Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Mangiare

5 posti dove andare a mangiare tartufo in Italia

3 minuti di lettura
Degustare il tartufo bianco è una di quelle esperienze imperdibili della vita, in Italia non abbiamo che l'imbarazzo della scelta: sono tantissimi i ristoranti, le osterie, gli agriturismo dove è possibile ordinare un gustoso e pregiato piatto a base di tartufo. Nel post vi consigliamo 5 luoghi per fare la conoscenza di questa famosa e pregiata pietanza.

Avete mai assaggiato il tartufo? Conoscete qualcosa sulla sua storia e sulle tradizioni che riguardano la raccolta? Partiamo dal luogo e dalle origini.

Il tartufo bianco si può trovare in diverse regioni e aree italiane: Irpinia, Marche, Lazio e soprattutto Piemonte. Il tartufo più famoso in Italia e nel mondo è, senza ombra di dubbio, il tartufo bianco d’Alba: vero pilastro della tradizione con una storia antichissima e radicata. La terra in cui cresce il tartufo deve essere al riparo da luce e calore troppo forte e il terreno deve presentare un equilibrio armonico tra sabbia e argilla.

Piatti a base di tartufo

Che cos’è il tartufo

Ma che cos’è di preciso il tartufo? Non è un tubero, ma un fungo. Il tartufo bianco – quello più prestigioso – è color crema o giallo ocra e al tatto è liscio. Le sue dimensioni possono essere diverse, ma naturalmente più è grande e più sarà costoso. Altri tipi di tartufo sono il nero invernale, il nero estivo e il bianchetto.
Mangiare e degustare il tartufo può essere un’esperienza davvero soddisfacente, con questo post vogliamo infatti consigliarvi 5 luoghi dove mangiare il tartufo in Italia. Si tratta solo di piccoli e semplici consigli perché naturalmente sono tantissimi i locali validi in Italia dove poter fare la conoscenza questa pietanza tipica.

1. La Ca’ d’Olga Agriturismo, Cuneo

La Ca’ d’Olga è un posto molto tradizionale che si trova a La Morra, in provincia di Cuneo, il luogo ideale dove assaporare la vera cucina di Langa.
Siete già affamati?
L’agriturismo propone una tavola che ricorda i sapori unici legati alla tradizione. Qui è possibile rifugiarsi a mangiare e rifocillarsi in pieno relax dopo un tour delle Langhe. Il piatto del menù che descrive meglio l’essenza di questo territorio è la carne di fassona piemontese battuta al coltello con petali di tartufo. L’agriturismo è perfetto sia per una vacanza di coppia o in famiglia, sia per vivere momenti indimenticabili e memorabili, come un matrimonio o magari una cena a tema. Naturalmente da non perdere le degustazioni di tartufo, prenotabili dal sito della struttura.

Piemonte

2. Tre Colli, Montechiaro d’Asti

Questo splendido locale del Monferrato era una storica osteria e locanda con stallaggio. Un luogo unico e speciale, ricco di storia, l’ideale dunque per immergersi a pieno nella tradizione. Montechiaro d’Asti, oltre ad essere uno dei luoghi deputati del Festival dedicato al tartufo, è anche sede della riserva tartufigena più grande d’Italia, chiamata “Il Grande Bosco”.
Il locale segue da generazioni la filosofia del chilometro zero, da molto prima che diventasse una moda. I “trifolao” sono i ricercatori di tartufo della zona, al mattino sono proprio loro a portare direttamente nel locale il prezioso raccolto della notte trascorsa nella ricerca in valle.

3. La Piola, Alba

Ci troviamo ad Alba, proprio nel centro storico, vicino alle botteghe artigiane e ai venditori di frutta. Alba: la città dove avviene la famosa Fiera dedicata al pregiato tartufo bianco. Quale posto migliore per degustare questa pietanza tanto particolare?
In dialetto piemontese Piola significa osteria di paese, ovvero un luogo dove poter assaggiare i piatti veri della tradizione locale, ma anche un luogo dove essere accolti, ridere, divertirsi. La Piola, sull’onda di questa tradizione, viene inaugurata nel 2005 riproponendo la cucina tipica di Langa. Se siete in cerca di un regalo originale, potete prenotare un pranzo o una cena da regalare a chi desiderate, accordando voi stessi il menù che preferite!

Tartufo

4. Osteria dell’Arco, Alba

L’Osteria dell’Arco si trova sempre ad Alba, in Piazza Savona, ed è un concentrato di sapori e odori delle Langhe. I tajarin con aggiunta di tartufo bianco d’Alba sono assolutamente da provare almeno una volta nella vita, ma anche la cipolla cotta al forno con tartufo bianco è ottima e originale. Il profumo di tartufo accoglie i visitatori già all’ingresso, qualunque sarà la vostra scelta non potrete di certo pentirvene.

5. Tenuta Montenuovo – bio-agriturismo, Potenza

Infine usciamo dal nord Italia e rechiamoci nell’antica regione Basilicata.
La Tenuta Montenuovo si trova a Calvera, in provincia di Potenza. Qui, in molti periodi dell’anno, vengono organizzate uscite alla ricerca del pregiatissimo tartufo bianco (Tubem Magnatum Pico). Un’esperienza unica, da vivere o regalare, per imparare i segreti e l’arte della raccolta di questo fungo tanto famoso e prezioso, un modo per trascorrere alcune ore immersi nel verde, dedicandosi a qualcosa di antico e vicino alla tradizione della raccolta. Questo bio-agriturismo è a tutti gli effetti un’azienda biologica a chilometro zero, i piatti proposti provengono dunque dall’azienda di proprietà e da quelle del territorio circostante.

Piatto di tartufo

Mangiare il tartufo per alcune persone è una vocazione, per altre una moda. C’è chi ci si avvicina per curiosità o per amore della tradizione, di certo in Italia l’amore per il tartufo è davvero radicato e oggetto di studio e turismo, un grande protagonista del territorio insomma, specialmente il pregiato tartufo bianco.
Se avete assaggiato e degustato il tartufo in altri locali italiani, aspettiamo i vostri consigli nei commenti.

484 articoli

Informazioni sull'autore
Tutti i post scritti dai collaboratori di Viaggi Low Cost li trovate qui. Racconti di viaggio, consigli low cost, mete e tour insoliti per un viaggio davvero economico e i consigli degli insider. Segui tutti i canali social per rimanere aggiornato.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
News

Come viaggiare alle Canarie in tempo di Covid

Le Canarie in tempo di Covid si possono raggiungere con un biglietto aereo, un tampone negativo (no test rapido), effettuato 72 ore prima e la compilazione di un modulo richiesta dal Paese spagnolo: e la vacanza è servita!
News

L'Islanda se hai già avuto il Covid, è free

Islanda, se hai avuto il Covid e sei guarito, è free. Tutte le informazioni dettagliate in questo articolo per entrare in Islanda come normale turista. Se non hai avuto il Covid, con tampone doppio e quarantena, se hai avuto il Covid e sei guarito con certificazione e tampone.
Destinazioni

Il Museo dell'Alto Medioevo all'EUR

Il Museo dell’Alto Medioevo dell’Eur di Roma è un museo che vale la pena di visitare e in cui non troverete mai troppe persone. Qui si trova anche la Domus di Porta Marina trovata a Ostia nel 1949.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
Destinazioni

Cosa vedere a Torino: 10 consigli da non perdere