Alghero, Sardegna: 3 consigli per una vacanza indimenticabile

Vacanza ad Alghero, 3 cose da fare

Vacanza ad Alghero, 3 cose da fare

La spiaggia di Maria Pia, le influenze culinarie catalane e il Museo del corallo: curiosi di scoprire una città così variegata culturalmente?

di , | Cosa Fare

Booking.com

Alghero, sulla costa nord-occidentale della Sardegna, è una città indimenticabile, culturalmente variegata e tutta da scoprire.
Siamo tornati da poco da una meravigliosa vacanza in Sardegna, per l’appunto ad Alghero, e non vedo l’ora di consigliarvi le tre cose da fare assolutamente.

Tra spiaggia, mare, ottima cucina e culture da esplorare, ad Alghero non vi annoierete di certo.

Vediamo subito insieme le tre attività da non perdere ad Alghero!

1. Mare, sole e spiaggia di Maria Pia

Come ogni parte della Sardegna che si rispetti anche ad Alghero c’è un mare incantevole! Le spiagge sono tantissime. Noi quest’anno abbiamo visitato la spiaggia di Maria Pia perché soggiornavamo in un residence a pochi minuti a piedi. Per accedere alla spiaggia bisogna attraversare una pineta.

Di fronte alla pineta, attraversando la strada c’è un ampio parcheggio dove posteggiare la macchina.
La spiaggia di Maria Pia è una delle più rinomate di Alghero. Sabbia bianca, mare cristallino e poca folla. Lungo questa spiaggia, la scelta è ampia, troverete stabilimenti balneari che si alternano a spiagge libere.
I prezzi medi per affittare un ombrellone e due lettini vanno dai 20 ai 25 euro dalla mattina alla sera, 13-14 euro mezza giornata.
Davvero bella bella, se andate ad Alghero non lasciatevela sfuggire!

2. Mangiare Paella e crema catalana

Ad Alghero convergono due culture: quella sarda e quella catalana. Questa località infatti è stata per molto tempo colonia spagnola. Ecco perché qui le lingue ufficiali sono due, il sardo e il catalano. Ed ecco perché ad Alghero è possibile trovare tanti piatti tipici della cucina spagnola. La paella ad esempio. Ad Alghero ho mangiato la migliore di tutti i tempi! Una paella mare e monti gustosissima, composta da riso, curry, pollo e frutti di mare. E il bello è che la troverete in qualsiasi ristorante, sia al centro che fuori città.
Come dessert invece ho provato una deliziosa crema catalana. Dolce al punto giusto. Che dire, sembrava di essere in Spagna!

3. Visitare il Museo del corallo

La costa Algherese viene anche detta Riviera del Corallo. Gli abissi in questo posto di mare ne sono pieni.
È per questo che ad Alghero, oltre a trovare tantissime boutique specializzate alla vendita di questo materiale, non si può perdere la visita al Museo del corallo. Nel museo sono esposte foto e pezzi di corallo che ne raccontano le principali caratteristiche: la storia della sua scoperta, quali sono le principali tecniche di lavorazione, come viene riconosciuto e pescato negli abissi, quali sono i pezzi più pregiati.

Il museo solitamente è aperto il martedi, il giovedi, il venerdi e il sabato e l’ingresso costa 5 euro a persona.

Pronti a partire per questa città tanto affascinante?

Booking.com

© 2019 - Riproduzione riservata

Mini guida

48 ore a Firenze, weekend low cost in Toscana

Weekend a Firenze? Cosa vedere in tre giorni

Firenze è una delle città più belle d'Italia, una città che i turisti prendono d'assalto ogni inizio primavera fino alla fine dell'autunno e a...