Filetto di baccalà migliore di Roma

Dar Filettaro a Santa Barbara, il baccalà a Roma

Dar Filettaro a Santa Barbara, il baccalà a Roma

di , | Dove Mangiare

Booking.com

dar-filettaro-roma

Il Filettaro di Santa Barbara è uno dei posti migliori dove mangiare il baccalà fritto a Roma e non lo dico solo io, ma la fila che ogni giorno puntualmente si trova fuori dal locale. Il posto è conosciuto soprattutto per il filetto fritto di baccalà, ma il menù è vario. Il filettaro ormai è una celebrità nella Capitale, conosciuto da tutti i romani ma anche da alcuni turisti che si informano prima di fare un viaggio a Roma.

Il locale è spartano, tovagliette di carta e quadri che celebrano la bellezza della “romanità”, appesi alle pareti. Nonostante tutto però il filetto è delizioso, oserei dire unico, ecco perché ve lo consiglio vivamente.

Orari

Una cosa importante da sapere sono gli orari. Ogni volta che ho provato a mangiarmi un filetto in questo posto sono sempre rimasta delusa. Il locale apre ogni giorno alle 17 e chiude alle 22.30. Non ci sono storie e non ci sono ma. Non lo troverete aperto in altri orari e badate che sono molto rigorosi. Passate un pomeriggio all’ora dell’aperitivo e non rimarrete delusi.

Dove si trova

Il Filettaro di Santa Barbara si trova in una piazzetta vicino a Campo de’ Fiori, una pizzetta che si trova sulla famosa via dei Giubbonari. Il nome Santa Barbara non è il nome della piazzetta, che invece è Largo dei Librari, ma è il nome della chiesetta che si trova in fondo a questa piccola via cieca, uno spiazzetto più che una via.

Menù

Il menù ovviamente non si riduce solo al filetto di baccalà, anche se questo è il “piatto” più richiesto, quasi una condanna ormai per i signori che gestiscono il locale. Importante è sapere che se dovete entrare e sedervi, potete anche entrare nel locale ed essere subito indirizzati al vostro tavolo, se invece volete solo prendere il baccalà da portare via allora dovete fare la fila fuori. Non vi preoccupate non si dimenticheranno di voi, lo fanno solo per non accumulare troppe persone all’interno del locale. Una volta entrati potete vedere in quanti lavorano per i baccalà fritti, mediamente tre persone (una che cuoce, una che sala e una che serve) e quanti per i tavoli. Qui la precedenza è data ai baccalà, siete in buone mani :)

Consiglio

Il consiglio, anche se il locale è caratteristico e magari dopo aver fatto la fila vorrete rimanere comodi comodi a mangiare al tavolo, è invece quello di prendere il filetto e uscire subito. Mangiatevi il filetto di baccalà fritto ancora bollente mentre passeggiate per le strade di Roma, magari di sera, arrivate in Campo de’ Fiori, fatevi due passi e ammirate la bellezza della Città Eterna.

Booking.com

© 2014 - Riproduzione riservata

Rispondi

Mini guida

48 ore a Roma tutta a piedi

Roma a piedi cosa vedere in tre giorni

Pensare ad una guida low cost a Roma in 48 ore, è stato abbastanza difficile. Potrei essere scontata su alcuni aspetti, ma vedere Roma in un weekend...