Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Studiare in Australia: come fare il Dottorato, consigli pratici

1 minuti di lettura

La laurea è quel passo importante, dopo il quale si inizia a tirare un po’ le somme per capire cosa fare della propria vita. Per chi vuole muovere i primi passi nell’ambito della ricerca (ebbene si, esiste ancora una ricerca da qualche parte) una delle grandi opportunità è l’estero, in particolare con i cosiddetti programmi di Dottorato di Ricerca. L’Australia ne offre diversi: i centri di ricerca universitari sono veramente super attrezzati, nuovi, moderni..insomma, ci spendono i soldi!

Ma come funziona il dottorato nel Paese del surf e dei canguri? Mentre nella maggior parte dei Paesi della Comunità Europea, il dottorato si basa essenzialmente su un bando, per cui si manda l’applicazione (allegando CV, certificato di Laurea con esami, ed a volte una cover letter), e si aspetta la chiamata per un colloquio, in Australia, tutto dipende dalla Borsa di Studio (Scholarship).

Il primo passo importante è quello di prendere contatti con i Professori. Gli Australiani sono persone cortesi e disponibili, ecco perché non appena si scriverà una mail, la risposta sarà per lo più immediata (sempre contando il fuso-orario).

Una volta presi accordi con il Professore, che farà da referente (tranquilli se si presenta in pantaloncini in un colloquio su Skype!), si deve compilare una “application” per una delle moltissime borse disponibili. Queste servono fondamentalmente a coprire le spese delle tasse universitarie e del l’assistenza sanitaria
(in Australia l’istruzione e la sanità sono private), ed ovviamente garantire lo stipendio. Si possono tentare più borse sperando di vincerne una. Il tutto si fa attraverso dei moduli da spedire successivamente attraverso email o posta. Essendo gli stipendi buoni, le opportunità tantissime, e le strumentazioni innovative, le Borse stanno diventando via via sempre più competitive.

Una ultima cosa importantissima da prendere in considerazione in tutti i Paesi anglosassoni! Per sottomettere una “application” la cosa fondamentale è essere in possesso di una certificazione (TOEFL, IELTS, Cambridge) che attesti la conoscenza dell’inglese. Ci tocca!

Potrebbe interessarti anche
Dove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Curiosità

I misteri della laguna: l'isola di Poveglia

Venezia è considerata una delle città più belle del mondo, ma anche la bellezza ha i suoi lati più nascosti e misteriosi. Uno di questi è certamente un piccolo isolotto situato al largo della laguna veneziana, oggi inaccessibile al pubblico: Poveglia o, a detta di molti, “l’isola infestata”.
Destinazioni

Les huîtres: le tre migliori ostriche in Francia

Vi siete mai chiesti da dove vengono le migliori ostriche in commercio e come crescono? Qui potete trovare elencate le tre città migliori in Francia sia per la qualità che per il metodo di produzione de “les huîtres”.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.