Come viaggiare di più spendendo di meno

Copertina - Frecce tricolori
Destinazioni

I sacrari militari in Italia della Prima Guerra Mondiale

3 minuti di lettura
Venite a scoprire i tre sacrari militari che accolgono e commemorano le spoglie dei soldati morti in guerra: Pasubio, Cima del Grappa e Redipuglia.

Questo articolo è stato aggiornato il Giugno 13, 2022

I sepolcri dei caduti sono i grandi predicatori della pace

Così Albert Schweitzer, Premio Nobel per la Pace 1952, descrive questi luoghi storici, i sacrari militari. Da un punto di vista storico e architettonico, questi luoghi sono l’esempio senza confini di ciò che è successo nel paese italiano durante la Prima Guerra Mondiale. Grazie a testimonianze importanti e vitali tramandate dalle vecchie generazioni, in luoghi ed anche contesti molto forti oggigiorno è possibile effettuare un vero e proprio pellegrinaggio della memoria, della pace, della solidarietà e della fraternità che lega tutti gli italiani. Anche chi non è appassionato di storia militare conosce la storia di uomini caduti in guerra in nome di un’Italia unita. Oggi, andremo a scoprire i sacrari militari della Grande Guerra in Italia.

I sacrari militari in Italia della Prima Guerra Mondiale

Sacrario militare del Pasubio

Pasubio

Una delle opere monumentali più significative è l’Ossario del Pasubio, insieme al Museo della Prima Armata. Questo luogo di pellegrinaggio sorge sul colle di Bellavista al Pian delle Fugazze (Vicenza) ed è stato teatro di durissimi scontri. Il tempo passa, nuove generazioni incombono, ma il ricordo non sbiadisce. Questo luogo è molto celebrativo e infatti contiene le spoglie di tantissimi soldati, italiani ed nutro-ungarici:

I custodi invitti all’ombra della croce dormono in pace 5.077 caduti

Ogni anno, nel giorno dell’ultima domenica di giugno, c’è una celebrazione in memoria dei caduti, poiché è il giorno dell’anniversario della più sanguinosa battaglia avvenuta sul vicino massiccio, il 2 luglio 1916.

L’Ossario del Pasubio, visibile esternamente, segue gli orari di apertura del Museo della Prima Armata. Gli orari variano in base al periodo dell’anno e sono i seguenti:

  • Dal 16 maggio al 30 settembre: tutti i giorni 9.00 / 12.30 e 14.00 / 18.00;
  • Dal 1 ottobre al 15 maggio: aperto solo il sabato, la domenica e i giorni di festività nazionale 9.00 / 12.00 e 14.00 / 17.00.

Il costo di ingresso al museo della Prima Armata è di 2,50 euro, mentre l’accesso all’Ossario è gratuito.

Distante 60 km da Vicenza, l’Ossario del Pasubio si raggiunge in auto in un’oretta, mentre in treno è necessario scendere a Rovereto è prendere per un’ora l’autobus B312, per poi scendere a Pian delle Fugazze. In circa 20 minuti a piedi, in mezzo ad un panorama mozzafiato, si potrà arrivare nelle Valli del Pasubio.

Sacrario militare di Cima del Grappa

Cima del Grappa

Uno dei principali sacrari del primo conflitto mondiale sorge sulla vetta del Monte Grappa, in provincia di Treviso. Progettata dallo stesso architetto che concepì il Santuario di Redipuglia, la costruzione del Sacrario del Monte Grappa iniziò nel 1932. Il santuario è costituito da una serie di gradini semicircolari posti su un pendio che dalla strada conduce alla sommità del santuario.

Gloria a voi soldati del Grappa, 22.910 caduti

Il Sacrario è aperto tutti i giorni (incluso i festivi) la mattina 9 :00 / 12:00, il pomeriggio 13.30 / 17:00. Un’emozione unica, un pezzo di storia italiana in un panorama mozzafiato e senza eguali, la cui strada per arrivare è spettacolare soprattutto se percorsa in moto. Il sacrario è distante 73 km da Treviso. Il sacrario, trovandosi sulla cima del Monte Grappa, è accessibile da tutti i versanti della montagna: sicuramente uno degli accessi più noti è quello dalla Strada Cadorna.

Sacrario militare di Redipuglia

Il Sacrario militare di Redipuglia è senza dubbio il più grande che si trova in Italia e si trova in provincia di Gorizia, in Friuli. Questo grande complesso di culto sorge nei luoghi in cui durante la Prima Guerra Mondiale si svolsero le violentissime battaglie lungo il fiume Isonzo. Con il Colle di Sant’Elia e il Parco della Rimembranza, il santuario oggi vanta di essere forse il luogo militare più visitato turisticamente. Questi luoghi sono aperti 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Per maggiori informazioni riguardo gli orari di visita e i rispettivi costi, lasciamo il link ufficiale.

Redipuglia

Come arrivare

Prendendo come punto di partenza la vicina Trieste, la soluzione più economica per arrivare a Redipuglia è in auto, dove in soli 28 minuti (31 km) si può arrivare a destinazione. Altrimenti, una soluzione alternativa per arrivare da Trieste a Redipuglia senza una macchina a disposizione è il treno,  che dura 34 minuti e il cui biglietto parte da un prezzo di 11 euro.

In sintesi, il Nord Italia non è solo patria di bei paesaggi, di chiese e monumenti storici, di alte montagne e di castelli, ma è anche il palcoscenico di uno dei più disastrosi e grandi massacri della storia dell’umanità. E grazie all’importanza della memoria storica, le generazioni attuali e future potranno recarsi nei sacrari, musei e chiese protagoniste e sentire sulla propria pelle le sensazioni e le paure vissute dai soldati delle truppe italiane ed alleate.

41 articoli

Informazioni sull'autore
Asia è una viaggiatrice classe '96. Amante di scrittura e studiosa di lingue, non ama stare ferma. Romagnola d'origine e veneziana di formazione, ha vissuto anche in Irlanda. Le piacciono i viaggi di ogni tipo e ama definirsi "cittadina del mondo”.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Come Muoversi

Perchè scegliere un viaggio on the road

Il viaggio on the road è uno di quei tipi di itinerari che bisognerebbe fare almeno una volta nella vita, poiché permette a chi lo fa di non saltare neanche una tappa e di scoprire ogni singolo angolo di un tour. In questo articolo andremo ad elencare le ragioni per le quali è meglio scegliere un viaggio on the road.
Destinazioni

Dove trovare i templi greci in Italia

Templi greci ne sono rimasti pochi, nel sud d’Italia. Le Valli di Agrigento e Paestum sono le più conosciute a livello internazionale, ma non sono le uniche. Venite a scoprire dove trovare i resti dei templi greci in Italia.
Destinazioni

Zaino o trolley con quale dei due è meglio viaggiare

Se stai organizzando un viaggio e non sai con cosa partire tra lo zaino e il trolley, hai trovato l’articolo giusto per te. Infatti in base al tipo di esperienza che andrai a fare, tra un viaggio in macchina, a piedi ma anche tra un volo per una meta europea o un viaggio intercontinentale, capiremo con cosa è meglio partire.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Destinazioni

Val Pusteria, Alto Adige: cosa vedere