Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Dormire

Albergo Diffuso Castello di Proceno, weekend in Tuscia

1 minuti di lettura

La storia d’Italia è ricca di interessanti aneddoti di cultura locale, è come se ogni regione, ogni vallata, ogni piccolo paese fosse un mondo a sé. Ed è proprio questo ciò che rende il nostro Paese, unico al mondo: la diversità e l’infinita varietà di tradizioni e culture.

Ciascuno di questi piccoli mondi a sé, racchiude storie di grande interesse degne di essere raccontate. E’ proprio il caso del Borgo Antico di Proceno, ubicato nel cuore della Tuscia, in provincia di Viterbo. Questo piccolo borgo ha origini etrusche e nel corso dei secoli ha partecipato attivamente alla complessa storia del centro Italia, appartenendo prima al Marchesato di Toscana, poi allo Stato della Chiesa, passando in seguito sotto il Comune di Siena, alla famiglia Sforza e infine dal 1700 alla famiglia Cecchini, tutt’ora proprietaria del monumentale castello del paese.

E’ proprio all’interno del castello che anche oggi la storia prosegue, seguendo una strada diversa rispetto al passato, la strada dell’ospitalità diffusa. Tra le antiche torri, il fortino, le piazzette e le cantine si sviluppano gli appartamenti e il ristorante di questo particolare Albergo Diffuso che conta tre bellissime suites, sette diversi appartamenti e l’agriturismo “Il Giulione”, situato nell’antica casa di caccia a 12 km dal Castello di Proceno.

All’interno dell’Albergo Diffuso sono compresi il ristorante e l’enoteca dove si tengono anche interessanti corsi di cucina, ma soprattutto gli splendidi giardini del Castello. Non solo natura tutt’intorno, ma anche all’interno della magnifica tenuta di Proceno per sentirsi sempre più protagonisti di una fantastica storia medievale.

Trascorrere una vacanza all’interno del borgo di Proceno significa proprio entrare in quella piccola parte di storia locale, che ha contribuito a creare la bellezza del nostro Paese.

 

43 articoli

Informazioni sull'autore
Viaggia on the road da quando è nata, grazie alla grande passione trasmessa dai genitori. Laureata in turismo, culture e territorio a Milano, dal 2010 ha deciso di dare vita al blog dove raccoglie tutti i diari di viaggio e da spazio a luoghi fortunatamente ancora poco conosciuti dal turismo di massa. Emiliana doc, non viaggia per fuggire, ma per guardare con occhi nuovi, scoprire con interesse e alla fine, tornare. Esiste solo una regola: viaggia con l'anima, viaggia con il cuore, fatti guidare dalla curiosità.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
DestinazioniDove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Ricetta

Tortionata di Lodi, la ricetta del dolce di mandorle

La Tortionata è la torta della città di Lodi, famosa in tutta la Provincia con una storia antichissima e un nome curioso. Leggi come preparare la torta e come gustarla, inoltre dove trovarla a Lodi e in Lombardia.
Destinazioni

Cosa vedere a Saturnia oltre ai centri termali

Sei alla ricerca di attività insolite da fare a Saturnia oltre ai classici centri termali? In questo articolo troverai tutte le informazioni che cerchi per rendere il tuo soggiorno in questo splendido borgo unico e suggestivo. Partiremo dalle attività più comuni ma anche imperdibili, fino a quelle più insolite e di nicchia.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.