Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

I 5 musei da non perdere a Francoforte sul Meno

2 minuti di lettura

francoforte Riva dei musei

A Francoforte non ci sono solo banche! Il lato culturale di Francoforte è davvero considerevole: dalla più famosa Riva dei musei (Museumsufer), che percorre tutto il quartiere di Sachsenhausen lungo il fiume Meno, fino ai musei del centro storico, la città offre tantissime opportunità per una o più visite interessanti.

Io ve ne consiglio 5, ma la lista è lunga e variegata: i musei in città sono più di 30, e trattano gli argomenti più disparati. Insomma, a seconda dei vostri gusti, troverete sicuramente quello che fa per voi! Ed ecco il mio consiglio low cost: con il MuseumsUferTicket avrete la possibilità di visitare 34 musei durante due giornate, ed il prezzo è davvero conveniente (18€ intero, 10€ ridotto).

Städel Museum

Il primo che vi consiglio è un grande museo d’arte che attraversa diversi secoli: dal primo piano, dove si trovano le opere realizzate tra il tredicesimo ed il diciottesimo secolo, si scende mano a mano al piano terra, dove sono ospitati quadri e sculture dell’arte moderna (1800-1900), oltre alle mostre temporanee nelle due ali. Scendendo al piano interrato, si può ammirare una curiosa e vasta collezione di arte contemporanea. Insomma, ne vale davvero la pena: in un’unica visita si attraversano ben 9 secoli di arte! Lo Städel si trova sulla Riva dei musei, proprio alla fine del curioso ponte pedonale Holbeinsteg.

Jüdisches Museum e Museum Judengasse

Dall’altra parte del Meno, poco più avanti lungo la riva, si trova il Museo ebraico. Francoforte era, fino alla Seconda guerra mondiale, sede di un’importante comunità di ebrei, la seconda più grande della Germania. Il museo racconta la sua storia assieme a quella della città in quegli anni difficili, ripercorrendo le tappe più importanti e dando voce ai sopravvissuti attraverso interviste interattive. La sede dislocata della Judengasse (il nome della strada in cui si trova, che significa “strada degli ebrei”), invece, porta alla luce le rovine delle antiche case, dei bagni e del mercato, dove una volta vi era il quartiere ebraico.

Schirn Kunsthalle Frankfurt

Lo Schirn si trova nel cuore del centro storico, di fronte al Municipio. Questo moderno museo ospita diverse mostre temporanee. Die bohème in Paris um 1900 raccoglie opere di Henri de Toulouse-Lautrec, Vincent van Gogh, Pablo Picasso, Suzanne Valadon, Edgar Degas e tanti altri. Dal centro di Francoforte ci si trova così catapultati nel cuore della Parigi bohémienne, attraverso il profumo di assenzio, del vino, gli sprazzi di colore e la musica degli artisti di strada. I quadri, i cartelloni e le fotografie ritraggono una Parigi davvero unica, sospesa tra ricchezza e miseria, che fa riflettere e sognare.

Goethe-Haus + Goethe-Museum

Come non visitare la casa di Goethe, dove il poeta visse tutta la sua giovinezza? È emozionante salire gli scricchiolanti gradini della scalinata interna, curiosare la collezione di libri del padre e sedersi alla scrivania dove scrisse la celebre opera “I dolori del giovane Werther”. La casa-museo è piena di cimeli curiosi che trapelano storie, come il magnifico orologio-calendario presente al secondo piano. A fianco alla casa del poeta si trova il museo con la collezione privata: mi ha sorpreso trovarvi varie opere note, tra cui “L’incubo” di Füssli. La casa ed il museo si trovano in centro storico, a pochi passi dalla Hauptwache.

Deutsches Filmmuseum

Oltre alla cultura, ci vuole anche un po’ di sano divertimento! E per unire entrambe le cose, vi consiglio il Museo tedesco del cinema. Anche questo museo si trova sulla Museumsufer, a 5 minuti di distanza dallo Städel Museum. Percorrendo i suoi numerosi piani, scoprirete le tecniche per ammaliare grandi e piccini nell’Europa del diciottesimo secolo, imparerete come venivano girati i primi film e (ri)conoscerete attori più o meno noti. La parte interattiva è molto ampia: adulti e bambini si divertiranno un sacco nel diventare i protagonisti di varie scene di film, nel mixare musica e nel tagliare le scene di una pellicola al momento giusto.
Il museo possiede anche una biblioteca ed un piccolo cinema, dove vengono proiettati film partecipanti ai diversi festival.

7 articoli

Informazioni sull'autore
Chiara, 25 anni, è studentessa di lingue straniere e turismo ed aspirante travel blogger. Abita a Rovereto ma ha vissuto qualche mese qua e là in Europa ed in Brasile. Non parte mai senza una macchina fotografica ed un quadernetto in cui annotare appunti di viaggio, indirizzi di locali tipici e luoghi da non perdere. Appassionata di turismo responsabile e sostenibile, adora viaggiare al meglio spendendo poco: nei suoi post offre tanti consigli per avventure low cost tutte testate personalmente!
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Zanzibar, 5 cose uniche da fare

Cosa fare di caratteristico a Zanzibar, alcuni suggerimenti e consigli per vivere questo Paese dell’Africa nel modo migliore possibile, rispettando gli abitanti locali, la sua natura e le meravigliose spiagge che offre.
News

Coronavirus: 5 consigli per volare sicuri in Italia

Coronavirus in volo, quali sono le regole e i consigli delle compagnie aeree per prevenire la contrazione del Coronavirus? Cinque accorgimenti che le compagnie aeree consigliano e che possono aiutarti nella prevenzione in aereo del Covid-19.
Destinazioni

5 località dove sciare nelle Dolomiti bellunesi

Dove sciare sulle Dolomiti? Ecco cinque consigli sulle località meglio attrezzate e più frequentate delle Dolomiti bellunesi. Da Arabba a Col Margherita fino a Auronzo di Cadore e non solo. Leggi l’articolo e scegli l’itinerario e la soluzione più giusta per te per sciare in vetta.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.