Come viaggiare di più spendendo di meno

Viaggio in America
News

Tornare a viaggiare negli Stati Uniti: ESTA e vaccini, cosa devi sapere

3 minuti di lettura
Tornare a viaggiare negli Stati Uniti dopo l'8 novembre 2021. Gli USA riaprono ai turisti, ecco cosa devi sapere per viaggiare, tra ESTA (come richiederlo e tempistiche), vaccino e Green Pass, cosa avere per essere ammessi negli Stati Uniti.

Questo articolo è stato aggiornato il Novembre 12, 2021

La notizia ufficiale era stata data un mese fa: gli Stati Uniti riaprono post Covid ai viaggiatori che vogliono tornare a visitare gli USA. Oggi abbiamo alcune notizie in più e soprattutto possiamo fare il punto su quello che serve e non serve per viaggiare a New York, Boston, Los Angeles o in qualsiasi città dell’America si vorrà visitare da dopo l’8 novembre 2021 in avanti.

Viaggio in America

Perché proprio questa data di riferimento? Perché l’amministrazione Biden ha annunciato nuove regole sui voli internazionali verso gli Stati Uniti, che si applicherà a tutti i Paesi del mondo. A partire dall’8 novembre, i viaggiatori stranieri che vogliano recarsi negli Stati Uniti dovranno essere completamente vaccinati e fornire una prova dello stato di vaccinazione prima di salire a bordo di un aereo. L’8 novembre per gli manti dei viaggi è quindi una data importante, si può ripartire ma bisogna rispettare alcune regole molto precise.

Green Pass (completamento vaccinato) e test negativo per tutti

Su Questo gli USA sono molto chiari: chiunque vuole entrare nel Paese deve rispettare determinati standard. In questo caso specifico noi ci occupiamo solo di coloro che non sono cittadini Americani e quindi non dicono tornare a casa, ma ci occupiamo di chi vuole partire per un viaggio di piacere o di lavoro. Cosa bisogna avere?

Viaggio in America

Viaggio in America

In aeroporto necessario presentare un certificato di avvenuta vaccinazione rilasciato almeno due settimane prima della partenza. Sarà poi obbligatorio esibire un tampone negativo effettuato almeno tre giorni prima. Per partire per gli Stati Uniti, entrambi i requisiti sono obbligatori, non è possibile portare o l’uno o l’altro ma vanno esibiti entrambi.

Per la questione minorenni (da 2 ai 17 anni) che non devono esibire il documento sanitario, anche loro dovranno però mostrare un test negativo eseguito tre giorni prima se accompagnati da un adulto completamente vaccinato, un giorno prima della partenza se insieme a un adulto non vaccinato.

Quali sono i vaccini accettati? I vaccini accettati per rientrare nei requisiti sono Moderna, Pfizer e Johnson and Johnson, ma anche AstraZeneca. Una precisazione va fatta per tutte le persone che dopo aver contratto il Covid-19 hanno ricevuto una sola dose. Per queste persone gli Stati Uniti d’America hanno fatto un capitolo a parte che puoi consultare da solo nel sito del governo americano. Fondamentalmente se hai avuto il Covid-19 e sei nei tre mesi dalla tua malattia puoi viaggiare portando con te il foglio di attestazione che una persona medica ti ha fornito per la tua guarigione dal Covid-19. Se invece sono già passati 3 mesi dalla tua guarigione e quindi hai solo una dose di vaccino, non puoi viaggiare negli USA.

