Come viaggiare di più spendendo di meno

News

Bonus vacanze, elenco strutture che lo accettano

3 minuti di lettura
Se come tantissime altre persone, avete deciso di rimanere in Italia per quest'anno, ecco tutto ciò che bisogna sapere sul Bonus Vacanze: dalle strutture che lo accettano alle modalità per accedere all'agevolazione.

I mesi trascorsi fermi, a causa della pandemia di Covid-19, sono stati difficili per tantissimi motivi e naturalmente hanno messo a dura prova anche chi ama viaggiare. Stare a lungo senza poter salire su un aereo non è cosa semplice per viaggiatrici e viaggiatori di tutto il mondo. Adesso è finalmente arrivato il momento di riprendere confidenza, rispettando le nuove norme sociali apprese in questo periodo, con valigie e zaini, itinerari e degustazioni.

E cosa c’è di meglio, dopo questo enorme trauma collettivo, di organizzare una vacanza – in solitaria o insieme alla famiglia – nel nostro meraviglioso paese? Se siete stati a lungo indecisi su cosa fare durante questa estate così dibattuta e controversa, dovreste saperne di più sulle misure adottate dal governo per sostenere il turismo italiano provato dall’emergenza Covid-19: il Bonus Vacanze.

Bonus Vacanze: di cosa si tratta

Il Decreto Rilancio del 19 maggio 2020 ha previsto un Bonus Vacanze che potrà essere richiesto dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 tramite app (app IO).
Il contributo offerto dal Bonus Vacanze arriva fino a 500 euro a seconda del nucleo familiare e potrà essere speso esclusivamente per soggiorni in Italia in bed & breakfast, campeggi, villaggi turistici, alberghi e agriturismi.

Importo e reddito ISEE

Possono fare richiesta per ottenere il Bonus Vacanze tutti i nuclei familiari con un reddito ISEE fino a 40.000 euro. L’ammontare del Bonus sarà di 500 euro per i nuclei familiari composti da 3 o più persone, 300 euro per i nuclei composti da 2 persone e 150 euro per quelli composti da una persona.

Cosa fare prima di richiedere il Bonus Vacanze

Prima di tutto è necessario ottenere la propria identità digitale. Se ancora non lo avete fatto, questa è l’occasione perfetta per richiederla. SPID è infatti il Sistema Pubblico di Identità Digitale che facilita la vita di cittadini e cittadine ormai in tantissimi campi. È possibile richiederlo da casa con tante modalità differenti a seconda delle preferenze. L’identità digitale, in breve, consiste in un nome utente abbinato ad una password che permetterà di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione in assoluta sicurezza.

Il secondo passo sarà naturalmente il calcolo dell’ISEE. L’ISEE è l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente e per ottenerlo bisogna presentare la Dicharazione Sostitutiva Unica (DSU): questo documento descrive la situazione economica di ciascun nucleo familiare ed è valido dal momento in cui viene presentato fino al 31 dicembre successivo. Anche l’ISEE può essere richiesto online ed è una prestazione gratuita.

Bonus Vacanze: come utilizzarlo

Il Bonus Vacanze può essere erogato esclusivamente da IO, l’app dei servizi pubblici. L’applicazione è totalmente gratuita, accedervi è davvero semplicissimo. Una volta in possesso di tutti i requisiti richiesti per l’agevolazione, l’attivazione del Bonus è praticamente istantanea.

Ogni nucleo familiare che richiederà il Bonus sarà identificato attraverso un codice, al quale sarà associato anche un QR code. Scelta la struttura dove si intende alloggiare, basterà comunicare il codice all’albergatore.

Cosa non troverai nell’app IO

Nell’app IO non troverai un elenco ufficiale delle strutture aderenti all’iniziativa. Questo perché non vi è alcun obbligo di iscrizione ad elenchi per le strutture turistiche-ricettive. Saranno gli albergatori a scegliere come e se diffondere sui propri canali questa informazione. Dunque è importante, prima di procedere alla prenotazione della vacanza, domandare alle strutture scelte come candidate per il soggiorno se sia possibile spendere presso di loro il Bonus Vacanze.

L’agevolazione offerta dal Bonus Vacanze viene rimborsata alle strutture come credito d’imposta utilizzabile in compensazione senza limiti di importo, attraverso il modello F24. Inoltre, può anche essere ceduto a terzi.

Cosa ricordare prima di prenotare

Il Bonus Vacanze può essere speso solo per pagare le strutture di accoglienza: alberghi, B&B, agriturismi, campeggi, villaggi. Non è valido invece per gli stabilimenti balneari e per tutte le spese legate ai trasporti (treni, aerei, traghetti).
Al momento del pagamento, l’80% del valore del Bonus si ottiene subito come sconto sull’importo dovuto, mentre il restante 20% verrà recuperato nella dichiarazione dei redditi 2021 come detrazione d’imposta. È inoltre bene ricordare che la fattura e/o scontrino fiscale venga intestata alla persona che richiede la detrazione.
Non vi è, infine, un numero di notti o spesa minima per validare il Bonus Vacanze. Sarà la struttura a decidere autonomamente sulle eventuali regole relative alle condizioni di utilizzo.

Le prossime vacanze avranno dunque il sapore di casa, una splendida occasione per visitare proprio quella regione che ci siamo prefissati da tempo di conoscere, ma che non era mai in cima alle nostre priorità. Quei piccoli borghi nascosti che tanto ci invidiano nel resto del mondo, quelle città dove magari abbiamo fatto tante volte sosta solo con il treno e che abbiamo guardato con grande curiosità attraverso il finestrino. Il Bonus Vacanze può essere colto semplicemente come l’opportunità per riunire la famiglia, prendendoci del tempo rilassato per esplorare l’Italia, osservando le sue tradizioni culturali, le differenze e le eccellenze eno-gastronomiche, famose in tutto il mondo, da un punto di vista rinnovato.

482 articoli

Informazioni sull'autore
Tutti i post scritti dai collaboratori di Viaggi Low Cost li trovate qui. Racconti di viaggio, consigli low cost, mete e tour insoliti per un viaggio davvero economico e i consigli degli insider. Segui tutti i canali social per rimanere aggiornato.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

5 bellezze naturali per le escursioni nelle Dolomiti bellunesi

Cinque escursioni consigliate nelle Dolomiti bellunesi, da fare con la famiglia o in solitaria, per chi ama fare sporto o semplicemente per chi ama la vita all’aria aperta. Qui tutti i consigli.
Ricetta

Panzerotti pugliesi, la ricetta originale

La ricetta originale dei panzerotti pugliesi, da replicare dopo un viaggio a Bari o per ricordare una vacanza. La ricetta originale dei panzerotti con mozzarella e pomodoro è fritta, non al forno.
Dove Dormire

Casa nella natura, dove andare in vacanza in sicurezza

Casa nella natura è il portale olandese che arriva in Italia. Una selezione di alloggi come baite, case di campagna, yurte, glamping o trulli dove dormire in mezzo alla natura e sentirsi sicuri in vacanza e lontani dai centri abitati.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.