Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Cortona, tra la Val di Chiana ed il buon vino

2 minuti di lettura

cortona

Cortona, piccolo comune in provincia di Arezzo, nel cuore della Val di Chiana è un centro vivace e attivo sotto il profilo culturale, storico ed artistico. Grandi attività, eventi ed accoglienza fanno di Cortona la cosiddetta “Perla della Toscana”.

Visitando il borgo ed il centro storico ci si immerge nella storia della città, tra le sue mura etrusche ed i suoi palazzi.

All’interno del centro storico troviamo Piazza della Repubblica, dove si incrociavano il cardo ed il decumano, all’incrocio dei quali si trovava il Foro, cioè la piazza principale. Sulla piazza si affaccia il Palazzo del Capitano del Popolo ed il Palazzo Comunale, il primo residenza del cardinale Passerini nel XVI secolo, il secondo risalente al XII secolo.

Adiacente a Piazza della Repubblica, Piazza Signorelli, graziosa piazza in leggera pendenza (che tra l’altro ha ospitato l’evento finale del Cortona Mix Festival di quest’anno, con il “padrone di casa”, Lorenzo Jovanotti), sulla quale si affaccia Palazzo Casali, considerato il palazzo della Cultura, oggi sede del Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona (MAEC), risalente al XVI secolo.

Sempre in Piazza Signorelli, il Teatro Signorelli, teatro della città da più di cento anni.

Passeggiando per il centro e per via Casali, si “incontra” il Duomo, ossia la Chiesa di Santa Maria Assunta, e di fronte il Museo Diocesano. Un’altra delle strade di Cortona, per la precisione via Iannelli ha la particolarità di conservare alcune case medievali proprio così com’erano.

Tutt’intorno Cortona è “abbracciata” dalle sia antiche mura etrusche del V secolo a. C., consolidate in seguito dai romani e ristrutturate in epoca medioevale.

Via Nazionale, chiamata Rugapiana dai cortonesi perché è l’unica strada “pianeggiante” della città, ci conduce direttamente all’imperdibile panorama che ci si ritrova di fronte a Piazza Garibaldi, dalla quale la vista si perde tra il verde della Val di Chiana e si intravede anche il Lago Trasimeno, lago di confine tra la Toscana e l’Umbria.

Gli ultimi due consigli per un perfetto weekend a Cortona – naturalmente oltre al suggerimento principale che è quello di entrare in qualche osteria per mangiar bene e bere bene, ma questo non sarà complicato – sono di fare un salto alla maestosa Fortezza di Girifalco, fatta costruire dal granduca di Toscana Cosimo I de’ Medici per difendersi e all’Eremo delle Celle. Quest’ultimo, del XII secolo, fondato da San Francesco è un luogo “mistico”, fatto di piccole abitazioni di eremeti nelle insenature della montagna. Ne vale davvero la pena.

[vlcmap]

10 articoli

Informazioni sull'autore
Fabrizio, pensa che la cultura e la cura del territorio siano gli elementi fondanti del mondo che verrà. Scrive e lavora su questi temi. Da buon Sagittario non riesce a stare un momento fermo ed interagisce con una serie illimitata di interessi. Tra questi la voglia di viaggiare, con qualunque mezzo (soprattutto quelli slow) e verso qualunque meta. Ama la buona compagnia e osservare ciò che lo circonda. La musica è la colonna sonora della sua vita.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Dove vedere i fenicotteri a Comacchio

Se non hai la possibilità di andare all’estero ma vuoi comunque vedere i fenicotteri, a Comacchio potrai vivere questa bellissima esperienza. Attraverso diversi tour infatti potrai vederli in totale libertà e goderti una giornata in questa splendida zona dell’emilia romagna.
Ricetta

Pissaladière, ricetta della Costa Azzurra arrivata in Liguria

Pissaladière, un piatto del sud della Francia arrivato anche in Liguria. Qui la ricetta con olive e capperi, ma qui anche il metodo di preparazione per un pasto che ricorda un viaggio in Francia o in Liguria!
Dove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.