Il viaggio è meglio di un figlio, lo dice uno studio

Viaggiare rende più felici che sposarsi o avere figli

Viaggiare rende più felici che sposarsi o avere figli

Cosa ne penseresti se ti dicessi che viaggiare, per qualcuno, è più bello e lo rende più felice dell'idea del matrimonio o di quella dell'avere un figlio? Ecco lo studio che è stato fatto di recente!

di , | News

Booking.com

La notizia è quasi da shock, oppure no? Da un’analisi svolta da G Adventures, l’operatore canadese fondato da Bruce Boon Tip specializzato nel turismo d’avventura, si è scoperto che viaggiare rende felici, anche più che sposarsi o fare figli.

La notizia potrebbe sembrare un tantino sconvolgente, soprattutto per chi figli ne ha già. Ma proprio a queste persone mi interesserebbe chiedere come la pesano. Sarebbero più felici di un secondo, terzo o quarto figlio o di un viaggio intorno al mondo.

see-the-world

Recentemente ho fatto questa domanda a una coppia di amici, e mentre la mamma non aveva dubbi, il babbo era un pochino più titubante. Ma quel che è importante non è che sia l’uomo o la donna ad essere titubante, ma che uno su due abbia avuto qualche dubbio. Chissà se avrà pensato a farsi un biglietto per il giro del mondo!

Personalmente troverei davvero difficile, se non impossibile scegliere, forse perché io la scelta ce l’ho. Immagino che tante persone che magari non possono scegliere l’una o l’altra cosa, di conseguenza siano più orientate al viaggio, o piuttosto all’avere il figlio. Insomma, si dice sempre che chi ha il pane non ha i denti, ma scommetto che tutte le persone che criticheranno questo studio… forse, come dire, reputano l’uva a cui non arrivano, un po’ troppo acerba.

travel-the-world

All’indagine, condotta sulla piattaforma online Fluid Surveys fra il 3 e il 14 febbraio scorso, hanno risposto quasi 2.500 persone, l’83% delle quali definisce il viaggio molto importante per la loro felicità. Per il 70% di australiani e neozelandesi inoltre la prima motivazione di un viaggio è il bisogno di nuove esperienze, e nel contempo Australia e Nuova Zelanda risultano al primo posto tra le mete sognate dagli intervistati.

Nel dettaglio il viaggio è più importante per le donne che per gli uomini, i quali preferiscono viaggiare con moglie o fidanzata, mentre le donne indicano negli amici i loro migliori compagni di viaggio. Ma c’è anche un 8% di persone che preferisce viaggiare per proprio conto, e oltre la metà confessa di sognare un viaggio a occhi aperti durante le ore di lavoro.

Infine quasi i due terzi degli intervistati assicurano che più tempo libero dedicato ai viaggi li renderebbe anche più felici nel lavoro, più di un aumento di salario o dell’indipendenza professionale.

travel

Voi cosa ne pensate? Preferireste partire per una grande e meravigliosa avventura, magari per un anno sabbatico in giro per il mondo, là dove non avete mai osato andare, o preferireste diventare genitori? Mi piacerebbe sapere il vostro pensiero e capire se questo studio in effetti ci ha preso un pochino, o solamente… si è inventato una buona scusa per far parlare di se.

Booking.com

© 2013 - Riproduzione riservata

commenti

Ciao Federica! Quest’articolo mi ha colpito molto, probabilmente perché sto per diventare mamma. Che dire…come si fanno a paragonare le due cose? Viaggiare e mettere al mondo un figlio sono due bisogni primari, per me, radicati al fondo del cervelletto. Adesso sono emozionatissima e -sì! – fiera di me per l’avventura della maternità e d’altra parte soffro un po’ all’idea di dover ridimensionare progetti di viaggio futuri. Ma ho detto ridimensionare, non rinunciare perché alla fine, e per tornare al tuo quesito, scelgo la terza via: viaggiare con un figlio cercando di passargli la bellezza infinita del mondo. Questa sarebbe per me la felicità. :)

    Bè, viaggiare con un figlio dev’essere bellissimo anche se molto differente. Come ho cercato di fare capire nel posto, io credo che abbiano risposto in questo modo proprio le persone che un figlio ce l’hanno già… ma solo perché magari non riescono più a viaggiare “come prima”, ammesso che sia meglio. Io non credo che una persona che sta bene con il proprio partner e che quindi possa avere dei figli, dica che preferisce viaggiare all’avere un figlio :) Bè, comunque congratulazioni… e in bocca al lupo per i tuoi futuri viaggi :)

    Federica Piersimoni

    agosto 20, 2014 | Rispondi | report

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.