Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Mangiare

Canederli e crauti in Val Sarentino: Bad Rungg

1 minuti di lettura

Cerchi un’assicurazione viaggio che copra le tue spese? (malattia o infortunio all’estero, compreso il Covid-19). Compra direttamente online la polizza viaggio Heymondo o fatti fare un preventivo con il mio codice sconto del 10%! Viaggi con la famiglia? Hai il 10% + il 15% di sconto se a viaggiare siete almeno in tre!

Questo articolo è stato aggiornato il Novembre 15, 2012

A Bolzano ci sono diversi posti dove mangiare, e mangiare bene. A Sarentino invece i posti si restringono, essendo comunque un luogo meno turistico e più piccolo. Di certo però ce n’è uno che non potete mancare se siete da queste parti, è Bad Rungg.

Questo ristorante tipico è anche un hotel anche se più conosciuto nella zona come ristorante perché si mangia davvero bene. L’ambiente è accogliente, luci un pochino basse e diversi ambienti dove trovare il proprio angolino di pace. Appena arrivati trovate sul tavolo del pane tipico da tagliare e rompere con le mani (qui si fa così) in attesa di mangiare.

Le signore che lavorano qui sono vestite con abiti tipici e non è inusuale trovare delle signore anche per strada, anche se non è festa e non è domenica, vestite con gli abiti tradizionali. Qui sono abbastanza “nazionalisti”. Cosa di mangia al Bad Rungg? I piatti proposti sono tipici e, lasciatemelo dire, pesantucci. Del resto i contadini qui una volta avevano bisogno di tante energie e dopo aver passato una giornata nei campi a lavorare questi erano piatti tutto sommato equilibrati, non facevano mica le fatiche che facciamo oggi noi.

Comunque la scelta è varia a partire dai Striezl, di cui abbiamo già parlato, sia asciutti sia in brodo, fino ai canederli anche questi in brodo o con crauti fino al capriolo, decisamente delizioso. Dopo aver mangiato gli striezl, gli gnocchi ai funghi, qui presentati in una forma particolare, e i canederli con i crauti purtroppo non sono riuscita ad assaggiare i dolci con mio grande rammarico…non ci stavano più. E dire che erano piuttosto invitanti con cioccolato e semi di papavero tipici dell’Alto Adige. Ho però assaggiato la marmellata, spaziale.

Il consiglio rimane comunque quello di provare i canederli che qui in Alto Adige sono piuttosto diversi da quelli del Trentino, se non altro avrete una visione più ampia della cultura gastronomica di questa Regione.

Questo articolo ti ha messo voglia di viaggiare? Benissimo!
Vai su Booking e trova l’hotel, il b&b o l’appartamento ideale per il tuo viaggio!
Oppure inizia la tua ricerca proprio qui sotto :)

Booking.com

Trova l’Hotel per te!

 

Stai cercando un volo per questa destinazione? Prenota con Skyscanner e trova facilmente il volo più economico secondo le tue date e le tue preferenze di aeroporto. Oppure, inizia la ricerca qui sotto!

Trova il tuo volo!

 

2071 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è direttrice del giornale e fondatrice di Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. E` stata definita nel 2020 da Lonely Planet "la pioniera dei blog di viaggi in Italia". Nel suo profilo Instagram (@federchicca) e nel suo blog personale www.federicapiersimoni.it tante avventure, non solo di viaggi!
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Come MuoversiFederchicca

Le città della bicicletta in Europa, quali sono

Ti sei mai chiesto dove è più facile e dove è più sicuro andare in bicicletta? Te lo svelo io perché secondo recenti ricerca in Europa le città sicure per le biciclette non sono tante, ma sono bellissime e vale la pena visitarle tutte. Vieni a scoprirle.
Eventi

Capodanno in Piazza 2024: tutti gli eventi

Capodanno in Piazza 2024, tutti gli eventi in Italia e nelle Piazze principali per entrare nel nuovo anno a suon di musica, ballando e facendo festa con artisti nazionali e internazionali. Le migliori Piazze dove andare a festeggiare l’arrivo del nuovo anno.
Destinazioni

Casa Batlló si trasforma in un palcoscenico natalizio: concerto di luci e musica gratis per tutti!

A Natale, Casa Batlló diventa un palcoscenico di luci e colori. A Barcellona la celebre opera di Antoni Gaudì, completata nel 1907, attrae gradi e bambini dal 17 novembre fino al 18 febbraio, con un’esperienza notturna unica. Leggi l’articolo e scopri di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.