocco fritto a Parma

Lo gnocco fritto a Parma è il piatto della tradizione che non potete lasciarvi scappare durante una vacanza in questa zona di Emilia. Non tutti i locali offrono lo gnocco fritto fatto come vuole la tradizione, noi ne abbiamo scovati cinque perfetti.

di , | Dove Mangiare

Booking.com

Lo gnocco fritto, o come viene più comunemente chiamato in provincia di Parma, torta fritta, è uno dei piatti più tradizionali dell’Emilia, mantenendo da città in città le stesse caratteristiche e cambiando solamente il nome non appena si varcano i confini provinciali.

gnocco-fritto-dove-mangiarlo

Una ricetta di una semplicità incredibile, come la maggior parte di quelle che caratterizzano la tradizione enogastronomica emiliana, ma che valorizza al massimo la qualità delle materie prime e qualche piccolo accorgimento, per far sì che diventi perfettamente croccante e asciutta. Farina, acqua, lievito di birra e sale vengono impastati, tagliati a quadretti o triangoli e poi fritti nell’olio bollente, per essere serviti infine con i tradizionali salumi emiliani e i formaggi.

gnocco-fritto-salumi

A Parma sono tantissimi i ristoranti e le trattorie che propongono la torta fritta, ma non sempre è facile uscirne soddisfatti, sia per motivi di qualità del piatto, sia per la quantità. I parmigiani si ritengono veramente soddisfatti dell’esperienza, quando la torta fritta è asciutta, croccante, ma soprattutto quando i ristoratori non lesinano sulle quantità! Ecco le 5 migliori trattorie dove gustare la torta fritta a Parma e provincia:

Trattoria Scarica in via Martinella ad Alberi di Vigatto (Pr), gestita dal 1946 dalla famiglia Scarica che con cura e attenzione cerca di mantenere sempre le tradizioni e la semplicità al primo posto. Subito dopo la guerra il signor Livio decise di aprire una trattoria, mettendo ai fornelli la moglie Maria e proponendo come piatto forte proprio la torta fritta accompagnata dai salumi. Negli anni poi l’offerta si è ampliata ed oggi è possibile gustare tutte le principali specialità del territorio parmense, anche se tutt’ora, Scarica rimane probabilmente il posto preferito da tutti i parmigiani.

gnocco-fritto-pancetta

Trattoria del Grillo, sempre in via Martinella a Vigatto, è praticamente la gemella di Scarica, separate solamente da pochi chilometri. Il Grillo nasce nel 1960, offrendo pochi piatti della tradizione parmigiana, compresa la torta fritta. Nel tempo si è ampliato sempre di più, ma rimane comunque il punto d’incontro per le cene con gli amici, nelle calde serate estive, per gustare torta fritta, salumi e formaggi, accompagnati dal lambrusco locale.

Trattoria Milla, in via Maestri a Sala Baganza, anche in questo caso si tratta di un ristorante storico del parmense, dove la cuoca Catia ripropone le ricette originali della mamma Nives, della nonna Peppina e del nonno Sergio, offrendo anche la possibilità di gustare l’ottima torta fritta non solo ospiti del ristorante, ma anche a casa propria, con la consegna a domicilio. Un servizio davvero unico nel suo genere per una trattoria storica.

gnocco-fritto

Spostandosi ancora di più verso la collina, a Salsomaggiore Terme  in località Scipione Ponte, la trattoria Cavallo è conosciuta anche come la “tortafritteria” ufficiale del paese che propone diverse ricette: la rustica con l’aggiunta di purea di patate e uova nell’impasto, la Cavallo fatta con la ricetta tradizionale di famiglia, la croccante fatta con farina gialla, e i fagottini ripieni di ricotta oppure al gorgonzola. Il tempio di chi desidera sperimentare varianti decisamente particolari del piatto emiliano.

Infine nella Bassa, cioè la terra vicino al fiume Po, appena fuori Fontanellato si trova l’Osteria di Casalbarbato, in via Casalbarbato 16, dove la torta fritta è fatta con una differente forma rispetto al tradizionale quadrato o triangolo. Nell’Osteria di paese la torta fritta viene servita a strisce, sottili e lunghe su cui poter arrotolare l’ottimo prosciutto di Parma o il Culatello di Zibello, o ancora la Mortadella, la Culaccia o la Spalla Cotta. Una vera osteria di paese e di passaggio, dalla quale però è davvero difficile andarsene.

Foto di wEnDykwistentTommaso CorrealeBarbara Skinner

Booking.com

© 2014 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com

Mini guida

Mini guida di Reggio Emilia

Cosa vedere a Reggio Emilia

Reggio Emilia è una delle cittadine di origine romana nate lungo la via Emilia, non è molto conosciuta a livello turistico, probabilmente anche per...