Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Tour tra i castelli del Ducato di Parma e Piacenza

2 minuti di lettura
Un tour alla scoperta dei Castelli del Ducato, partendo dalle città di Parma e Piacenza in Emilia Romagna e dai loro dintorni. Ecco cosa vedere per scoprire questo territorio e godere dei prodotti gastronomici di punta.

Quando si pensa all’Emilia Romagna è innegabile che la stragrande maggioranza pensi alle spiagge, agli ombrelloni, al sole infuocato, alla tintarella. Una volta arrivati poi sulla riviera a questo dobbiamo aggiungere però ombrelloni attaccati, la vicina chiassosa al cellulare, bambini che giocano e schiamazzano (a volte) senza rispettare il desiderio di chi vorrebbe trascorrere qualche ora in santa pace.

Avete mai pensato invece ad una vacanza nel verde dell’Appennino? Che barba, che noia? Non direi proprio. Anzi, sempre più il turismo sta diventando ‘green’ ed unito alla buona gastronomia e alle bellezze artistiche ecco che si crea un perfetto mix che vi farà subito dimenticare lo stress da spiaggia.

Questa volta vi propongo un tour tra i castelli del Ducato di Parma e Piacenza. Mettere in evidenza ogni piccolo castello o fortilizio è impresa ardua e noiosa, pertanto mi limiterò a segnalarvi quelli che io ritengo imperdibili a mio avviso.

Cosa vedere a Parma e dintorni

Partendo proprio dalla città di Parma è obbligo abbinare magari una degustazione di prosciutto crudo di Parma, assieme ad un calice di Lambrusco ed infine due passi dentro un suggestivo castello. Chiamatelo tour dei castelli o della gastronomia, resta il fatto che negli ultimi due anni questo tipo di prodotto turistico trova sempre più adepti e curiosi, spesso da oltre Oceano (americani soprattutto).

Personalmente, dopo aver visitato Parma e il suo centro storico, consiglio sempre una tappa a Langhirano, circa 22 km da Parma, distretto industriale dedicato alla produzione e stagionatura del prosciutto. Si trovano decine di aziende che offrono ‘assaggi’ e visite guidate interne ai luoghi della stagionatura. Non è un caso che molte di queste strutture siano anche dotate di spacci aziendali, e fidatevi che un gambuccio di crudo o del Parmigiano Reggiano vi rimarranno attaccati alle mani.

Dal punto di vista culturale suggerisco una sosta al castello di Torrechiara, splendida struttura medievale edificata tra il 1448 e il 1460. Ben tre cerchia murarie difensive, quattro grandi torri difensive, sale affrescate a grottesca e la Camera d’Oro.

Tutt’altro genere è invece la magnifica Reggia di Colorno, oltre 400 sale, un giardino esterno alla francese, fu abitata dalla famiglia Farnese, dai Borbone, da Maria Luigia d’Austria moglie di Napoleone. Qui si respira una atmosfera principesca.

Cosa vedere a Piacenza e dintorni

Passando invece in provincia di Piacenza qui si ha la sensazione di essere circondati da decine di castelli una volta medievali poi trasformatisi in sedi principesche, ma senza perdere la loro natura difensiva. Abbinandovi una escursione tra i vigneti di Ortrugo  o di Gotturnio (vitigni autoctoni), degustando qualche buona fetta di coppa Piacentina, vi suggerisco di non perdere due mirabili strutture: il mastio e il borgo di Vigoleno, integro dal punto di vista del sistema difensivo. Ha un sistema di camminamenti tra i merli medievali emozionante e che invito tutti a percorrere in tutta sicurezza, oltre ai quattro piani del mastio centrale. Non è un caso che sia annoverato tra i borghi più belli d’Italia.

Infine vi suggerisco una sosta al castello di Rivalta. Aperto solo su prenotazione per eventuali visite guidate è ancor oggi abitato da un ramo nobiliare dei conti Zanardi Landi. Sono visitabili il grande cortile, il salone d’onore, la sala da pranzo, le cantine e le prigioni, la stanze residenziali, la torre, le Sali d’armi e altre piccole chicche. Il tutto in un contesto naturalistico che onestamente non vi farà assolutamente sentire la mancanza di una settimana al mare.

149 articoli

Informazioni sull'autore
Nelle sue vene scorre anche sangue finlandese, pertanto quando si muove all’estero é come se fosse a casa sua. Riminese, ama profondamente il suo territorio e specialmente il suo entroterra. Appassionato di enogastronomia, é sempre alla ricerca di un evento, una sagra, un ristorante, un vino da poter raccontare. Dopo la laurea Inizia a scrivere come collaboratore di redazione per alcune testate giornalistiche. Oggi é un freelance.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Italia, 5 posti sul mare da scoprire in inverno

Se amate il mare d’inverno, non perdete questo articolo con alcuni consigli per una vacanza originale alla scoperta di panorami mozzafiato e di tempo trascorso in lentezza. Da nord a sud Italia, non esiste luogo più affascinante del mare d’inverno: provare per credere!
News

10 consigli per viaggiare sicuri post Covid

Per viaggiare sicuri dopo l’emergenza sanitaria, una buona idea potrebbe essere evitare i luoghi affollati, quelli del turismo di massa: nel post vi diamo 10 consigli per non rinunciare alla felicità del viaggio mantenendo la sicurezza.
Destinazioni

Viaggiare in Italia: 10 mete insolite per il weekend

Una gita fuoriporta o un weekend lungo: ecco alcuni consigli per organizzare una visita sorprendente e originale in Italia. Giardini particolari, labirinti, antichi conventi e la meravigliosa Costa dei Trabocchi, lasciatevi ispirare dal post!
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!