Come viaggiare di più spendendo di meno

Eventi

La festa della Rificolona a Firenze

2 minuti di lettura
Festa della Rificolona a Firenze, un evento che tutti i toscani conoscono e che il 7 Settembre fanno di tutto per non perderselo. Buffe lanterne illuminate per festeggiare la nascita della Madonna.

Per tutti noi che siamo stati bambini fiorentini una festa indimenticabile, ma sono sicura che anche le numerose famiglie che vengono in visita a Firenze prima dell’inizio della scuola l’apprezzeranno. E poi non è necessario essere fiorentini per partecipare, basta acquistare una rificolona in cartoleria..

La festa in questione infatti è proprio quella della Rificolona, una tradizione cittadina dal sapore di altri tempi che non muore, ma anzi si ripete ogni sera del 7 settembre con lo stesso entusiasmo.

rificolona-particolare

Il cuore dell’evento è il centro di Firenze, per la precisione la piazza Santissima Annunziata, per motivi legati alla nascita della tradzione e che spiego più avanti. La sera verso le 21 sulla piazza si riuniscono moltissimi bambini con le loro rificolone, cioé delle lanterne di carta coloratissime che hanno all’interno una candela o, nella versione moderna, una piccola lampadina. Le rificolone vanno innalzate su una canna, in modo da poterle far vedere agli altri; in molti luoghi come i centri dei vari quartieri o associazioni di vario tipo il 7 settembre i giorni precedenti il 7 settembre si tengono dei laboratori per la costruzione della propria rificolona, in modo da averla assolutamente originale. Altrimenti sono in vendita nelle cartolerie, già dall’inizio di settembre.

Inutile dire che lo spettacolo della piazza illuminata da queste buffe lanterne è molto suggestivo. Fa parte della tradizione che i ragazzi più grandi o solo più impertinenti si dedichino al tiro al bersaglio della rificolona per mezzo delle cerbottane, canne vuote dove soffiare, a tutta forza, “pirulini” di carta o palline di stucco a vetri. La lanterna di carta colpita con la candelina dentro prende fuoco:  il franco tiratore esulta, mentre il bambino proprietario, come si può immaginare, si dispera: per lui la festa è finita!

rificolona-firenze-toscana

Le autorità cittadine sono presenti, ma non fatevi ingannare da questi aspetti formali: la festa è popolare e, come nello spirito della città, molto canzonatoria come si deduce anche dalla tradizionale canzoncina che recita: Ona, ona, ona, ma che bella rificolona, la mia c’ha i fiocchi, la tua c’ha i pidocchi! [sic]

Da dove nasce questa festa? L’8 settembre si festeggia la nascita della Madonna e la chiesa della Santissima Annunziata è un santuario mariano: nella piazza antistante la chiesa anticamente si svolgeva una grande fiera. Dalle campagne le contadine affluivano in città per la fiera fino dal giorno prima per vendere i prodotti dei campi, erano vestite goffamente con abiti poveri e portavano delle lanterne per rischiarare la notte; i fiorentini le appellavano con “fierucolone” e poi pare che il nome, un po’ storpiato, sia passato dalle donne alle lanterne stesse.

rificolona-via-di-firenze

Un altro appuntamento molto suggestivo è quello del giorno successivo, l’8 settembre: al Circolo Canottieri, che si trova proprio sotto il Ponte Vecchio, i bambini partecipano alla Rificolona sull’Arno. Per chi non è canottiere non resta che restare a guardare, dalle spallette, le coloratissime lanterne che ondeggiano sull’acqua.

Per il 7 settembre l’appuntamento è in piazza Santissima Annunziata, alle 21, se invece volete intercettare il corteo prima che arrivi a destinazione seguitelo da piazza del Duomo per via dei Servi. L’evento è assolutamente gratuito: perché perderselo?

Foto di www.toomuchtuscany.com,  www.thetuscany.net

192 articoli

Informazioni sull'autore
Per Francesca le vacanze sono sempre e solo viaggi, c’è tanto da vedere! Adora conoscere luoghi, parlare altre lingue, assaggiare i piatti del posto: cosa c’è di più bello? La bellezza la circonda sempre perché vive a Firenze e la Toscana è una grande regione che condividerà con voi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

5 consigli per visitare San Gimignano low cost

San Gimignano è una città molto amata della Toscana, famosa per il suo tessuto urbanistico medievale praticamente intatto. Dal parcheggio ai percorsi di Arte contemporanea in città, ecco alcuni consigli di visita molto originali.
Ricette Tipiche

Ribollita, la più famosa delle minestre toscane

La ribollita ha origini antiche e umilissime: anche detta minestra di pane o minestra di magro, è un piatto tipicamente invernale e deve essere preparata con gli ingredienti giusti, scoprili nel post.
Destinazioni

5 luoghi da non perdere nel Valdarno Aretino

Visita nella provincia di Arezzo, una zona ricca di tappe bellissime e ancora poco conosciuta dal turismo di massa. Borghi medievali, paesaggi simili ai canyon e tanta storia da scoprire vi aspettano.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!