Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Elefanti giganti e mostri marini: le Machines de l’Ile a Nantes

1 minuti di lettura

Un bellissimo elefante scolpito nel legno e nel ferro, alto 12 metri e pesante 50 tonnellate, che all’improvviso comincia ad andare a spasso per la città mentre barrisce e sputa acqua, voi riuscite a immaginarvelo?

Gia a vederlo gigantesco e tranquillo nel suo box era abbastanza impressionante, non vi dico poi quando si è messo a camminare! I bambini sono letteralmente impazziti (ci si può anche salire) e la voglia di seguirlo è stata immediata, è venuta un po’ a tutti. Ci sembrava di assistere agli spettacoli del cinema di fine ottocento, o di stare in uno di quei circhi di una volta…

L’elefante è l’esemplare più eclatante delle Machines de l’Ile, insieme ai mostri marini, le creature degli abissi, il grande airone: sono vere e proprie macchine animate, colorate e in movimento.

L’idea di costruire le Machines è venuta al geniali artisti François Delarozière Pierre Orefice, che hanno realizzato questo grande progetto e disegnato ogni singola macchina. Lo stile è quello degli schizzi di Leonardo da Vinci, ispirati al mondo immaginato da Jules Verne (nato a a Nantes!) e i suoi universi fantastici di Ventimila leghe sotto i mari. E’ incredibile come siano riusciti a creare un’atmosfera e un mondo dal sapore supertecnologico e insieme retrò.

Ogni esemplare è un capolavoro di ingegneria e di arte: si può visitare l’intero percorso creativo e le officine dove vengono realizzate le macchine, che poi sono gli ex cantieri navali di Nantes, dato che ci troviamo proprio sulle banchine della Loira.

Si possono anche provare le giostre e i caroselli che invece dei classici “cavallucci” ospitano degli splendidi mostri marini (noi ci siamo limitati ad ammirarle!) e per i più coraggiosi, si può anche salire sul megaelefante…i bambini apprezzeranno. 

Ogni attrazione ha la sua biglietteria, e costa sui 5-7 euro. Personalmente visiterei le gallerie e non mi perderei l’elefante, che esce per le sue passeggiate più volte al giorno: all’entrata della biglietteria trovate tutti gli orari dello show – che cambiano di giorno in giorno. Molto carino e colorato anche il bookshop, con tanti oggettini ispirati al mondo di Jule Verne e alle Machines.

Nelle gallerie vedrete anche i prossimi progetti in lavorazione, come il grande albero animato, e potrete provare a “volare” con i prototipi delle macchine. Non so se l’avete intuito, ma Les Machines de l’Ile di Nantes mi hanno entusiasmato, ed è solo una delle tante sorprese che Nantes ha in serbo.

24 articoli

Informazioni sull'autore
Elisa viaggiatrice senza orari, descrittrice e cercatrice di tesori. Ha sognato fin da piccola rocambolesche avventure in terre lontane, alla ricerca dei colori del tramonto. Dopo la laurea è partita, ha vissuto due anni in Australia e in Tasmania, poi ha insegnato inglese in Giappone tra i campi di riso. Ora vive a Istanbul, scrive per lavoro, ha sempre mille grilli per la testa e tanta voglia di viaggiare.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Pissaladière, ricetta della Costa Azzurra arrivata in Liguria

Pissaladière, un piatto del sud della Francia arrivato anche in Liguria. Qui la ricetta con olive e capperi, ma qui anche il metodo di preparazione per un pasto che ricorda un viaggio in Francia o in Liguria!
Ricetta

Tortionata di Lodi, la ricetta del dolce di mandorle

La Tortionata è la torta della città di Lodi, famosa in tutta la Provincia con una storia antichissima e un nome curioso. Leggi come preparare la torta e come gustarla, inoltre dove trovarla a Lodi e in Lombardia.
Ricetta

Carciofo alla giudia, ricetta e storia del piatto

La ricetta ufficiale per assaporare il carciofo alla giudia, storico piatto romano che nasce nel quartiere ebraico della Capitale. Il consiglio è quello di fare una gita a Roma dove degustare anche questo piatto e poi riprodurlo con questa ricetta a casa.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.