Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Mangiare

Fizz Bar, una piadina al chiostro di Santa Maria delle Grazie

2 minuti di lettura

fizz-bar

Corso Magenta è una delle vie più famose di Milano soprattutto perché, tra pavé e palazzi in cemento, sorge la bellissima basilica di Santa Maria delle Grazie. Uno dei primi siti ad essere stati proclamati Patrimonio dell’Umanità, la struttura ospita il Cenacolo Viniciano, in cui è conservata l’opera per la quale turisti da tutto il mondo prenotano la visita con mesi di anticipo: L’Ultima Cena.

Il risultato è che la metà dei giovani milanesi, con molta probabilità, ha visto il capolavoro di Leonardo da Vinci l’ultima volta all’età di 11-12 anni, in occasione di una gita organizzata dalla propria scuola media. Una proposta tipo “questo fine settimana potremmo andare a vedere il cenacolo”, non è contemplata, in quanto trovare dei biglietti senza un largo anticipo risulta praticamente impossibile.

Tuttavia, sia nel caso riusciste ad entrare al cenacolo, sia nel caso vi trovaste nei dintorni della bellissima basilica milanese, avete l’opportunità di passare una piacevole e gustosa pausa pranzo.. rigorosamente low cost!

Lungo Corso Magenta, appena prima dell’angolo della strada che confina con l’ampio piazzale che ospita Santa Maria delle Grazie, c’è il Fizz Bar, le cui specialità sono piadine, focacce e panini farciti con una vasta scelta di saporiti e freschi ingredienti.

La vicinanza con l’Università Cattolica ha reso il bar meta preferita di molti studenti che durante la pausa pranzo passano “da Fizz” con la sicurezza di non rimanere delusi dai ricchi panini. Le dimensioni della sala interna del bar sono molto ridotte e riuscire a sedersi ad uno dei pochi tavolini può rivelarsi un’impresa.

Anche in questo caso, il piano alternativo è dietro l’angolo. Letteralmente. Infatti, durante la bella stagione è d’obbligo mangiare una piadina di Fizz all’interno del piccolo chiostro di Santa Maria delle Grazie, chiamato anche “Chiostro delle Rane” per via delle ranocchie in bronzo collocate sopra la fontana. Si tratta di uno spazio paradisiaco situato sul retro della basilica e ornato di colonne, archi e alberi e in cui regna una tranquillità che non ci si aspetta di trovare nel bel mezzo di una strada affollata come Corso Magenta o, più in generale, nella costante frenesia del capoluogo lombardo. Non a caso, per molti studenti rappresenta il posto ideale per un momento di ripasso prima di un esame o per un po’ di relax tra una lezione e l’altra.

Se capitate in Corso Magenta per visitare L’Ultima Cena, o semplicemente per tentare di visitarla, non perdete l’occasione di gustare una buona piadina di Fizz all’ombra degli archi in pietra del chiostro di Santa Maria delle Grazie in una bella giornata di sole… Non ve ne pentirete!

[vlcmap]

18 articoli

Informazioni sull'autore
Milanese di nascita, ma per metà irlandese. Ha preso il primo volo aereo a 9 mesi e da allora non ha più smesso. Specialista dei viaggi toccata e fuga per necessità, ma amante dei viaggi lunghi, meglio se on the road e low cost. Non riesce a sostare più di tre giorni nello stesso posto, colpevole la sua indomabile curiosità che la spinge ad andare sempre oltre per scoprire cos'altro c'è.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Il Museo dell'Alto Medioevo all'EUR

Il Museo dell’Alto Medioevo dell’Eur di Roma è un museo che vale la pena di visitare e in cui non troverete mai troppe persone. Qui si trova anche la Domus di Porta Marina trovata a Ostia nel 1949.
Destinazioni

A Roma sulle orme di Caravaggio: itinerario d'arte

A Roma l’itinerario di Caravaggio per scoprire con Roma Guides e i suoi piccoli gruppi un itinerario artistico culturale di Michelangelo Merisi, in arte appunto Caravaggio.
News

Passaporto Sanitario Covid, cos'è e come si userà

Passaporto Sanitario Covid, ecco come si userà il passaporto che dovremmo iniziare a vedere nel primo trimestre del 2021 per tornare a viaggiare non solo in Italia, ma anche in tanti altri paesi.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.