Harlem cucina soul food a New York

Harlem, dove mangiare il soul food

Harlem, dove mangiare il soul food

La cucina di Harlem è la cucina soul food. Nel quartiere afroamericano di New York si trovano due locali dove mangiare e assaggiare piatti tipici e incredibili.

di , | Dove Mangiare

Booking.com

Quando sono stata a New York per dieci giorni, ho deciso di alloggiare nel quartiere di Harlem. Anche se una volta pensare di alloggiare ad Harlem era quasi rischioso, oggi è una zona super tranquilla, soprattutto la parte più a sud quella al confine con Hyde Park. Io stavo proprio lì, vicino al verde del parco e abbastanza dentro il quartiere da respirarne l’atmosfera. Devo essere sincera, tornassi indietro rifarei la stessa scelta. Non solo ad Harlem le case costano meno, io avevo un appartamento in affitto, ma stando vicino alle fermate della metropolitana è possibile arrivare ovunque in meno di mezz’ora. L’itinerario di dieci giorni a New York che ho seguito l’ho descritto minuziosamente in un post a parte, se te lo stai chiedendo.

harlem-amy-ruth

Ad Harlem mi è capitato di mangiare fuori, soprattutto la sera quando tornavo a casa stanca morta, e ho trovato alcuni posticini molto belli che voglio consigliarti.

Innanzitutto la cucina, suol food. La cucina soul food è la cucina degli afro americani, il termine è degli anni ’60 e richiama le cucine povere dei neri d’America, ma rielaborate con gli ingredienti più ricchi e calorici delle cucine americane del nord. Perosonalmente ho trovato questa cucina ottime e l’avessi scoperta prima avrei mangiato più spesso in questi ristoranti. Se una sera vi trovate ad Harlem, vi consiglio uno di questi due ristoranti, entrambi provati da me.

harlem-amy-ruth-esterno

Amy Ruth’s

Sono stata in questo localino la mattina, per il brunch della domenica. Vi dico subito che per mangiare qui non solo non dovete fare colazione, ma dovete avere anche fame. Le porzioni sono gigantesche e il cibo è bello pesante. Detto questo l’atmosfera è autentica e il servizio cordiale, mi sembrava di essere in un film. IL piatto tipico, da prendere anche la mattina (tenetevi forte) è il waffle dolce servito con pollo fritto. Sì, avete letto bene, una bomba calorica dal sapore per nulla male, anzi ottimo.

harlem-amy-ruth-interno

Pollo e pesce fritto erano deliziosi, con panatura croccante e interno come burro, si scioglieva quasi in bocca. Non potete poi farvi mancare le uova, qui le fanno in tutte le versioni, ma le strapazzate sono quelle più richieste e lo vedrete anche nei tavoli intorno a voi. Anche se Amy Ruth’s ormai si trova in tutte le guide di viaggio, io non ho trovato tantissimi turisti, vuoi perché Harlem non è ancora una zona turistica al massimo o non so per quale altro motivo, ma ho trovato questo locale abbastanza autentico e lo consiglio a tutti quelli che decidono di esplorare la zona di Harlem.

harlem-silvias-restaurant

Silvia’s Restaurant

Mi sono convinta ad andare in questo ristorante ad Harlem l’ultima o forse la penultima sera a New York. A differenza del primo che è un po’ più spartano, qui si mangia seriamente, è un ristorante vero e proprio. Si dice che proprio qui sia venuto a mangiare Barack Obama durante una delle sue visite alla città e se c’è venuti lui, un saltino si può fare. Il locale è un po’ formale, ma non è richiesto un abbigliamento apposito. Potreste fare un po’ di fila, soprattutto nel weekend, ma scorre veloce e dopo aver ordinato vi arriverà tutto in pochi minuti. Il menù è ricco, anche in questo caso. Acqua, pane e burro vi verranno portati subito al tavolo, così potrete iniziare a mangiucchiare qualcosa. Noi eravamo in tre e devo essere sincera, tutti e tre abbiamo preso cose diverse e tutti e tre i piatti erano ottimi e molto abbondanti, di certo non ve ne andrete via con la fame, anzi.

23tr.harlem2
Se volete fare una cosa a modo, preferite Silvia il sabato sera o il venerdì sera, troverete tantissime famiglie e potrete gustare al meglio l’atmosfera del locale.

Booking.com

© 2015 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com

Mini guida

Mini guida di New York, seconda parte

Cosa vedere a New York in sette giorni e dieci giorni - seconda parte

Dopo aver girovagato per cinque giorni a New York, prima parte della guida, passiamo subito alla seconda parte con i giorni dal sesto al decimo....