Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Rohrerhaus in Val Sarentino, un maso trasformato in museo

1 minuti di lettura

Il Roherhaus, citato per la prima volta nel 1288, era uno dei masi più grandi della valle, tanto che alcuni testimoni dell’epoca raccontano come al maso fossero in servizio talvolta anche oltre 20 domestici. Con gli anni il maso entrò in disuso e il Comune di Sarentino dopo averlo acquistato lo diede in gestione all’associazione Rohrerhaus che si occupa ora della gestione operativa.

Il Rohrerhaus è sia una struttura museale statica ma soprattutto un luogo di incontro. Qui si possono affittare delle stanze per organizzare incontri e workshop o durante gli orari di apertura visitare un vero maso anche perché tutte le stanze all’interno sono state riorganizzate come una volta.

Tutte le persone che ci lavorano attualmente non sono stipendiate ma lo fanno esclusivamente per passione per la propria terra e per la propria storia. Entrare in questo maso è un’esperienza unica, si viene catapultati in un’altra epoca e si vive come allora…compresa la merenda che potrebbero offrirvi se siete fortunati :)

2006 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è autrice e fondatrice del magazine Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. Per Viaggi Low Cost scrive ogni giorno tutto quello che trova di economico nei suoi numerosi viaggi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Il Museo dell'Alto Medioevo all'EUR

Il Museo dell’Alto Medioevo dell’Eur di Roma è un museo che vale la pena di visitare e in cui non troverete mai troppe persone. Qui si trova anche la Domus di Porta Marina trovata a Ostia nel 1949.
Destinazioni

A Roma sulle orme di Caravaggio: itinerario d'arte

A Roma l’itinerario di Caravaggio per scoprire con Roma Guides e i suoi piccoli gruppi un itinerario artistico culturale di Michelangelo Merisi, in arte appunto Caravaggio.
News

Passaporto Sanitario Covid, cos'è e come si userà

Passaporto Sanitario Covid, ecco come si userà il passaporto che dovremmo iniziare a vedere nel primo trimestre del 2021 per tornare a viaggiare non solo in Italia, ma anche in tanti altri paesi.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.