Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Mangiare

Antica Trattoria Il Pero d’Oro a Verona

1 minuti di lettura

Si dice che il suo nome derivi dalla vicinanza dell’attività ad un banchetto che vendeva pere caramellate. Nato a fine ‘800 come osteria tipica, con il passare degli anni ed i cambiamenti del quartiere, questo splendido locale si è poi trasformato in trattoria, ma rimane un punto fisso per gli amanti della buona cucina.

La famiglia proprietaria, che gestisce il locale da più di vent’anni, è orgogliosa di aver saputo mantenere intatta l’arte della cucina “povera” ed appena entrati si percepisce subito quell’atmosfera tipica delle trattorie, a metà tra tradizione e aria casalinga, che rende l’ambiente così accogliente.

Nel menu si trovano piatti tradizionali che seguono rigorosamente le ricette originali, creati dalle abili mani della signora Giuliana, ottima cuoca nonché titolare. La scelta non può che far felici gli appassionati di cucina tipica: dagli antipasti a base di salumi di produzione propria, ai primi piatti di pasta fresca di giornata fatta a mano. Qualche esempio? Ottimi i bigoli all’anatra o alla sardella e le fettuccine ai funghi Porcini. Ampia anche l’offerta di secondi di carne e piatti di stagione, quali carne salà cotta alla piastra o la tipica polenta e “pastissada de caval” e le fettuccine con tartufo nero dei lessini.

Oltre a queste specialità tipicamente veronesi sono consigliatissimi i tortelli al radicchio rosso e le scaloppine di maiale in padella, un’accoppiata che non scorderete facilmente! Per quanto riguarda il dolce non può mancare un assaggio alle pere cotte al caramello oppure, per gli amanti dei sapori particolari, tiramisù all’ananas o prugne cotte nel vino cabernet.

Andateci in una giornata piovosa con la vostra metà, l’atmosfera vi garantirà un’esperienza intima e romantica, a pochi minuti dal centro città, in piazza Isolo.

65 articoli

Informazioni sull'autore
Sardo-bellunese di nascita, Veronese di adozione, ha studiato anche in Inghilterra e negli Stati Uniti. Il turismo non poteva che diventare la sua vera passione e il suo lavoro. Ha sempre qualche viaggio in programma, dato che non riesce a star ferma a lungo e sta pian piano spuntando le voci nella sua lista dei luoghi da visitare. In valigia porta sempre: macchina fotografica, curiosità, tanta voglia di scoprire e ha un debole per gli hotel particolari e di design.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Ricetta della piadina romagnola: l'originale da fare in casa

Come preparare in casa da soli la ricetta della piadina romagnola: l’originale. Dopo un viaggio a Rimini e dopo aver assaggiato tante piadine, prova a fare da te la piadina romagnola, seguendo la ricetta della regina delle piadine: la ricetta della piadineria Dalla Lella.
Dove Mangiare

Borbonika al Vomero: dove mangiare a Napoli

Dove mangiare a Napoli ma con stile, un luogo che si trova nel Vomero per scoprire gusti tradizionali napoletani ma con stile rinnovato.
Destinazioni

10 destinazioni dove vedere il foliage in Italia

La stagione dell’autunno è la stagione fotograficamente più bella per viaggiare, non solo in Italia, ma nel mondo. Durante il periodo autunnale…
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.