Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Dormire

Casa nella natura, dove andare in vacanza in sicurezza

3 minuti di lettura
Casa nella natura è il portale olandese che arriva in Italia. Una selezione di alloggi come baite, case di campagna, yurte, glamping o trulli dove dormire in mezzo alla natura e sentirsi sicuri in vacanza e lontani dai centri abitati.

Casa nella natura è un progetto nato dai fondatori Tim van Oerle e Luuk van Oerle. L’idea di Casa nella natura è perfetto per ogni periodo dell’anno, ma è ancora più appropriata in questo momento un po’ incerto in cui tutti noi sentiamo il bisogno di continuare a viaggiare, magari tornando in contatto con la natura.

Dormire in una baita, in una cascina o in una yurta è possibile oggi anche in Italia, grazie a questo sito. Casa nella natura si divide per regioni ma anche per paesi, così da dare la possibilità a tutti di viaggiare all’interno della propria zona, Comune o Provincia che sia. La cosa più importante è che tutte le proprietà sono immerse nel verde.

Casa in montagna

Il sito è molto semplice da utilizzare, nella pagina principale infatti si può subito scegliere il Paese o la Regione di destinazione, ma anche la data di arrivo o di fine soggiorno, il numero di partecipanti al viaggio e quindi di persone che soggiorneranno nella casa e infine il numero di stanze. La ricerca in realtà parte anche solo inserendo la destinazione. In questo modo sarà più semplice decidere in quale casa soggiornare in base alle tipologie individuate dal sistema.

Un ulteriore possibilità di ricerca alloggi è per caratteristiche delle case. Casa nella natura propone case vacanze, fattorie, appartamenti, case sull’albero, case di legno, chalet, barche, glamping, casa di campagna, casa mobile, yurta, trulli e non solo. Le tipologie sono davvero tante tra cui scegliere la propria situazione di vacanza ideale. Se la tipologia non è una cosa sulla quale volete soffermarvi subito, si possono scremare gli alloggi anche secondo le caratteristiche: per animali domestici, con connessione internet, con piscina o con forno, per esempio.

Scarponi da montagna

Un altro importante parametro che si può indicare è il tema che la nostra casa ideale deve avere. Parliamo di case che si trovano vicino a zone di pesca ad esempio, tra i campi, con vista, in montagna, nel frutteto, sostenibile, al mare, nel bosco… per non dimenticare poi i servizi, fondamentali per chi ha determinate esigenze, come chi viaggia con i bambini o necessita di condizioni particolari per cui cerca case e alloggi che devono avere la lavastoviglie, il caminetto, il giardino recintato, la lavatrice, la sauna, il letto per i bambini e così anche il seggiolone.

Altri parametri sono propri solo di questo tipo di sito in particolare, come la posizione e quindi anche la distanza da i principali centri abitati. Chi vuole fare una vacanza in mezzo alla natura vuole avere la conferma di trovarsi esattamente nel posto in cui sognava. Posso quindi scegliere di dormire in un posto completamente isolato, oppure in un piccolo villaggio turistico, in un villaggio o ancora su un’isola. La qualità degli alloggi viene valutata sotto due aspetti: la prima è la valutazione generale e la seconda valutazione è quella che gli altri ospiti danno di natura, spazio e tranquillità.

Casa yurta

Infine, una cosa che mi ha molto colpito, è che chiunque cercando una casa in mezzo alla natura, può anche ricercare case che sono raggiungibili con mezzi pubblici, così da lasciare l’auto nel centro abitato più vicino o direttamente a casa, alloggi che dispongano di energia verde, o ancora luoghi in cui si possa usufruire delle verdure dell’orto o in cui sia presente la raccolta differenziata. Piccole attenzioni queste che sono sempre più ricercate dalle persone che vogliono fare una bella vacanza sì, ma a contatto e nel pieno rispetto della natura.

In Emilia Romagna, per esempio, che è la regione in cui si sono concentrate maggiormente le mie ricerche, ho trovato diversi alloggi interessanti e degne di nota per chi ama passare qualche giorno in contatto con la natura, in famiglia o da solo. Alcuni di questi vengono anche etichettati con la dicitura “alloggio senza contatto“, che significa che si può soggiornare senza avere mai contatti ne con il padrone di casa, ne con altre persone del luogo. In questi luoghi e in queste condizioni, la cosa più bella è sicuramente quella di riuscire a passare del tempo in solitudine, circondati dai rumori della natura, dagli animali che vivono i loro luoghi in modo naturale e che noi possiamo ammirare senza la paura o il timore di spaventarli.

Glamping

Casa nella natura è assolutamente un progetto innovativo, diverso e molto interessante dal punto di vista dell’accoglienza, anche in Italia. Il progetto nasce in Olanda dove sicuramente c’è una predisposizione maggiore a vivere all’aria aperta, a vivere gli spazi e la natura senza troppe difficoltà. In Italia si è ancora un  po’ restii su questo aspetto, soprattutto le famiglie con i bambini più piccoli, ma qualcosa per fortuna negli ultimi anni sta decisamente cambiando. Casa nella natura non è solo una possibilità di alloggio, ma un modo diverso di intendere il viaggio, non troppo lontano da casa e compatibile con il mondo che la natura che ci circondano.

2004 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è autrice e fondatrice del magazine Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. Per Viaggi Low Cost scrive ogni giorno tutto quello che trova di economico nei suoi numerosi viaggi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Panzerotti pugliesi, la ricetta originale

La ricetta originale dei panzerotti pugliesi, da replicare dopo un viaggio a Bari o per ricordare una vacanza. La ricetta originale dei panzerotti con mozzarella e pomodoro è fritta, non al forno.
Ricetta

Fregola sarda, la ricetta con il pesce e i frutti di mare

La ricetta perfetta della Fregola sarda, un piatto tipico della Sardegna. Tutti gli ingredienti e il procedimento spiegato passo dopo passo per realizzare anche a casa un buon piatto di fregola sarda con il pesce o i frutti di mare.
News

DPCM novembre 2020: le restrizioni delle aree gialle, rosse e arancioni

Le restrizioni e le chiusure dopo l’uscita del DPCM di novembre 2020, come cambia l’Italia. Tre sono le aree in cui si concentreranno i limiti e le chiusure, l’area gialla, quella arancione e quella rossa: analizziamo nel dettaglio cosa succederà nei viaggi interni ed esterni alle Regioni.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×
News

20 borghi in Italia dove viaggiare in sicurezza