Come viaggiare di più spendendo di meno

Come Muoversi

Traghettatori del Conero, informazioni di viaggio

3 minuti di lettura
Per arrivare alla Spiaggia delle Due Sorelle, sulla Riviera del Conero, attualmente si può passare solo via mare. Come fare? Ecco i Traghettatori del Conero, i loro prezzi, da dove partono e cosa ne pensiamo noi che l'abbiamo provato. Un'escursione diversa durante un viaggio nella Riviera del Conero.

Chi ha sognato anche solo una volta una vacanza sulla Riviera del Conero, deve sapere che arrivare in macchina o con mezzi propri va bene, ma che poi non tutte le spiagge si possono raggiungere in completa autonomia.

Ci sono spiagge che si raggiungono in macchina, ma che quando il parcheggio limitrofo è completo necessitano di un bus navetta. Ci sono poi spiagge che si raggiungono con un’ora di trekking e che arrivati a riva la vostra soddisfazione sarà grandissima, ma il bagno che vi farete in mare sarà il premio più bello. Infine ci sono spiagge, come quella delle Due Sorelle che si trova a Sirolo, che si raggiungono attualmente solo via mare.

conero-due-sorelle-spiaggia

Fino a qualche anno fa infatti la Spiaggia delle Due Sorelle si poteva raggiungere anche con un sentiero, abbastanza impegnativo a dire il vero, che comportava nell’ultima parte prima di scendere in spiaggia anche una piccola “ferrata”. Da qualche tempo, a causa di una frana in questa parte di Monte Conero, la Spiaggia delle Due Sorelle si raggiunge solo via mare.

A meno che non siate in possesso di un gommone o di un’imbarcazione, quello che potete fare è affidarvi ai Traghettatori del Conero così come ho fatto io nella mia ultima gita sul Conero. I Traghettatori del Conero sono un’associazione che organizza le escursioni in motonave ogni giorno, un tour lungo la costa alla scoperta di grotte, luoghi dove la natura è incontaminata fino alla spiaggia delle Due Sorelle.

traghettatori-del-conero

Ho provato questa escursione recentemente e devo dire che mi è piaciuta tantissimo. L’escursione è bene organizzata anche se sono tante le persone che ogni giorno arrivano su quest’isola e se state sognando un po’ di pace e privacy, non è questa l’isola giusta. Le Due Sorelle, le due rocce che escono dall’acqua e che si assomigliano tantissimo, per questo chiamate due sorelle, sono uno scenario che vale la pena di vedere in un viaggio sulla Riviera del Conero.

La gita in barca per la Spiaggia delle Due Sorelle si può fare partendo dal Porto di Numana, tutti i giorni alle 9.30, 10.30, 11.30, 14.30 . Il costo della gita è di 20€, i bambini pagano solo 15€. Di solito si impiega una ventina di minuti per arrivare direttamente in spiaggia, dopo di che si rimane alle Due Sorelle per un paio d’ore – non temete il personale di bordo, giovane e cortese, vi ricorderà tantissime volte prima di scendere dalla barca l’orario di imbarco per il ritorno.

traghettatori-del-conero-spiaggia

Al ritorno la barca verrà annunciata più e più volte e durante i venti minuti nel tragitto di ritorno vi verrà chiesto il ticket che avrete fatto prima di salire a bordo all’andata. Il ritorno è sempre al porto di Numana, una ventina di minuti dopo essere salati dalla Spiaggia delle Due Sorelle.

Le escursioni hanno orari indicativi, esiste una pagina facebook è vero, ma per essere sicuri è bene chiamare direttamente il numero 071.9331795. In linea di massima comunque le escursioni sono segnate e giornalieri:

Consigli per la Spiaggia delle Due Sorelle

Prima di lasciarvi organizzare la vostra gita alla Spiaggia delle Due Sorelle, voglio darvi qualche consiglio che forse vi aiuterà durante queste due ore di relax.

conero-spiaggia-due-sorelle

Sulla spiaggia non si trova nulla. Non ci sono bar, toilette, ombrelloni ne ombra. Se avete dei bambini piccoli, ma anche se non ne avete, non dimenticatevi di portare tanta acqua, una borsa frigo e per chi ce l’ha con se in vacanza anche un ombrellone per ripararsi dai raggi del sole. Personalmente io sono andata in gita nel primo pomeriggio e ho preso l’ultima corsa del ritorno. Intorno alle 16.30 già la spiaggia stava entrando totalmente in ombra, ma per le due ore precedenti era assolata e non vi era alcun riparo.
Portate tanta crema solare e se volete fare il bagno – a mio avviso è un richiamo irresistibile – non dimenticate che potrebbero esserci delle meduse e che le scarpine per evitare di farvi male con i sassi in mare sono consigliate.

Il ricordo che avrete di questa giornata sarà senz’altro magico. Solo peccato non sia più possibile andarci in completa autonomia senza una barca propria e dover dipendere da una gita che dura un paio d’ore, questo è il mio unico rammarico.

2000 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è autrice e fondatrice del magazine Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. Per Viaggi Low Cost scrive ogni giorno tutto quello che trova di economico nei suoi numerosi viaggi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Ricetta della piadina romagnola: l'originale da fare in casa

Come preparare in casa da soli la ricetta della piadina romagnola: l’originale. Dopo un viaggio a Rimini e dopo aver assaggiato tante piadine, prova a fare da te la piadina romagnola, seguendo la ricetta della regina delle piadine: la ricetta della piadineria Dalla Lella.
Dove Mangiare

Borbonika al Vomero: dove mangiare a Napoli

Dove mangiare a Napoli ma con stile, un luogo che si trova nel Vomero per scoprire gusti tradizionali napoletani ma con stile rinnovato.
Destinazioni

10 destinazioni dove vedere il foliage in Italia

La stagione dell’autunno è la stagione fotograficamente più bella per viaggiare, non solo in Italia, ma nel mondo. Durante il periodo autunnale…
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Destinazioni

Cosa vedere a Urbino in un giorno