Viaggio in America

Viaggio in America

Gli Stati Uniti d’America ritengono che una persona sia completamente vaccinata se rispetta uno di questi requisiti:

  • 2 settimane (14 giorni) dopo la dose di un vaccino monodose accettato
  • 2 settimane (14 giorni) dopo la seconda dose di una serie di 2 dosi accettata
  • 2 settimane (14 giorni) dopo aver ricevuto la serie completa di un vaccino COVID-19 accettato (non placebo) in uno studio clinico
  • 2 settimane (14 giorni) dopo aver ricevuto la serie completa di un vaccino Novavax (o Covavax) COVID-19 (non placebo) in uno studio clinico di fase 3
  • 2 settimane (14 giorni) dopo aver ricevuto 2 dosi di qualsiasi combinazione “mix-and-match” di vaccini COVID-19 accettati somministrati a distanza di almeno 17 giorni

ESTA e documenti di viaggio, cosa serve

Per andare negli USA, da sempre serve un certificato di viaggio che può essere il Visto o l’ESTA. Se stai viaggiando per piacere, sei cittadino italiano, hai un passaporto elettronico con validità residua di 6 mesi e il tuo viaggio non durerà più di 90 giorni, allora ti basta fare l’ESTA.

L’ESTA è l’Electronic System for Travel Authorization, quindi la procedura messa in atto dalle autorità americane e obbligatoria per tutti coloro che intendono partire per una vacanza negli USA. Si tratta di un questionario online di semplice compilazione da parte dell’utente che dovrà seguire le indicazioni richieste.

Fare l’ESTA è davvero molto semplice e il sito ufficiale dove fare l’ESTA è accreditato dal governo statunitense. Lo ricordo con un link e ricordo anche il prezzo dell’ESTA perché spesso agenzie e siti che vogliono “aiutare” le persone meno esperte si fanno pagare costi di commissione molto elevati.

Cosa serve per fare l’ESTA? Una volta finito sul sito giusto, accreditato dagli USA, devi avere un passaporto elettronico, con microchip inserito nella copertina. Se hai fatto il passaporto dopo il 26 ottobre 2006, avrai sicuramente quello. Devi indicare poi la ragione del tuo viaggio, le date, la compagnia aerea e anche il luogo dove risiederai una volta arrivato negli USA. Ti conviene quindi prima comprare il biglietto aereo e po procedere a fare l’ESTA.

Viaggio in America

Importantissimo, per evitare brutte sorprese, è compilare l’ESTA con grande anticipo in quanto i tempi di approvazione possono cambiare da mese a mese dell’anno (in inverno con le vacanze di Natale ci vuole già tempo). Senza l’ESTA non potrai partire per il tuo viaggio. La conferma ti arriverà via mail e ti consiglio di stamparla e di portarla con te assieme ai tuoi documenti di viaggio e passaporto.

L’ESTA ha una validità di due anni, ha un costo di 14$ e deve essere effettuato anche per un semplice scalo nel territorio Americano. Non dimenticartelo.

2022 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è autrice e fondatrice del magazine Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. Per Viaggi Low Cost scrive ogni giorno tutto quello che trova di economico nei suoi numerosi viaggi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
News

Gli Stati Uniti riaprono a novembre ai turisti vaccinati

Gli Stati Uniti hanno annunciato che da novembre il Paese riaperti ai turisti provenienti dall’Europa e da qualche altro Paese, se completamente vaccinati, con test negativo, senza fare la quarantena.
News

Assicurazione viaggio in tempo di Covid, quanto conta

Quanto conta l’assicurazione di viaggio in tempo di Covid? Come stipularla a cosa prestare attenzione e perché viaggiare sicuri rimane ancora un imperativo categorico se amiamo l’avventura e vogliamo visitare il Mondo? Leggi tutto qui.
Come Muoversi

Passenger Locator Form: a chi serve e quando si usa il PLF per viaggiare in tempo di Covid

Viaggiare in tempo di Covid non è affatto semplice con tutte le informazioni che cambiano rapidamente. Qui trovi le notizie sul PLF, Passenger Locator Form, a cosa serve e a chi serve, ma anche una serie di informazioni per sapere come viaggiare da Paese a Paese in tempo reale, cosa serve, quali sono le pratiche di viaggio e a cosa prestare attenzione.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
News

Gli Stati Uniti riaprono a novembre ai turisti vaccinati