Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Mangiare

Torta Ricotta e Pere, Pasticceria Sandra a Vietri sul Mare

1 minuti di lettura

torta ricotta e pereTi sei mai sentito in Paradiso? Hai mai provato la sensazione del “vorrei che non finisse mai”? Io l’ho provata. E’ estasi, è tripudio. E’ la ola delle papille gustative. Perché al primo boccone capisci di non aver mai provato nulla di simile e ti chiedi come sia stato possibile che qualcuno sia riuscito a fare questo miracolo. Quasi dono divino.

Tagliando la fetta ti trovi di fronte ad uno scenario inaspettato: quello che credevi e visibilmente era un biscotto duro, presumibilmente difficile da rompere, si arrende al coltello incondizionatamente. Ma non si spezza, non va in frantumi. Rimane integro, fiero, arrogante, spavaldo.
Piacevolmente sorpreso, quindi, lo assaggi e…

La croccante cialda di nocciole e caramello si scioglie in bocca, immediatamente. Ti inebria coi suoi aromi e all’improvviso scompare in una nuvola di ricotta. E tu ti perdi. Dimentichi chi sei, dove sei.

Poi, inaspettatamente ma non troppo, una nuova ondata di sapore ti assale: pezzetti di pera saggiamente aromatizzati coccolano il palato e lo spirito e sì, quello è il Paradiso!

Un boccone dopo l’altro, la fetta finisce. La voglia, appagata ma non sazia, urla ancora ancora e ancora. Leggere come un velo di seta, delizie simili vorresti gustarle lentamente, fino in fondo, fino all’ultima ombra di ricotta rimasta sul vassoio, fino all’ultima briciola di croccante dimenticata nel piatto.

E pensare che poche ore prima, passeggiando sul corso principale di Vietri sul Mare, avevi notato per puro caso la pasticceria di Sandra. Neanche ti aveva ispirato troppa fiducia ed eri entrato solo perché non volevi portare a casa il solito posacenere di ceramica. Quindi, “perché non un dolce?”. Uno qualsiasi sarebbe andato bene. Poca scelta, classici pasticcini crema e cioccolato, la sacher che non ti fa troppo impazzire, qualche altra torta che forse è a fragola o forse no. In vetrina c’era una ricotta e pere piccolina, nel frigo interno altre due un po’ più grandi. “Mi dia quella in vetrina per favore, giusto per l’assaggio”. La prendi e te la porti a casa. Dopo cena, senza troppo entusiasmo, la tiri fuori e il resto lo conosci già :)

[vlcmap]

77 articoli

Informazioni sull'autore
28 anni, studentessa di Medicina e Chirurgia, vive in provincia di Caserta. Approfitta di ogni momento libero per correre alla scoperta di profumi, colori e abitudini di ogni luogo in cui, per piacere o per dovere, le capita di passare. Ha deciso quasi subito che i viaggi organizzati non fanno per lei; così, pc alla mano, da qualche anno a questa parte, progetta da sé i propri spostamenti con gran soddisfazione personale, ottimizzazione dei tempi e notevole risparmio economico. Turista frenetica, della serie “non voglio perdermi niente”, intende la vacanza come un momento di conoscenza piuttosto che di relax.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Vacanze in Cilento fra bellezza e semplicità

Una vacanza unica in Cilento, alla scoperta di questa terra in Campania dove la cultura, i sapori e la natura fanno di questo luogo un posto meraviglioso, leggi nel post.
Destinazioni

Salerno e le tradizioni di Natale

Le tradizioni di Natale di Salerno e del sud Italia, sia quelle gastronomiche che quelle culturali come il ceppo natalizio o il tronchetto di Natale, scopri cosa aspettarti a Natale a Salerno.
Dove Mangiare

I posti dove mangiare la migliore mozzarella di bufala in Italia

Gli indirizzi in Campania dove mangiare la migliore mozzarella di bufala, da Caserta a Salerno e i consigli per riconoscerla e per acquistarla e degustarla, tutto nel post.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.