Come viaggiare di più spendendo di meno

Eventi

Dall’Ermitage a Palazzo Madama: Raffaello si mostra a Torino

1 minuti di lettura

Questo articolo è stato aggiornato il Gennaio 22, 2014

palazzo_madama_raffaello

Due città, Torino e San Pietroburgo, espressione di due Stati molto lontani tra loro in quanto a geo-localizzazione, molto più vicini di quanto si possa immaginare se si guarda alle culture sociali.

Due città che si sono annusate, si sono riconosciute e alla fine si sono scelte. Due musei che si passano il testimone come nella più tipica delle staffette.

A partire dal 21 Dicembre 2013 e fino al 23 Febbraio 2014, l’Ermitage di San Pietroburgo ospiterà il Ritratto D’Uomo  di Antonello da Messina, esponente di spicco del miglior Rinascimento italiano, mentre il Palazzo Madama di Torino accoglierà La Sacra Famiglia Con San Giuseppe Senza Barba di Raffaello: uno scambio di tesori, finalizzato alla diffusione della conoscenza dei grandi artisti che hanno fatto la storia dell’arte e a rinnovare la già fortunata esperienza estiva che aveva visto esposte a Torino circa novanta opere della collezione Basilewsky, la maggior parte delle quali mancava in Europa da oltre cento anni.

La Sacra Famiglia Con San Giuseppe Senza Barba non è speciale soltanto perché concepito dal genio di Raffaello. Ciò che rende particolare questo dipinto sono la forte umanizzazione di Giuseppe e la sua contemporaneizzazione, racchiuse in quella mancanza di barba che ne sancisce, in maniera quasi prepotente, la natura. Egli è un santo nato uomo che nella famiglia, sacra come sacre sono tutte le famiglie, oggi e allora, era semplicemente un uomo.

Il biglietto intero d’ingresso al museo è di 10 euro e include anche il capolavoro di Raffaello. Il biglietto ridotto è di 8 euro. I ragazzi al di sotto dei 18 anni entrano gratis. Se si opta per la visita guidata, c’è l’addizionale di 4 euro.

A Palazzo Madama ciascun disabile e il suo accompagnatore entrano gratis. I disabili motòri possono usufruire di appositi ascensori , dotati anche di pulsanti braille esterni ed interni per i disabili visivi. A questi ultimi  sono riservate  visite guidate gratuite e percorsi appositi con audioguide. L’arte che abbatte le barriere è più bella.

77 articoli

Informazioni sull'autore
28 anni, studentessa di Medicina e Chirurgia, vive in provincia di Caserta. Approfitta di ogni momento libero per correre alla scoperta di profumi, colori e abitudini di ogni luogo in cui, per piacere o per dovere, le capita di passare. Ha deciso quasi subito che i viaggi organizzati non fanno per lei; così, pc alla mano, da qualche anno a questa parte, progetta da sé i propri spostamenti con gran soddisfazione personale, ottimizzazione dei tempi e notevole risparmio economico. Turista frenetica, della serie “non voglio perdermi niente”, intende la vacanza come un momento di conoscenza piuttosto che di relax.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Casa Batlló, la nuova esperienza immersiva a Barcellona

La nuova visita immersiva del capolavoro di Antonio Gaudi, parliamo di Casa Batlló e dei suoi nuovissimi 2000 mq dove sentirsi parte del genio e del capolavoro dell’artista spagnolo. Vola a Barcellona a vivere questa nuova esperienza e magia.
Curiosità

La leggenda di Curon Venosta

ll campanile del vecchio paese di Curon che emerge dalle acque, è diventato uno dei simboli della Val Venosta. Curiosi di scoprire la leggenda? Continuate a leggere: rimarrete sbalorditi!
Curiosità

Curiosità e leggende sul Lago di Braies

Ogni luogo, soprattutto nella penisola italiana, nasce con addosso un alone di leggende. Il Lago di Braies, a 97 km da Bolzano, fa parte di questi luoghi. Continuate a leggere per scoprire qualche curiosità e leggenda!
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.