Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Dormire

Dove pernottare in viaggio: 6 soluzioni oltre Couchsurfing

2 minuti di lettura
Stanchi di hotel e bnb? Se siete viaggiatori liberi e ricercate lo spirito della condivisione, ecco il post che fa al caso vostro.

Si sa, quando si viaggia per tanto tempo una cosa fondamentale è la ricerca di un posto dove pernottare.

Viaggio costantemente ormai da più di cinque anni e ripensando al passato mi rendo conto di quanto le mie abitudini siano cambiate. Nel 2017 ho girato tutta Italia in treno e bicicletta per tre mesi con il mio ragazzo e abbiamo pagato per dormire solo cinque volte. Sono in viaggio da novembre in giro per l’Europa e non abbiamo mai pagato per dormire. Adesso un ostello o una camera su Airbnb sono sempre l’ultima scelta e vi spiego perché.

Si incontrano persone del posto e si assapora la vita semplice, i piatti tipici, si parla e ci si confronta. È davvero bello rendersi conto che ci sia qualcuno pronto ad accoglierti a casa propria senza nemmeno conoscerti.

Con alcune di queste persone e famiglie che ci hanno ospitato siamo ancora in contatto.
Una cosa importante è il pensiero che oltre ad essere ospitati, anche voi sareste disposti ad ospitare.

Il sito Couchsurfing lo conosciamo bene tutti, ma secondo me è un po’ troppo dispersivo, molte persone sono iscritte solo per moda e non per reale interesse a ospitare. Soprattutto in Italia (parlo per esperienza personale) bisogna davvero riuscire a riconoscere le persone giuste, altrimenti si rischia di mandare messaggi a vuoto. Tra l’altro, se non sei un utente verificato (bisogna pagare per diventarlo), puoi mandare solo 10 richieste a settimana.

Parlando più praticamente…

Come si può trovare qualcuno che ci ospiti senza usare Couchsurfing

1. Be Welcome and Hospitality Club

Sono praticamente gli antenati di Couchsurfing, ma penso che siano migliori di esso, perché chi è iscritto ha davvero interesse negli incontri con chi viaggia e non lo fa solo per moda.

2. Warmshowers

In assoluto il mio preferito! Per me che viaggio in bicicletta… È un couchsurfing per cicloturisti, ciclisti che ospitano altri ciclisti. Qui gli iscritti hanno i tuoi stessi interessi e sono davvero pronti ad ospitare, nella maggior parte dei casi. Siamo stati ospitati da tantissime persone sia in Italia e all’estero, spesso chi ci ha ospitato ci ha anche preparato un’ottima cena, che è molto gradita dopo una giornata in bicicletta.

3. Trustroots

Un sito nato da poco ma che sta crescendo sempre di più. Nato da una comunità di ragazzi che viaggiano in autostop, adesso conta più di 25.000 membri in tutto il mondo. La particolarità è che ci si può iscrivere solo su invito, proprio per rafforzare il concetto di comunità. Oppure tramite la lista d’attesa: ti iscrivi, inviti altri 4 amici e quando questi saranno sulla lista potrete iscrivervi tutti al sito.

4. Gocambio

Un sito che mette in contatto viaggiatori e locali che ospitano qualcuno per imparare qualcosa, che sia una lingua straniera o la cucina tipica.

5. Talktalkbnb

Il nome dice già tutto, un host offre ospitalità per parlare una lingua straniera.

6. Bed&Learn

Un sito tutto italiano, con lo stesso principio dei precedenti, basato sullo scambio di ospitalità, valori culturali e conoscenza.

Un altro consiglio

Infine il metodo forse più “antico” ma che ultimamente sta completamente cambiando il nostro modo di viaggiare: chiedere spontaneamente a casa della gente. Soprattutto se si ha una tenda da mettere in giardino, ci si ferma in zone di campagna o presso una fattoria e poi basta solo chiedere: la maggior parte delle persone ci ha sempre accolti bene. Sto viaggiando in Francia in bicicletta e molto spesso abbiamo chiesto alla gente del posto: abbiamo conosciuto tante persone fantastiche e siamo sempre rimasti stupiti dalla loro semplice e improvvisata ospitalità.

12 articoli

Informazioni sull'autore
Sabrina nasce in Sicilia e dopo aver vissuto tre anni ad Amburgo, ha lasciato il lavoro per girare l'Europa e fare volontariato nelle fattorie. Gestisce un blog insieme ad Alec, il suo ragazzo, che è anche il suo compagno di viaggio. Ama viaggiare in treno e in bicicletta, i viaggi lenti e a contatto con la natura. Nel suo zaino ci sono sempre due piccoli coniglietti che insieme a lei hanno girato l'Europa. I viaggi indimenticabili: Sicilia-Germania in scooter, tutte le regioni d'Italia in tre mesi in treno e bicicletta.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Dove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Curiosità

I misteri della laguna: l'isola di Poveglia

Venezia è considerata una delle città più belle del mondo, ma anche la bellezza ha i suoi lati più nascosti e misteriosi. Uno di questi è certamente un piccolo isolotto situato al largo della laguna veneziana, oggi inaccessibile al pubblico: Poveglia o, a detta di molti, “l’isola infestata”.
Destinazioni

Les huîtres: le tre migliori ostriche in Francia

Vi siete mai chiesti da dove vengono le migliori ostriche in commercio e come crescono? Qui potete trovare elencate le tre città migliori in Francia sia per la qualità che per il metodo di produzione de “les huîtres”.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.